Ice Warriors Bolzano – Gardena Bulls: 2 – 3

di Fabio Demattè

Ice Warriors Bolzano – Gardena Bulls = 2 – 3
Apriamo una settimana importante, in cui ci aspettano tre partite impegnative e un allenamento, con una sconfitta di misura contro i Gardena Bulls – Queens. Possiamo nuovamente contare sull’apporto del rientrante Raise, ieri schierato in difesa a sostituire lo squalificato Sperotto. Ed è proprio Raise che dopo 1 minuto esatto di gioco porta in vantaggio gli Ice Warriors in situazione di inferiorità numerica, fuori Fabio Demattè dopo 30 secondi dall’inizio del match. Abbiamo ancora un paio di buone occasioni nel corso del primo tempo, ma ci manca quella giusta cattiveria e decisione necessaria sotto porta. Alla fine le chance più clamorose le hanno i nostri avversari che trovano un grande Barbisan che compie due bellissimi interventi in sequenza. Iniziamo maluccio anche il secondo tempo e al 5’40" ci becchiamo il gol del pareggio con una bella azione dell’attacco gardenese. Ma si capisce che non sarà una serata facile. Daniele Demattè non gira e trova il palo a negargli il gol, Rossi combatte la sua personale battaglia con un paio di temutissime, se ingerite a 10 minuti dall’ingresso sul ghiaccio, "Millesfoglie". E’ tutta la squadra che fatica a trovare il ritmo giusto, anzi spesso lo subiamo dai nostri avversari e non riusciamo ad uscire dal nostro terzo alla solita maniera. Il terzo tempo diventa così decisivo, come ci ricorda il buon Manolo Corrarati nell’intervallo, e lo iniziamo bene con il gol del vantaggio firmato Ziggy Zelger, abile a ribattere in rete un disco ballerino, già "ravanato" da Lele Demattè. Al minuto 36’36" la svolta del match. Carica scorretta di Walterino Frattarelli e 2 minuti anche a Christian Eccher, che reagisce ingenuamente alle provocazioni di un grande giocatore – attore, degno dei più grandi palcoscenici dei teatri parrocchiali. Fatto sta che giochiamo in 5 contro 3 e dopo un minuto di assedio prendiamo il gol del pareggio con un bolide rasoterra dalla linea blu. Ma la serataccia non finisce qui. Quello del portiere si sa è ruolo fondamentale nell’hockey e soprattutto è un incarico talvolta ingrato, perchè gli errori rischi di pagarli cari. E così Barbisan decide di fare anche la lui una comparsa nel teatro di quartiere San Giovanni Bosco e ci mette il pinzone invece del bastone su un disco innocuo sfarfallato. 3 a 2 Bulls e anche gli ultimi attacchi disperati, pur giocati in power play, non portano al pareggio, che sarebbe stato comunque il risultato più giusto. Paghiamo senza dubbio il calendario del torneo, che dopo due partite praticamente non giocate, contro due squadre davvero inconsistenti, ci ha fatto fare un passo indietro nel nostro sistema di gioco. Adesso andiamo a Brunico dove ci giochiamo una partita fondamentale per la classifica, sul campo in cui festeggiamo, ormai 8 mesi fa, la bella vittoria ai rigori contro lo Spartak che ci portò alla conquista del terzo titolo.

Marcatori:
01’00" Andrea Raise
20’40" R. Niederkofler (Canazei) BU
34’47" Alexander Zelger
37’35" T. Nocker BU
38’38" I. Stenico (S. Math) BU

Penalità:
Warriors 14
Bulls 10
CCM Prifa 2006- 07

Ultimi risultati:
Wikinger – Senales = 7 – 4

Spartak – Welsberg= 3 – 1

Senales – Warriors = 2 – 12

Warriors-Himmelreich= 17 – 0

Himmelreich-Wikinger= 3- 11

Bulldogs – Wikinger = 2 – 1

Warriors – Bulls= 2 – 3

Classifica:

1. Ice Warriors Bolzano 16
2. HC Gardena Bulls 10
3. HC Spartak Brunico 9
4. HC Woodheads-No Limits 8
5. SC Welsberg 6
6. HC Wikinger Vilpian 4
7. HC Power Bulldogs Bz 3
8. S.V. Schnals 2
9. HC Himmelreich 0