L’Ak Bars Kazan sul tetto d’Europa

di Andrea V.

HPK HAMENLINNA-AK BARS KAZAN 0-6(0:3; 0:0; 0:3)

E’ un vero e proprio trionfo per i russi del Bars Kazan la conquista dell’edizione 2007 della European Champions Cup al termine di una partita dai ritmi a tratti elevati, tra due squadre estremamente tecniche, ma che ha dimostrato un’indiscutibile superiorità per la compagine russa.
L’inizio di gara è a favore dei finnici che, grazie a due penalità quasi consecutive si trova la ghiotta occasione per portarsi in vantaggio, ma la compagine russa sventa ogni tentativo anzi poco dopo in occasione della prima superiorità numerica a disposizione i russi non perdonano e siglano la rete del vantaggio con Zinoviev al 08.21, rete peraltro molto discussa, in quanto l’attaccante manda il disco in rete col pattino, il capo arbitro dopo aver rivisto le immagini al replay convalida la rete, probabilmente concedendo l’attenuante di una spinta ricevuta dal difensore nel tentativo di recupero.

Passano poco più di tre minuti e il Kazan raddoppia, al termine di un’azione in velocità di Zinoviev che serve Zaripov che insacca, non molla la presa la formazione russa e al 14.39 è Morozov a siglare la rete del 3-0 con potente tiro di polso a sorprendere il portiere del HPK.
Il secondo periodo si disputa sugli stessi ritmi elevati del primo parziale, ma è sempre la velocità degli attaccanti russi( in particolare il tandem della prima linea Morozov e Zinoviev) a mettere in crisi la retroguardia degli “arancioni” di Finlandia, entrambe le squadre hanno diverse opportunità di segnare in superiorità numerica ma risultato non cambia nei venti minuti della seconda frazione.
Nel terzo tempo c’è il tentativo di reazione dei finnici, ma il Bars Kazan è concentrato e deciso a conquistare il titolo continentale ed è così che in cinque minuti, sigla altre tre reti che “uccidono”la partita; dapprima è Nikulin a perforare Wiikman, certamente non nella sua migliore serata, al 44.17 a siglare la rete del 4-0, poco dopo al 47.22 in superiorità numerica un’azione di Morozov in velocità smarca Pervishin che scaglia il disco sotto l’incrocio dei pali alla destra di Wiikman per la rete del 5-0, meno di due minuti e Schadilov sigla la rete del 6-0 con disco che beffa nuovamente Wiikman sul primo palo.
Nei minuti finali tre penalità fischiate contro la formazione russa, non consentono ai finlandesi di andare a segno, ma consentono al goalie finlandese del Bars Kazan, Mika Noronen, di mettersi in ulteriore evidenza, andando a conquistare il secondo shutout consecutivo in due giorni dopo quello ottenuto nella vittoria ottenuta sabato ai danni del Lugano.
La manifestazione si chiude tra il giubilo dei tifosi del Bars Kazan, mossi fino a San Pietroburgo e con il presidente della IIHF Renè Fasel che consegna a capitan Morozov la Silver Stone che vale il titolo di campione d’Europa 2007.