Distrutto il Future, venerdì a Torre arriva il Caldaro

C’erano grandi timori alla vigilia per la ripresa del Campionato dopo la settimana Mondiale; tutto spazzato via da una Valpe padrona della pista in soli 8 minuti. Tre a zero e poi tanta accademia e lunghi minuti con i nostri giovani in pista.
E’ stata la partita di Capitan Dino Grossi e di Zar Sasha Petrov che hanno raggranellato 6 punti a testa (2 + 4) ma è stata anche la serata dello start up goalie Marcellino Platè e dei debuttanti Ricca e Canale.
Valpe in neroverde causa maglie tipicamente in biancorosso bolzanino, forse di recupero, del Future.
Manca Mosele, ultimi problemi di lavoro, Moro, malconcio dopo i Mondiali, e tutta la banda Vipers impegnata in serie A1. Ma anche se ridotta nel roster ormai la Valpe gioca da "grande" e ammazza la partita per poi amministrarla.
Apre in controfuga Dinone Grossi dopo 4 minuti, chiude il promo tempo tra il 6° e l’8° minuto una doppia rete in powerplay di Chris "the brain" Lyness e di Marek Babic.

Poi è pura accademia, che alla fine farà un po’ arrabbiare da Rin, con i tentativi di far segnare i giovani e Meneghetti (impresa stasera vana).
Nel secondo periodo il Future prova una reazione col suo uomo migliore, il lungagnone olando – canadese Kars, che accorcia le distanze ma si allunga anche la spalla cadendo in balustra. Fuori lui per i bolzanini è notte fonda; altri 2 minuti di furore Valpe e siamo 5 – 1 grazie a Grossi e Petrov.
Piccolo sonnellino tra Babic e Platè e Arancini sigla l’effimero 5 a 2 con cui si và al secondo riposo.
Terzo periodo divertente: altro paio di goal Valpe, con Lyness e Petrov, un goal strepitoso di Lyness annullato misteriosamente da Virgillito, la gran voglia di Mike Di Stefano di andare a punti dopo la grande prestazione in Nazionale A, un accenndo di rissa con Comencini protagonista e Grossi solito giustiziere, qualche bolzanino di troppo che esce malconcio per incidenti fortuiti di gioco.
Alla fine tutti contenti in casa Valpe, un buon allenamento e tanti minuti per i "bocia"; sugli scudi Covolo, a volte versione "little Gretzky", per Coco e Viglianco, ormai veterani, e per il solito sgusciante Uto Traversa che ha imperversato in tutte le linee.
Grande felicità in casa Valpe per l’esordio di Pietro Canale e Andrea Ricca, un po’ di emozione ma tanta voglia di farsi vedere!
Ora la Valpe è terza a 1 solo punto dal Vipiteno che però ha una partita in più; venerdì si tenterà il sorpasso ma c’è da battere quel Caldaro che sinora ha sottratto 4 punti ai valligiani.
Alla fine comunque sarà grande festa di Natale; grazie ai fotografi Gil Mon sarà possibile farsi fotografare con i propri beniamini e raccogliere i loro autografi; si vocifera inoltre che il vulcanico President Ferrando abbia in mente delle dolci sorprese per i tifosi… chi verrà… vedrà!!

VALPELLICE – FUTURE BOLZANO 7 -2 (3 – 0) (2 – 2) (2 – 0)

Tiri Valpe 45 – tiri Future 30
Penalità Valpe 24 mn – penalità 36 mn.

HC. VALPELLICE BULLDOGS
Platè (Demetz), Babic, Laine, Tremolaterra, Ricca, Lyness, Mondon Marin, Canale, Di Stefano, Grossi, Petrov, Meneghetti, Traversa, Covolo, Coco, Viglianco, Silva.

H.C. FUTURE BOLZANO
Sidor (Goller), Mair, Walker, Ziga, Stamfer, Martini, Plankl, Isotti, Pircher, Faggioni, Avancini, Unterkofler, Comencini, Pircehr, Euverman, Kars.

Reti:
04.33 Grossi (Babic – Lyness)
06.22 Lyness (Grossi-Petrov)
08.53 Babic (Grossi-Petrov)
22.10 Kars (Euverman)
25.34 Grossi (Petrov-Di Stefano)
26.54 Petrov (Di Stefano-Grossi)
38.00 Avancini (Pircher)
51.33 Lyness (Petrov-Babic)
51.57 Petrov (Grossi-Tremolaterra)

H.C. VALPELLICE BULLDOGS
Il Responsabile Relazioni Esterne
Paolo "FLY" Vola