30.giornata: Domina il Lugano, vince l’Ambri

di gio

Tra gli incontri della trentesima giornata spiccava il derby ticinese. L’incontro è stato vinto dagli ospiti, più concreti nei momenti caldi della contesa. Sulle altre piste, nuova sconfitta del Basilea a Zurigo nonostante l’esonero di Runke la sera precedente, vittoria del Berna a Ginevra, netta affermazione dello Zugo nei confronti del Rapperswil e importante affermazione del Langnau sulla pista del Friborgo.

Lugano-Ambri Piotta 1-3 (1-0;0-1;0-2)

1-0 02:14 Näser Andy
1-1 26:37 Kostovic Dario
1-2 48:18 Domenichelli Hnat
1-3 59:56 Domenichelli Hnat

L’Ambri Piotta vince il derby di Natale battendo un Lugano troppo impreciso sotto porta. Eppure la partita inizia bene per i bianconeri, in vantaggio al primo vero affondo con Näser. Il primo periodo scorre veloce con il Lugano costantemente in avanti che spreca all’inverosimile non riuscendo a concretizzare le nitide occasioni create. Anche il secondo periodo inizia sulla falsa riga del primo con i bianconeri padroni del ghiaccio ma con un Ambrì più attento in fase si copertura. Contro l’andamento del gioco però sono gli ospiti a ottenere la rete del pareggio con Kostovic che batte l’incolpevole Züger e riporta il risultato in parità. L’Ambri prende fiducia e cerca di rendersi pericoloso ma sono sempre i bianconeri a costruire le trame migliori. Nel terzo periodo, da più parti, si attende il solito crollo fisico degli ospiti che però reggono bene l’urto e con una classica azione di contropiede ottengono la rete del vantaggio. Il Lugano accusa il colpo e non pare più in grado di sciorinare gioco come nei due periodi precedenti. Il lavoro di contenimento dell’Ambrì è efficace e pochi sono i pericoli corsi dall’ottimo Baumle. Il Lugano tenta la mossa disperata a due minuti dal termine ma non cava un ragno dal buco, sono anzi gli ospiti a chiudere trionfalmente la partita con la seconda rete personale di Domenichelli. Nulla di grave per i bianconeri che con un po più di precisone avrebbero potuto e dovuto chiudere anzitempo la contesa, mentre per gli ospiti questo è un successo che vale doppio vista la contemporanea vittoria dello Zurigo.

Friborgo Gottéron-Langnau Tigers 1-3 (1-0;0-1;0-2)

1-0 08:43 Holden Josh
1-1 36:17 Tuomainen Marko
1-2 50:51 Joggi Matthias
1-3 59:59 Kolanos Krys

La sfida della paura va ad un Langnau che mette a nudo tutti i limiti di un Friborgo che si è dimostrato ben poca cosa al cospetto di una squadra quadrata che ha saputo occupare tutti gli spazi senza permettere ai padroni di casa di rendersi pericolosi. Il Langnau continua a sperare mentre per il Friborgo sembra arrivato il momento di iniziare a preparare i playout.

Ginevra Servette-Berna 3-4 (0-2;2-2;1-0)

0-1 01:02 Rüthemann Ivo
0-2 05:06 Landry Eric
0-3 23:46 Bärtschi Patrik
1-3 29:00 Treille Yorick
1-4 34:42 Berglund Christian
2-4 36:23 Wright Jamie
3-4 53:29 Deruns Thomas

Con una partenza a razzo il Berna mette al sicuro il risultato in una partita caratterizzata più dalle numerose penalità che dal bel gioco. I ginevrini reagiscono a nel finale riescono a compiere la rimonta fino al 3-4, ma nonostante i disperati tentativi dei padroni di casa il risultato non cambia più.

Zurigo Lions-Basilea 2-1 (1-1;1-0;0-0)

1-0 08:09 Blindenbacher Severin
1-1 18:54 Nüssli Thomas
2-1 25:07 Blindenbacher Severin

Una doppietta di Blindembacher permette allo Zurigo di battere il Basilea dal quale si attendeva una reazione dopo l’esonero dell’allenatore Runke dopo la pesante sconfitta della sera precedente. I renani hanno mostrato progressi ma i giocatori di maggior classe a disposizione dello Zurigo sono riusciti a contenere ogni tentativo degli ospiti. Uno Zurigo che comunque mantiene invariato il vantaggio nei confronti degli inseguitori e continua la sua marcia di avvicinamento ai playoffs.

Zugo-Rapperswil/Jona Lakers 7-2 (0-1;5-0;2-1)

0-1 11:56 Murray Brady
1-1 21:23 Piros Kamil
2-1 25:35 Grosek Michal
3-1 26:25 Richter Barry
4-1 29:58 Camichel Duri
5-1 37:19 Di Pietro Paul
5-2 44:44 Czerkawski Marius
6-2 48:00 Oppliger Patrick
7-2 59:14 Hallberg Per

Partono bene gli ospiti che riescono ad imbrigliare la manovra dei padroni di casa andando anche alla prima pausa in vantaggio. Nel secondo periodo però si scatena lo Zugo che nello spazio di dieci minuti porta il punteggio dallo 0-1 al 4-1. Da li in poi la partita è senza storia con i padroni di casa a controllare le operazioni e ad arrotondare ulteriormente il punteggio.

Il campionato ora si concede una settimana di pausa con il Davos impegnato alla Spengler e con le altre a preparare in modo ottimale la corsa ai playoffs. Due sono le certezze, che le squadre da battere sono il Davos e il Berna e che tra gli outsiders troviamo il giovane Kloten e il Lugano. Un gradino sotto le altre che comunque avranno modo di dire la loro in ottica playoffs mentre per Friborgo e Basilea il destino sembra segnato nonostante la regola dei tre punti a vittoria mantiene acceso anche un solo lumicino di speranza per entrambe.

Tags: