Coppa Italia: Il Bolzano batte un Valpellice mai domo

La seconda gara della prima giornata di Coppa Italia ha visto i padroni di casa del Bolzano battere sul ghiaccio amico del Palaonda il Valpellice per 9-6. Bolzano subito in vantaggio con 2 reti di Drew Omicioli, rispondono Silva e Mosele del Valpellice, Bolzano nuovamente in vantaggio con Mike Omicioli, pronta risposta del Valpellice col momentaneo pareggio Grossi, il primo tempo si chiude sul 3-3. Nella seconda frazione a segno per il Bolzano Zisser, Rolly Ramoser e Drew Omicioli, accorcia le distanze Tremolaterra per il Valpellice, la frazione si chiude sul 7-4 per il Bolzano con un’altra rete per Rolly Ramoser. Nel terzo tempo a segno Lyness e Di Stefano per il Valpellice e Drew Omicioli e Rolly Ramoser per il Bolzano.

di Mary Alberghina

HC VILLANI BOLZANO FOXES – HC VALPELLICE BULLDOGS 9-6 (3-3; 4-1; 2-2)

La seconda partita della giornata ha visto scontrarsi il Bolzano ed il Valpellice in un incontro pieno di colpi di scena.

Scesi sul ghiaccio forse troppo convinti della vittoria assicurata, i padroni di casa hanno avuto un brusco “risveglio” quando si sono trovati davanti degli avversari che, non avendo nulla da perdere, hanno lottato tenendogli testa.
La partita si è aperta subito con una penalità trascurabile nei confronti di Bouchard dopo soli 21 secondi dall’avvio e due penalità per gli avversari 1 minuto e 10 più tardi.
La momentanea superiorità numerica (4vs3) ha permesso a Drew Omicioli di andare a segno al 2’09’’ ed una nuova penalità ai danni della “Valpe” ha fatto sì che un minuto e mezzo più tardi l’attaccante italo-americano potesse andare nuovamente in gol.
L’euforia biancorossa ha iniziato a spegnersi al 4’02″ grazie a Silva che infila in mezzo alle gambe di Hell il primo gol piemontese.
Non contenta di ciò la formazione di Da Rin si porta sul pareggio al 5’30 con Mosele che ha approfittato del fatto che Hell fosse fuori posizione e che non ci fosse un terzino nel raggio di miglia per trafiggere l’estremo biancorosso dal punto di ingaggio alla sua destra.
Il Bolzano si è portato nuovamente in vantaggio ad opera del “piccolo” Omicioli meno di due minuti più tardi con un gol quasi impossibile poiché fatto praticamente sulla linea di porta. Una nuova penalità inflitta a Drew Omicioli, però, permette a Petrov di servire ottimamente Grossi che, lasciato assolutamente solo davanti alla porta, gonfia la rete biancorossa riportando il risultato in parità.
Nella frazione centrale i biancorossi si sono portati subito in vantaggio ad opera di Zisser con un tiro di polso alla destra dello spiazzato Demetz.
Il Bolzano ha iniziato ad allungare con Rolly Ramoser al 4’50″,che recuperan un disco lasciato libero davanti all’estremo piemontese e poi carica un tiro di polso, lasciato basito e inerme il povero Demetz.
All’ottavo minuto l’ennesima penalità gratuita ha permesso al Bolzano di aumentare le distanze con Drew Omicioli che è stato servito dal fratello da dietro porta e che di polso ha freddato Demetz.
Due minuti più tardi è spettato al Valpellice andare a segno con Tremolaterra che, dalla linea blu, tira uno slap di media potenza andato a finire poco sopra la spalla dell’estremo biancorosso.
Ad un minuto e mezzo dalla fine della frazione centrale Zisser ha servito il suo capitano Ramoser davanti alla porta il quale non sbaglia il centro riportando a tre le reti di vantaggio dei padroni di casa.
La terza frazione si è aperta al 5’52″ con Lyness che dalla blu in power play di polso supera Hell. Tuttavia poco è durata la gioia dei piemontesi, poiché al 7’17″ un ottimo scambio Drew Omicioli–Lewis–Drew Omicioli ha mandato fuori posizione Demetz, lasciando segnare la terza marcatura personale all’italo-americano.
Al 10’57″ un gol rocambolesco in penalty killing ha permesso a Di Stefano di andare a segno; in un “spalla-spalla” con Florian Ramoser andando in direzione della porta il terzino biancorosso perde l’equilibrio, cade ritrovandosi il disco tra le gambe; nello scivolare travolge Hell e la porta che finisce quasi contro la balaustra. Nonostante il capo arbitro Lottaroli avesse fischiato il giudice di porta assegna ugualmente il gol.
La partita si è chiusa al 16’16″ con il Bolzano nuovamente in superiorità numerica e Roland Ramoser che sigla l’ultima marcatura dell’incontro.