Il Week End di gare

Di Emanuele Badessi:

Il Week End del New Year Day è stato ricco di gare e di sorprese, prima fra tutte la doppia sconfitta subita da Anaheim che nel road trip di Venerdì e Domenica ha dovuto soccombere prima in casa dei Campioni in carica di Carolina in quella che gli Hurricanes avevano chiamato “Rod Brind’Amour Night” per festeggiare i 1000 punti in carriera del proprio capitano, e poi in quel di St Paul dove la franchigia della California si è dovuta inchinare di fronte ai Wild, ma andiamo con ordine: a Raleigh Brind’ Amour ha dimostrato di meritare l’affetto dei suoi fan e nella “sua” notte ha prima messo a segno in Power play la rete del 2-2 e poi ha assistito Justin Williams per il Game Winning goal; ad Anaheim di contro non è bastata la prestazione del solito Selanne che ha messo a segno una doppietta.

Nella gara della Domenica poi i Ducks hanno perso con Minnesota, che arrivava da una vittoria interna all’ overtime nel match di Venerdì con Columbus, mettendo comunque in mostra ancora una volta la vena realizzativi del “Finnish flash” autore dell’ennesima doppietta (più un’assist sul gol di capitan Niedermayer ) mentre per quanto riguarda Minny da segnalare la serata di grazia di Bouchard autore anche lui di una doppietta (entrambi i gol in Power Play ).
Per quanto riguarda Carolina invece, dopo la vittoria con Anaheim la franchigia di Raleigh è stata sconfitta a domicilio, nel match di domenica, per 5-2 da una rediviva Philadelphia. Protagonista della serata il goalie dei Flyers Esche autore di ben 40 salvataggi.
Rimanendo ad est, Week End in crescita per i Rangers che, dopo aver “allungato” a 7 la striscia di sconfitte consecutive, complice la sconfitta subita nel match di Venerdì che li vedeva opposti a Ottawa (prestazione maiuscola da parte del Goalie Emery, che ha difeso fino alla sirena finale il gol di vantaggio messo a segno dopo 32” del primo drittel da Alfredsson), si sono ripresi nella gara casalinga di Sabato nella quale hanno avuto ragione dei Capitals con un perentorio 4-1;da notare che il match è stato caratterizzato da una rissa scatenata da un cross-checking alla testa di Ovechkin da parte del giocatore Orr dei Rangers. In conseguenza dei fatti Orr è stato sospeso per 5 turni e Brashear per 1. Parlando della partita sugli scudi Peter Prucha, autore di una doppietta, e Nylander autore di una rete e un assist.
I Capitals, prima della sconfitta subita al Madison Square Garden, avevano subito un’altra battuta d’arresto nel match di Venerdì che li vedeva opposti ai New Jersey Devils (4-3 il risultato finale a favore di Brodeur&Co. ). I Devils hanno poi finito il 2006 in bellezza battendo gli Islanders al Nassau Coliseum con un secco 2-0 grazie al quale Brodeur ha realizzato il 6° shutout della stagione (86° in carriera).Per quanto riguarda gli Islanders invece hanno iniziato il 2007 così come avevano finito il 2006 e cioè con una sconfitta subita da parte dei Sabres: 3-1 il risultato a favore della franchigia di Buffalo; in evidenza nel match il goalie di Buffalo Ryan Miller autore di 29 salvataggi e Afinogenov autore di un goal e un’assist; Buffalo che arrivava al match con gli Isles’ dopo aver vinto anche l’ultimo match del 2006 ai danni di Atlanta con il punteggio di 4-1 con in evidenza la serata di vena di Thomas Vanek: per il giocatore Viennese 2 reti ( una in power play) e un’assist.
Venendo a Boston la franchigia del Massachusset ha incamerato una vittoria ed una sconfitta (entrambe esterne) andando prima a vincere con il risultato di 5-3 in quel di Chicago e poi subendo una pesante battuta d’arresto con Nashville (5-0 il risultato finale con il 4° shutout stagionale per il goalie dei Predators Mason).
Dando un’ occhiata ad Ovest c’è da registrare il trend positivo di Phoenix che nel Week End ha incamerato una doppia vittoria: 8-0 nel match casalingo contro San Josè (Hat Trick per Roenick e 48° shutout in carriera per CuJo), e 3-2 nel match esterno con Washington.
Passando a Dallas, la franchigia del Texas ha registrato una vittoria casalinga per 4-1 contro i Predators (doppietta per il finlandese Miettinen) e una sconfitta per 4-2, sempre casalinga, con San Josè che così si è rifatta della pesante sconfitta subita per mano dei Coyotes.
Gli Avalanche chiudono il fine settimana con un bilancio di una doppia sconfitta nell’ “home to home” con St. Louis (4-2 in casa e 2-0 a St. Louis ) e una vittoria per 5-3 ai danni di Nashville.
Nel confronto tutto interno alla Central Division tra Chicago e Columbus hanno avuto la meglio le Blue Jackets che si sono imposte in casa con il punteggio di 3-1.
Parlando di Detroit, la franchigia di MoTown, nell’ unico match che la vedeva in pista durante il week end si è imposta alla Joe Louis Arena con il punteggio di 6-2 sui Kings (a referto per Detroit 6 giocatori diversi).
Passando alle squadre canadesi il week end ha visto molti scontri incrociati tra le franchigie della foglia d’acero:i Leafs hanno finito l’anno con una doppia sconfitta (4-1 il passivo subito da Pittsburgh nel match di Venerdì e 3-2 all’overtime il punteggio con il quale hanno dovuto soccombere nella Battaglia dell’Ontario che li vedeva opposti a Ottawa), per poi risollevarsi nel primo match dell’anno nuovo che è terminato con la vittoria per 5-1 ai danni dei Bruins; con questa vittoria la franchigia di Toronto ha festeggiato nel migliore dei modi il nuovo anno davanti al pubblico dell’ eternamente “sold out” Air Canada Centre.
Se Toronto può sorridere non altrettanto si può dire di Montreal che negli ultimi due match del 2006 ha registrato una doppia sconfitta con Florida e Tampa (entrambe le gare sono terminate con il punteggio di 3-1).
Un’altra franchigia tra le canadesi che deve dimenticare in fretta questo fine settimana di gare è Edmonton: i vice campioni NHL hanno finito l’ anno con 2 sconfitte nei due derby canadesi con Vancouver (6-2 il risultato del match, con doppiette per Daniel Sedin e Ohlund) e Calgary (il boxscore recita 4-2 per la franchigia dell’Alberta).
Calgary al contrario ha ben motivo di festeggiare serenamente il nuovo anno visto l’andamento del fine settimana di gare nel quale, oltre alla vittoria nel match con Edmonton, ha registrato un’altra vittoria nel match di Venerdì contro Los Angeles (6-4 il risultato a fine gara con Huselius autore di 2 reti e 1 assist e capitan Iginla che ha messo a referto 1 rete e 2 assist).
Infine Ottawa, che dopo aver vinto contro New York l’ ultima gara del 2006 ha invertito il trend iniziando nel modo peggiore il nuovo anno con una sconfitta (3-2 all’overtime contro Atlanta).