Il Valpusteria supera l’Asiago ed agguanta il Fassa al 7° posto

di Ivan

Valpusteria – Asiago 6-3 (1:1)(3:1)(2:1)

Dopo la brutta sconfitta subita dal Pontebba il Valpusteria ospita nella seconda partita casalinga consecutiva il fanalino di coda dell’Asiago e i 2 punti sono un dovere per la compagine pusterese per sperare di accorciare le distanze dalle altre avversarie.
Nel Valpusteria sempre ancora assente Marchiori mentre l’Asiago deve fare a meno di Topatigh.
La partita comincia subito male per i lupi gialloneri dato che l’Asiago trova il vantaggio sul primo affondo con una parabola dalla blu che sorprende Ottosson. Il Valpusteria fa fatica ad arrivare a delle conclusioni concrete nei primi 10 minuti, ma anche l’Asiago non è pericoloso. Poi all’ottavo la prima superiorità numerica per il Valpusteria ma D’Alessandro è bravo a respingere i tentativi degli avanti pusterese. Al 10° Pichler manda fuori Loya per 2 minuti ed i lupi ci provano ancora. Prima Kelly spara una bordata sopra la traversa, poi l’estremo para una conclusione ravvicinata di Aquino, ma non può nulla contro il secondo missile di Kelly, che si infila all’incrocio dei pali per il pareggio pusterese. Ma anche questo gol non sblocca più di tanto la compagine giallonera e cosi si va al riposo sul risultato di 1-1.

Nel periodo centrale passano appena 3 minuti e il pubblico riesce a vedere una sequenza di 3 reti in meno di 34 secondi che portano il risultato sul 3-2 per il Valpusteria. Prima Bona conclude un bel triangolo tra Lennartsson e Moger e 12 secondi dopo Eriksson infila D’Alessandro per la terzo volta, con un’azione che sembra la fotocopia della 2° rete. Il pubblico di casa è in festa, ma viene subito gelato dalla seconda rete asiaghese di Surma dopo soli 22 secondi. D’ora in poi però il Valpusteria macina gioco e l’estremo dell’altopiano deve fare gli straordinari per mantenere in gioco la propria squadra. Anche lui, però, si deve inchinare alla vena realizzativa di Kelly che è lesto ad appoggiare il disco in rete.
Si va all’ultima frazione ed il Valpusteria cerca subito di mettere al sicuro il risultato, anche per risparmiare forze per le prossime dure trasferte. Al 5° Aquino è bravo, e forse anche un po’ fortunato, a trovare la deviazione vincente sul tiro dalla blu di Mair. I lupi in vantaggio per 5-2 cercano di amministrare il risultato e lasciano giocare l’Asiago, che però fa molta fatica ad impensierire Ottosson, causa il gioco lento e molto prevedibile. Così i minuti se ne vanno, quando a 6 minuti dalla fine Cipruss ha un lampo e riesce a trafiggere il goalie pusterese con un tiro ravvicinato. Passano appena 2 minuti ed il Valpusteria chiude la partita con una papera di D’Alessandro che si fa passare tra le mani un tiretto di Aquino.
Partita nel complesso abbastanza opaca per entrambe le squadre, anche se il Valpusteria ha espresso un tasso tecnico molto più alto. Per l’Asiago infine o c’è subito un risveglio o può già cominciare a fare i programmi per la prossima stagione.

MARCATURE:
0-1 Leinweber (02:29 = Pittis, Parco)
1-1 Justin (12:18 = Willeit, Aquino)
2-1 Bona (23:15 = Moger, Lennartsson)
3-1 Eriksson (23:27 = Mair, Moger)
3-2 Surma (23:49 = Ciresa, Benetti)
4-2 Justin (35:57 = Bona, Lennartsson)
5-2 Aquino (45:34 = Mair, Justin)
5-3 Cipruss (54:25 = Parco, Loya)
6-3 Aquino (55:59 = Oberrauch, Justin)

Penalità : Valpusteria 14 – Asiago 14
Tiri in porta: Valpusteria 40 – Asiago 27