Gran Bretagna – Austria 3 – 4

di Alessandro Seren Rosso

La Gran Bretagna è a una sola vittoria da una clamorosa medaglia d’oro e una non meno clamorosa promozione in divisione Elite, mentre l’Austria deve lottare perchè non è ancora esclusa dai giochi e una vittoria, unita a una sconfitta del Kazakistan per mano della Norvegia, gli permetterebbe di vincere il torneo. In porta per la Gran Bretagna Clarkson, grande protagonista della vittoria contro il Kazakistan di venerdì; per l’Austria il solito Swette.

E’ l’Austria a iniziare la partita in avanti e a rendersi pericolosa dopo soli cinquantacinque secondi con uno slapshot dell’ottimo Lanz, poi dopo due minuti Woger dopo una discesa serve Oberklofer al destro ma il portiere britannico sventa entrambi i pericoli. Grande pressione dell’Austria in questo inizio di partita. Al 2’45" due minuti di penalità a Moore per gancio con bastone ma il powerplay austriaco è poco incisivo.

Al sesto minuto di gioco al primo affondo la Gran Bretagna passa in vantaggio con Carlon, che dalla linea di fondo fa sbattere il disco contro i gambali di Swette. Ingaggio a centro pista vinto dall’Austria ed nuovamente gol della Gran Bretagna: sciagurato passaggio della difesa austriaca dritto sulla stecca di Thompson che fa partire un wrister da circa dieci metri che si infila nella parte alta della porta difesa da Swette. Nonostante il tremendo uno-due degli avversari l’Austria non si arrende e si butta in avanti a testa bassa ma Clarkson para tutto fino al 18’41", cioè quando l’Austria accorcia le distanze portandosi sul 2-1 con una sassata di Raffl dallo slot che si infila nel sette alla sua destra. Nell’occasione precisa l’assistenza di Rotter.
Al 19’09" vengono fischiati due minuti di penalità a Lederer per trattenuta di bastone ma fino alla sirena non succede più nulla.

Il secondo periodo si apre con la Gran Bretagna in superiorità numerica, superiorità che viene sfruttata al massimo dai britannici che dopo trentadue secondi tornano in vantaggio di due reti con un gran bel gol di Morgan, a segno con un tiro di precisione dalla lunga distanza. Dopo due minuti di superiorità numerica sprecati l’Austria torna a farsi viva dalle parti di Clarkson al quarto minuto quando fallisce una deviazione sottoporta.
Al sesto minuto l’Austria si riporta sotto di una sola lunghezza con un tiro dalla lunga distanza di Lanz. A questo punto gli austriaci si buttano in avanti con maggior impeto e all’8’21" Ulmer si ritrova a tu per tu con Clarkson, bravissimo a ribattere il tiro. Ulmer raccoglie il rebound e Mitchell lo stende. Due minuti di superiorità numerica per l’Austria che al 9’09" trova il pareggio con una deviazione di Manuel Geier dopo una mischia furibonda nel terzo difensivo britannico. Il pareggio è più che meritato.
Al 16’55" l’ennesimo affondo austriaco porta quasi al gol ma il tiro di Rotter ferma la sua corsa contro la traversa, poi Clarkson ribatte il tiro ravvicinato di Raffl. Non succede più nulla di rilevante fino alla sirena di fine secondo periodo. Ci si aspetta quindi una terza frazione combattuta ed interessante.

Il terzo tempo inizia come era finito il secondo, cioè con l’Austria in avanti a testa bassa e la Gran Bretagna che si limita a spazzare via il disco. Al terzo minuto occasione per Raffl ma Clarkson si sdraia sul ghiaccio e riesce a fermare il puck prima che oltrepassi la linea del goal. Al sesto ancora Austria in avanti con un bello scambio tra Rotter e Ulmer il cui tiro è ribattuto da Clarkson con il corpo. Al 9’42" due minuti di penalità a Lederer per gancio ma la Gran Bretagna non sfrutta a dovere l’occasione. Al 15’19", in situazione di PowerPlay in favore dell’Austria, grande azione di Ulmer che supera tutti i difensori britannici ma sbaglia clamorosamente il tiro. Poi Clarkson sventa una serie di tentativi ravvicinati. Al sedicesimo si rifà vedere la Gran Bretagna in avanti con una discesa di Carlon parata da Swette con i gambali. Al 16’31" Schlacher si rende pericoloso ma Clarkson para con il guanto. Finalmente al 16’51" l’Austria riesce a risolvere la partita in suo favore concretizzando così il dominio assoluto che ha esercitato per tutta la gara: strepitoso gol di Rotter che irrompe nello slot con il disco incollato alla spatola e lo deposita direttamente alle spalle di Clarkson. Vantaggio meritatissimo. Dopo il gol il coach della Gran Bretagna Mike Urquhart chiama time-out ma non serve a molto: l’Austria continua ad attaccare e al 19’30" con Clarkson in panchina segna il quinto gol dell’incontro a porta sguarnita con Stefan Geier.

Vittoria meritata per l’Austria contro una Gran Bretagna troppo rinunciataria in avanti. Migliori giocatori in campo Carlon per la Gran Bretagna, Raffl per l’Austria.