Falchi, resa più che onorevole

di Emanuele Pezzo

Chiavenna – Falchi Bosco 4-0 (1-0; 1-0; 2-0)
Chiavenna HC. Portieri: Antinori, Scordamaglia. Difensori: Croci, Muia, Orio, Trussoni. Attaccanti: Radaelli, Frizzera, Cervieri, Vener, Zani, Nava, Succetti, Rigamonti.
Falchi HB. Portiere: N.Valbusa. Difensori: M.Tupini (vicecapitano), Pezzo, Dal Dosso e M.Valbusa 84. Attaccanti: C.Tupini, Amadei (capitano), Scandolara, Si.Sartorelli e Mazzucato.
Marcatori: 02’48 Nava, 33’33 Veneri, 41’50 Succetti, 54’44 Radaelli.
Minuti di penalità: Chiavenna 24’, Falchi Bosco 14’.

A pochi chilometri dal confine con la Svizzera, i Falchi di Bosco Chiesanuova rimediano una sconfitta che, considerando le dovute attenuanti, non può assolutamente considerarsi negativa.

Già al 02’48 il Chiavenna passa in vantaggio con Nava che, raccogliendo l’assist di Frizzera, supera Valbusa. Durante la prima superiorità numerica i veronesi vanno ad un passo dal pareggio: Mazzucato spara da due passi ed il disco si stampa addosso ad Antinori. Nonostante lo svantaggio i Falchi tengono bene il campo di fronte alla formazione più in forma del campionato.

Dopo il primo intervallo, la formazione cimbra rientra con maggiore determinazione ed il secondo periodo è più spettacolare grazie a numerosi capovolgimenti di fronte. Al 33’33 inaspettatamente giunge il raddoppio da parte dei sondriesi: M.Tupini cade sul disco ma l’arbitro, invece di interrompere il gioco come da regolamento, lascia correre mentre Succetti estrae di forza il disco e lo passa a Vener, libero di insaccare nel sette.
Non passano neanche due minuti dall’inizio del terzo periodo (41’50) che il Chiavenna triplica: Zani smarca
Succetti di fronte alla porta che, libero, può superare l’incolpevole Valbusa. La fatica inizia a farsi sentire e gli argini vacillano: i veronesi faticano ad uscire dalla propria area ed il portiere cimbro è costretto a veri e propri miracoli per difendere la gabbia. Nulla può al 54’44, quando Radaelli lo supera di slap approfittando della superiorità numerica in favore della propria squadra, fissando il risultato sul 4-0 che sarà anche quello finale.

Il pubblico, per tutta la partita ostile nei confronti degli ospiti, si è trattenuto a fine incontro per applaudire la squadra veronese, a testimonianza della buona prova nonostante il risultato; in particolare l’estremo difensore dei Falchi, beccato da numerosi fischi durante il gioco, è stato salutato con calore degli spettatori chiavennaschi, divertiti dalla spettacolarità delle parate sfoderate da Valbusa.

La classifica.
Chiavenna e Killer Bees Varese 14 punti;
Les Aigles Courmayeur 13;
Bergamo 9;
Ambrosiana 6;
Falchi Bosco e Casate Como 4;
Pinerolo e Wizards Bologna 1.

Il prossimo impegno vedrà la formazione cimbra contro gli Wizards Bologna, al Palaghiaccio di Rastignano (BO), domenica 17 dicembre alle ore 11:00.

Altre notizie su www.veronainline.it/FalchiBoscoHockeyClub