Spettacolo al Vuerich: i Vipers strappano un pareggio alle Aquile

di Cristian Pascottini

Pontebba – Milano 3-3 (1:1)(1:1)(1:1)

Nella ventesima giornata di Serie A1 RBK Hockey Cup sul ghiaccio del Claudio Vuerich di fronte due formazioni rilanciate nell’ultima giornata da due vittorie e alla ricerca di altri due punti necessari per i rispettivi obbiettivi: il Milano vuole rimanere in vetta alla classifica, mentre il Pontebba non vuol perdere il passo delle migliori.
Aquile prive di Armani e Nicola Vernaccini (distorsione al polso) almeno fino al 23 dicembre ma potranno contare sul nuovo arrivo Marco Rossi (difensore classe ’86 da Asiago), mentre i Vipers si presentano con una rosa altamente rimaneggiata che ha costretto alla chiamata di Sasha Meneghetti dal farm team del Val Pellice (Serie A2) per far fronte alle assenze di Felicetti, Chitarroni e dei Nazionali Under20 Pozzi e Mantovani oltre che alla condizione precaria dell’ala Rigoni. Recuperato in extremis il backup Dalla Bella.

Incontro diretto dalla terna G. Moschen, Marri e A. Moschen.

Fin dal primo ingaggio il Milano preme sull’acceleratore e pressa le Aquile intenzionato a non farsi sorprendere dagli uomini di Vassiliev come successo nel precedente incontro quando il Vuerich vide soccombere per 5 a 1 i Campioni d’Italia. Dopo venti secondi DeFrenza finisce gia in panca puniti ma scontata la penalità approfitta della discesa del compagno Margoni che gli serve il puck giusto per il tap-in dell’1 a 0.
La reazione del Milano non si fa attendere ma i meneghini ci mettono troppa foga e si trovano a giocare due volte in inferiorità numerica, la seconda delle quali dura appena 26 secondi perchè DeFrenza finisce nuovamente in panca puniti portando così le due squdre a giocare in 4 contro 4. Vinto il successivo ingaggio, il Milano fa arrivare il puck sulla stecca di Lysak che trova il pareggio. Passati i primi 10 minuti di fuoco le squadre rallentano il ritmo e senza grandi emozioni si arriva alla prima sirena.

Anche nel secondo periodo il ritmo è elevato ma questa volta sono le Aquile a spingere mettendo in difficoltà gli ospiti che concedono la doppia superiorità numerica gia al terzo minuto: in 5 contro 3 sulla stecca di Periard arriva un disco d’oro ma la lentezza del difensore permette ad Eriksson di rialzarsi e neutralizzare la conclusione del canadese. Di li a poco Dominic Periard ancora protagonista perchè uscendo dalla zona regala un disco a Christie che si invola verso Carpano e lo trafigge con un tiro di polso portando in vantaggio i Vipers.
Passano due minuti i 1800 spettatori presenti al Vuerich (tutto esaurito) assistono ad un capolavoro: Andreaz Lutz prende il disco davanti alla gabbia di Carpano, si lancia in velocità, salta due, tre, quattro avversari e una volta arrivato davanti ad Eriksson deposita con freddezza e lucidità il disco nel sette per la rete del 2 a 2.
Nuovamente pericolose le Aquile al dodicesimo con Jankovych che intercetta un disco, lancia il compagno Gorman in contropiede, ma il piccolo numero 56 non trova il buco giusto vedendosi neutralizzare la conclusione dal goalie svedese. Gli risponde Sisca colpendo un palo e fa altrettanto Jankovych un minuto dopo; è sempre del ceco Jankovych l’ultima emozione del secondo periodo con un nuovo contropiede sventato ottimamente dall’estremo difensore del Milano.

Riprende il gioco col Milano che pressa costantemente nella zona del Pontebba: dopo più di un minuto dove le Aquile non riescono a liberare la zona e dopo ripetuti tentativi il Milano trova un nuovo vantaggio col gol di Iannone che sfrutta l’ottimo servizio dall’angolo di Sisca. Subito pericoloso il Pontebba con la girata di DeFrenza inaspettata per Eriksson che non trattiene il puck e per poco Carlsson appostato davanti alla gabbia non ne approfitta.
All’ottavo minuto viene fischiata una penalità a Gorman ma il Milano si fa sorprendere con Helfer che perde il disco e permette a DeFrenza di involarsi in solitaria e, dopo una finta, battere con un tiro di rovescio Eriksson firmando la doppietta personale.
Passano pochi secondi ed all’uscita dalla panca puntiti Gorman si fa trovare pronto sul servizio del compagno ma non è fortunato al momento della conclusione col puck bloccato da Eriksson. Ancora protagonista il canadese Matt Gorman che trova Jankovych libero di insaccare il puck se non fosse per il provvidenziale intervento in tuffo di Strazzabosco che salva letteralmente la sua squadra. L’incontro termina con prima il Milano in powerplay ed infine i padroni di casa che chiudono con l’uomo in più ma stasera al Vuerich nessuno è stato capace di approfittare delle superiorità numeriche.
Al termine dell’incontro Andreas Lutz è stato premiato quale miglior giocatore per le Pasut Aquile-FVG Pontebba.

Tabellino marcatori:
1-0 03:26 DeFrenza (Margoni, Lutz)
1-1 10:23 Lysak (Helfer, Rigoni)
1-2 27:26 Christie (Evans, Lysak)
2-2 29:35 Lutz (Carpano)
2-3 42:44 Iannone (Sisca, Rigoni)
3-3 48:58 DeFrenza (Margoni) [in inferiorità numerica]

Penalità: Pontebba 12 minuti, Milano 14 minuti
Tiri in porta: Pontebba 36, Milano 23

Tags: