Nella festa delle reti un punto per parte

di Christopher

Renon – Milano 5-5 (1:3)(1:1)(3:1)

È stata battaglia fino in fondo la gara tra Renon e i Vipers di Milano. I padroni di casa sempre privi del portiere titolare Robinson e senza Konstantin Kalmikov ancora fuori causa per infortunio. Il Milano schiera solo quattro difensori: assente Mc Carthy per problemi ad un gomito. La prima metà partita è tutta di marca meneghina, Chitarroni con una discesa solitaria porta in vantaggio il Milano al 04'02", il disco s'insacca nell’angolino basso alla sinistra di Michel Favré – portiere del Renon, 0-1. Poco dopo Sisca fredda Favré con un tiro rasoterra alla destra di Favré, 0-2. La gara sembra davvero giá chiusa al 09'56" quando Savoia siglava la terza marcatura con una fucilata dalla blu su un bell’invito di Lysak, una supremazia territoriale del Milano, 0-3. Il team targato Paul Adey si prende time out e si rialza in piedi. Rottensteiner accorcia le distanze su bell’assist da destra di Stocker, "Stocki" ruba disco passa in mezzo dove il portiere del Milano Magnus Eriksson non puó arrivare, 1-3. Verso la fine di tempo ancora un paio di occasioni da ambe le parti, ma il primo drittel si chiude col vantaggio meritato delle vipere per tre a uno.

Nella frazione centrale proprio nel momento migliore del Milano i padroni di casa accorciano la distanze con Dan Tudin, Egger gira la porta lascia il puck al canadese che non trova difficoltà a bucare Eriksson, 2-3. Pochi minuti dopo é Sisca che con la sua seconda marcatura personale sigla il 2-4. I meneghini troppo spreconi sotto porta sbagliano ancora almeno due gol giá fatti, tra palo e traversa il disco non vuole entrare, la difesa ballante di casa si salva come puó. Frazione centrale chiusa sul due a quattro.

Nel terzo ed ultimo periodo la musica cambia parecchio, i Rittner Buam rientrano piú motivati in campo, il terzo gol altoatesino porta la firma di Bustreo che mette dentro il rebound di Dagenais siglando il 3-4. Pochi attimi dopo é Dagenais che sigla il pareggio anche lui su rebound su tiro di Egger prima e Kachur dopo, 4-4.
Sul pubblico di casa cala il gelo al 48' quando Strazzabosco prende la mira dalla blu beffando Favré con un tiro parabile, 4-5. La partita ormai sembra proprio chiusa, ma a otto minuti dal termine Emanuel Scelfo riesce a bucare ancora una volta Eriksson per il cinque a cinque finale.
Per i padroni di casa un ottimo risultato, il Milano ha parecchio da recriminare essendo stato in vantaggio per tre a zero e quattro a due sciupando parecchio !

Arbitri: Colcuc con Gasser T. e Waldthaler A.

Tabellino:

04'02" – 0:1 Chitarroni (Iannone, Helfer); 05'50" – 0:2 Sisca (Felicetti, Savoia); 09'56" – 0:3 – Savoia EQ (Borgatello,Lysak); 15´33" – 1:3 Rottensteiner (Stocker, Johnson); 28'13" – 2:3 Tudin (Dagenais,Egger); 34'51" – 2:4 Sisca (Felicetti,Evans); 41'19" – 3:4 Bustreo (Dagenais,Rasom); 44'12" – 4:4 (Egger,Kachur);
48'04" – 4:5 Strazzabosco ( Christie,Evans); 51´30" – 5:5 Scelfo (Egger).

Tags: