Toronto Maple Leafs: vittorie, sfortuna e… crisi?

di Monica.

Dopo l’avvio altalenante di Ottobre, i Leafs all’inizio del mese successivo sono una delle sorprese della Lega: esprimono buon gioco ed anche i “winning streak” iniziano ad arrivare. Spicca su tutte la vittoria contro i red hot Buffalo Sabres, sabato 4 novembre, che tra l’altro è anche la prima sconfitta ai tempi regolamentari per i Sabres, dove il “solito noto” capitan Sundin registra due goal ed un assist.
Oltre al capitano in Novembre spiccano i nomi di Kaberle, Tucker e Raycroft.
Il primo si riprende dall’avvio di stagione piuttosto negativo non solo inanellando delle prestazioni superlative ma anche realizzando goal ed assist pesanti.
Il difensore è al secondo posto nella classifica dei Leafs con il maggior numero di punti (24) ad un solo punto dal leader Tucker, impressionante soprattutto per il numero di power play goals segnati fino adesso.

Infine Raycroft: l’estremo difensore è stato determinante nelle vittorie con Atlanta, Buffalo e Tampa Bay (tanto per citarne alcune) che gli hanno valso la seconda stella NHL nella prima settimana di novembre e “Rayzor”, come viene chiamato dai fans, compagni di squadra e media, sembra essere cresciuto molto rispetto alla stagione-incubo scorsa quando difendeva la gabbia dei Bruins.
Ma quando le cose sembrano mettersi per il verso giusto ecco che la squadra di Toronto inizia a subire delle perdite importanti: non solo si è dovuto fare a meno per circa un mese di Kubina, che nonostante avesse giocato solo poche partite prima dell’infortunio aveva dimostrato solidità nel reparto arretrato, ma la perdita più importante è stata quella del Capitano Sundin considerato da tutta la squadra non solo il leader ma anche il punto chiave di tutte le manovre offensive della squadra.
Tuttavia ecco che i Leafs sembrano dimostrare il proprio carattere e alla prima partita senza Big Swede arriva un’altra vittoria, contro Boston, dove però la sfortuna è nuovamente dietro l’angolo: questa volta è Raycroft ad infortunarsi ma per fortuna il problema è meno grave del previsto.
Ma da metà mese in poi, il momento di forma di Toronto sembra pian piano svanire ed iniziano ad arrivare alcune sconfitte che iniziano a preoccupare l’ambiente. Dopo una vittoria convincente sui Capitals ed il ritorno nel successivo match di Sundin, Toronto subisce tre sconfitte consecutive, due per mano della “bestia nera” Boston ma soprattutto chiude il mese di Novembre la sonora sconfitta (5-0) da parte di Atlanta, che non vinceva contro i Maple Leafs dal 2003: per gli esigentissimi tifosi di Toronto è troppo e già si parla di crisi…che ovviamente la Leafs Nation spera verrà cacciata al più presto.

In questo periodo però ci sono stati anche dei movimenti di mercato che hanno coinvolto il terzo portiere Tellqvist il quale è stato ceduto ai Phoenix Coyotes (farà il backup di Joseph) in cambio dell’ala destra Tyson Nash ed una fourth round selection nel draft NHL 2007.
Per quanto riguarda invece altre curiosità…Mats Sundin è per la decima volta il testimonial dello “Street Buds program”, un programma messo in piedi dalla città di Toronto per dare l’opportunità a tutti i bambini di Toronto di giocare a street hockey.
Il 19 novembre si è tenuto il “Leafs Open Practice”, l’annuale seduta di allenamento all’Air Canada Centre aperta a tutti i fans. Il ricavato è stato devoluto in beneficenza al fondo creato dalla squadra (Leafs Fund).
Kubina ha deciso di cambiare il numero di maglia e dal 73 è passato al 31. Le cause di questa scelta? A detta del difensore è “pura superstizione: ho sempre indossato il 13 da quando ho iniziato a giocare a hockey, ma qui è già occupato da Sundin, e dopo l’avvio di stagione sfortunato che ho avuto non mi sentivo più di indossare quel numero (73) e così l’ho cambiato!”