Jankovych riporta il sorriso

di Cristian Pascottini

Pasut Aquile-FVG Pontebba – Emisfero Ipermercati Asiago: 3-0

Parziali: 1-0, 2-0, 0-0.

Con la diciannovesima giornata di RBK Hockey Cup inizia la seconda serie di andata e ritorno della Serie A1. Le Aquile di Pontebba scendono sul ghiaccio determinate a riprendere quota dopo aver raccolto due soli punti negli ultimi quattro incontri, mentre i Leoni dell’Asiago tentano di invertire una rotta che li vede navigare in ultima posizione.
Ancora out Fabio Armani per i friulani, mentre l’Asiago è privo di Rodeghiero e Ambrosi con Topatigh in non perfette condizioni. Dirige l’incontro Glauco Colcuc assistito dai giudici di linea Gastaldelli e Benvegnù.

Poche le emozioni nella prima frazione, la prima delle quali arriva all’ottavo minuto con il Pontebba in power play ed il contropiede fulmineo dell’asiaghese Pittis non va a buon fine perchè il piccolo italo canadese viene ipnotizzato da Carpano che in tuffo con la stecca toglie il disco dalla traiettoria vincente. Il tempo scorre con il Pontebba che costruisce azioni laboriose per arrivare a buoni tiri ma l’Asiago punge con veloci contropiedi.

Quando il primo riposo è vicino, da un ingaggio vinto da DeFrenza, il disco arriva ad Eronen che trova il tiro vincente di prima intenzione di Carlsson per la rete del vantaggio friulano.

Inizia il secondo periodo col Pontebba che si trova subito a doversi difendere con l’uomo in meno a causa della penalità fischiata a Margoni, ma esce bene da questo momento di difficoltà riuscendo a trovare il raddoppio: Zbontar serve ottimamente Gorman dietro la gabbia, il canadese attende l’attimo giusto per servire Jankovych che insacca il 2 a 0.
Sembra averci visto giusto coach Vasiliev portando Jankovych in linea assieme a Gorman e Zbontar; a dar ragione al tecnico russo è infatti la rete del 3 a 0 sempre ad opera di Jankovych che trova un disco non liberato bene dalla difesa dell’Asiago e lascia partire un missile esplodendo di gioia.
La partita si innervosisce leggermente col Pontebba che prima spreca un power play giocando con troppi passaggi e poi chiude il periodo nella propria zona difendendosi in tre uomini contro i cinque di un Asiago che però non ne approfitta.

Le Aquile entrano sul ghiaccio distratte per il periodo conclusivo e corrono il rischio di permettere all’Asiago di riaprire l’incontro ma dove mancano i difensori del Pontebba ci mette una pezza Carpano. Il momento di difficoltà si protrae per l’intero periodo a causa delle numerose penalità in cui cadono le Aquile ma anche nei svariati cinque contro tre gli stellati non trovano la via del gol pur andandoci vicini con Cipruss e Parco.
Non senza difficoltà nel finale, le Aquile colgono questo importante successo che ridà morale alla trupa di Vasiliev e al termine dell’incontro premiato come miglior giocatore dall’Agemont, Andrea Carpano che lasciando inviolata la gabbia coglie il secondo shutout stagionale.

Prossimo incontro per il Pontebba, sabato 9 dicembre quando al Vuerich arriverà il Milano tornato alla vittoria dopo due sconfitte.

Tabellino marcatori:
1-0 18:50 Carlsson (DeFrenza, Eronen)

2-0 25:31 Jankovych (Zbontar, Gorman)
3-0 31:30 Jankovych