29.giornata: Vince l’Ambri, perde il Lugano

di gio

Negli incontri della ventinovesima giornata spicca la vittoria dell’Ambrì nell’importantissimo scontro casalingo contro lo Zurigo che permette ai leventinesi di avvicinarsi alla linea, il Lugano dal canto suo perde dopo un’interminabile serie di rigori a Kloten. Sulle altre piste, il Davos si impone alla distanza a Langnau, il Servette passeggia a Basilea, il Rapperswil batte il Friborgo e il Berna vince il tiratissimo confronto contro lo Zugo.

Ambri Piotta-Zurigo Lions 4-1 (1-0;2-1;1-0)

1-0 02:25 Trudel Jean-Guy
2-0 24:33 Dubois Felicien
2-1 30:57 Petrovicky Robert
3-1 38:52 Kostovic Dario
4-1 50:23 Demuth Alain

L’Ambri Piotta sfrutta la prima penalità fischiata agli ospiti per indirizzare la partita sui binari voluti e da quel momento non ha più problemi a controllare uno Zurigo per certi versi inesistente. Altre due superiorità numeriche sfruttate portano i padroni di casa sul 3-1 senza che lo Zurigo dia l’impressione di poter reagire. Vittoria importantissima per i leventinesi che vedono diminuito sensibilmente il loro distacco ai leoni, sui quali momentaneamente deve essere fatta la corsa dei leventinesi alla ricerca della qualificazione ai playoffs.

Basilea-Ginevra Servette 1-6 (0-1;0-2;1-3)

0-1 00:53 Wright Jamie
0-2 36:55 Keller Olivier
0-3 37:45 Mercier Jonathan
0-4 46:03 Aubin Serge
0-5 49:54 Wright Jamie
1-5 50:18 Fuchs Regis
1-6 59:19 Meunier Laurent

Il Servette si impone a Basilea contro una squadra oramai allo sbando. Eppure i renani reggono per quasi due tempi prima di crollare sotto i colpi di un Servette più deciso a far sua la partita.

Berna-Zugo 3-2 (0-0;1-2;2-0)

1-0 25:51 Berglund Christian
1-1 29:22 Grosek Michal
1-2 33:28 Di Pietro Paul
2-2 40:46 Bärtschi Patrik
3-2 58:15 Meier Daniel

Partita molto combattuta quella della BernArena con i padroni di casa a spuntarla sul filo del rasoio che condannano lo Zugo ad un’immeritata sconfitta. Il Berna comunque si dimostra più squadra nei momenti topici della contesa e vince l’incontro a poco meno di due minuti dal termine.

Kloten Flyers-Lugano 3-2 dr (1-0;1-0;0-2;0-0;1-0)

1-0 08:03 Rintanen Kimmo
2-0 21:30 Rothen Frederic
2-1 41:34 Jeannin Sandy
2-2 42:00 Wilson Landon

Ci sono volute tre serie di rigori per separare Kloten e Lugano. La partita è molto tattica e le due squadre faticano a trovare spazi. Il Kloten è più furbo a colpire ogni qualvolta i bianconeri lasciano degli spazi e chiude i primi due periodi in vantaggio pee 2-0. All’inizio del terzo periodo, il Lugano pare trasformato e nel giro di 24 secondi pareggia. Poi i bianconeri salgono in cattedra ma la difesa degli aviatori regge. I due portieri salvano a più riprese il risultato, e dopo una rete fallita da Gardner a porta completamente vuota (mancavano solo 7 secondi al termine), si va al supplementare. Nel prolungamento i bianconeri fanno il gioco ma sono gli aviatori a rendersi più pericolosi e ad avvicinarsi maggiormente alla vittoria. Nemmeno nel prolungamento il risultato si sblocca e le due squadre vanno ai rigori dove una serie interminabile premia i padroni di casa.

Rapperswil/Jona Lakers-Friborgo Gottéron 4-3 (1-1;3-1;0-1)

0-1 09:41 Holden Josh
1-1 16:57 Roest Stacy
2-1 21:46 Murray Brady
3-1 29:01 Bütler Markus
4-1 30:15 Guyaz Noel
4-2 39:13 Zenhäusern Gerd
4-3 41:07 Balej Jozef

Il Friborgo paga le troppe penalità e non riesce a fare risultato sulla pista di Rapperswil. Un black out degli ospiti nel secondo periodo poi permette ai padroni di casa di portarsi in triplo vantaggio prima della parziale rimonta di un Friborgo che per quanto visto sul ghiaccio non avrebbe demeritato almeno un punto.

Langnau Tigers-Davos 3-5 (3-2;0-1;0-2)

1-0 03:22 Gerber Adrian
2-0 10:55 Leuenberger Marc
2-1 13:01 Riesen Michel
3-1 15:23 Toms Jeff
3-2 16:33 Von Arx Jan
3-3 36:00 Ambühl Andreas
3-4 42:19 Riesen Michel
3-5 47:46 Riesen Michel

Il Langnau cede ancora una volta alla distanza non riuscendo a reggere il ritmo imposto nella seconda metà della partita da un Davos che sta preparando al meglio la Spengler. Per i tigrotti c’è ancora parecchio lavoro da fare ma anche stasera qualche progresso lo si è visto.

Tags: