Vittoria sfuggita d’un soffio alle Aquile

di Cristian Pascottini

Pontebba – Bolzano 2-2 (1:0)(1:1)(0:1)

Dopo più di due settimane senza hockey giocato, un Claudio Vuerich tutto esaurito vede tornare sulla scena del delitto il Bolzano visto che i capoclassifica sono stata sin qui l’unica squadra in grado di vincere sul ghiaccio delle Aquile.
Le compagini arrivano da due importanti vittorie e si presentano al gran completo con Samuelsson che si affida a Naumovs fra i pali, mentre Vasiliev continua a dare fiducia a Carpano. Gara diretta da Pianezze con linesman De Toni e Soia.
Pronti via, subito in vantaggio le Aquile: confusione davanti alla gabbia difesa da Naumovs e dopo ripetuti tentativi Gorman trova lo spiraglio giusto per infilare il disco dell’1 a 0 da posizione ravicinata. Risponde subito il Bolzano con un tiro dalla blu di Florian Ramoser non trattenuto da Carpano, il disco finisce sulla stecca dell’altro Ramoser, Roland, che perde l’attimo giusto e permette a Carpano di chiudere.

Al sesto minuto disco perso malamente dalle Aquile in uscita di zona, lo intercetta il capitano del Bolzano, Ramoser che si invola verso Carpano, serve il compagno libero ma Zisser perde l’attimo per depositare comodamente il disco in rete e l’estremo difensore del Pontebba riesce a distendersi e neutralizzare. L’incontro si rende nervoso per le "attenzioni" che i bolzanini riversano su Carpano: i compagni difendono il loro portiere ma scattano delle penalità per reciproche scorrettezze. Sul finire del primo periodo gli ospiti non approfittano di ben tre superiorità numeriche e così il Pontebba ritorna negli spogliatoi con un meritato vantaggio pur avendo subito la reazione dei capoclassifica.

Il Bolzano riprende il secondo tempo con un aggressività che lo rende pericoloso diverse volte ma neppure con l’uomo in più riesce a trovare la via del pareggio. La partita scorre senza molte interruzioni ma non priva di occasioni da entrambe le parti. Si arriva così al quindicesimo minuto con il Pontebba che usufruisce della sua quinta superiorità numerica dell’incontro: disco manovrato da Margoni, Carlsson ed Eronen nel terzo avversario con Margoni che si avvicina alla porta e trova l’attimo per infilare la rete del 2 a 0 grazie ad un tiro improvviso e preciso.
Passano trenta secondi e la retroguardia delle Aquile si dimentica dell’uomo che in quell’istante sta uscendo dalla panca puniti, così Drew Omicioli in solitaria è libero di trovare la rete del 2 a 1 che vanifica gli sforzi fatti dal Pontebba. Pochi istanti dopo un tiro di Insam impatta sul palo negando il pareggio al Bolzano e con le Aquile che chiudono in affanno anche a causa della penalità inflitta a capitan Armani nei secondi finali.

Ancor più determinate le Volpi di Bolzano nel periodo conclusivo ma la resistenza del Pontebba lascia pochi spazi agli attacchi avversari. Quando tutto sembra volgere al meglio per gli uomini di Vasiliev, arriva un disco scagliato a palombella dalla blu da Insam ed è scaltro Nelson che con la stecca a mò di rachettata devia il puck sopra la spalla di Carpano trovando la rete del pareggio bolzanino.
Finisce così con un pareggio che per quel che si è visto sul ghiaccio è giusto ma lascia l’amaro in bocca alla Aquile che fino a tre minuti dalla fine assaporavano il colpaccio ai danni dei primi in classifica.
Al termine dell’incontro premiato Stefano Margoni quale miglior giocatore delle Aquile.

Tabellino marcatori:
1-0 01:14 Gorman (Zbontar)
2-0 35:55 Margoni (Carlson, Eronen) [PP]
2-1 36:24 Omicioli D.
2-2 57:31 Nelson (Bouchard, Insam)

Penalità: Pontebba 14 minuti, Bolzano 20 minuti
Tiri in porta: Pontebba 18, Bolzano 38