Un altro 5-0 tra Cortina e Fassa

di Alberto Manaigo

Cortina –Fassa 5-0 (2:0)(2:0)(1:0)

Dopo la pausa-nazionale si torna sul ghiaccio e la Sg Cortina ospita il Fassa: gli ampezzani possono schierare sul ghiaccio tutti i giocatori in rosa, mentre tra i trentini spicca l’assenza del portiere Jensen operato al menisco. Fin dai primi minuti di gioco la formazione di casa si fa pericolosa dalle parti di Baur mentre i fassani non impensieriscono più di tanto l’estremo difensore ampezzano Maund. Al 9:19 il powerplay dei ragazzi di McKay da i suoi frutti: con capitan Felicetti in panca puniti, Smith e Wilde costruiscono e De Bettin finalizza portando la propria squadra in vantaggio. Il ritmo dei padroni di casa non cala ed il Fassa ha in Bohac il proprio giocatore più pericoloso: il numero 91 trentino si costruisce più volte la possibilità di andare in rete, ma un ottimo Maund gli nega più volte la gioia della marcatura. Forse l’azione più pericolosa degli ospiti avviene al 19:23 con un tiro insidioso di Locatin deviato dal goalie ampezzano; sul ribaltamento di fronte Chelodi (ottimo il suo inserimento in linea con Corupe e Deschenes) trova proprio quest’ultimo che insacca il puck alle spalle di Baur.

Nella frazione centrale il Fassa scendo sul ghiaccio un po’ più determinato e cerca di pungere in contropiede: è, comunque, sempre il Cortina a giocare meglio e a creare le occasioni più pericolose. La squadra di McKay gioca bene, l’affiatamento tra le linee d’attacco si consolida partita dopo partita ed anche il nuovo arrivato Wilde si dimostra un acquisto azzeccato. Bella combinazione al 7:14 Ansoldi-Souza-Ansoldi con l’italiano che si vede chiudere lo specchio da Baur all’ultimo istante.
All’11:40 un ottimo Felicetti ruba il disco a Wilde e dopo averlo saltato fa partire un tiro che esalta lo stato di forma di Maund; sul ribaltamento di fronte è ancora De Bettin ribadire in rete un assist di Ansoldi per la propria doppietta personale. La squadra di Molin prova a sorprendere la retroguardia ampezzana con dei tiri da fuori soprattutto con Laurila e Marchetti, ma anche questa soluzione si rivela infruttuosa ed in chiusura di tempo è ancora il Cortina a passare con Corupe il cui disco prende una traiettoria strana e finisce alla spalle di Baur chiudendo in questo modo anche il secondo tempo con un parziale di 2-0.
Nella terza frazione il Cortina amministra e allunga ulteriormente al 6:30 con un bellissimo tiro di Da Corte che si infila nell’angolino alla destra di Baur tagliando definitivamente le gambe agli ospiti.
Un ottimo Cortina ha, dunque, la meglio di un Fassa che non ha fatto vedere grandi cose: un altro 5-0 e, dunque, un altro shotout di Maund che sta dimostrando partita dopo partita di essere un portiere dalla grandi qualità.
Nel prossimo turno gli ampezzano saranno impegnati al De Toni per il sentitissimo derby del Falzarego contro l’Alleghe, mentre i trentini andranno al Palaonda a sfidare la capolista Bolzano.