Valpellice: pareggio nel derby piemontese

di Paolo Vola

VALPELLICE – ALL STARS 1 – 1 (0:0)(0:1)(1:0)

Quanti avrebbero firmato per un pareggio nel derby casalingo con l’All Stars Piemonte??
Prima penso pochi o nessuno, a due minuti dalla sirena… tutti!! Alla fine un pareggio per 1 a 1, sospirone di sollievo collettivo, e tutti contenti.
Quasi 2.000 persone rappresentanto il popolo biancorosso al Cotta Morandini; consistente, pittoresca e ben organizzata la tifoseria subalpina.
In tribuna le Autorità in rappresentanza di Provincia e Regione come è giusto dato che è l’hockey piemontese che si esibisce e mai da tanti anni ad un livello così elevato.
All Stars senza Casale con Salonen che va in prima di fianco al terribile Sacratini ed a bomber Hadzj; in seconda con Pomponio e Caletti sale Trinetti. Dietro le solite coppie Couch – Lizotte, che dimostreranno di non sapere solo menare, e Marchetti – Fabio "Ciocca" Rigoni (ex voglioso di rivincite).

Sul fronte Valpe si registrano le assenze dei milanesi "di peso": Pozzi e Mantovani sono infatti impegnati con i Vipers contro il Bolzano, quindi solo Migliore e Mazzacane a rimpolpare la terza linea che, a conti fatti, si dimostrerà a larghi tratti la migliore.
Si assiste quindi alla lunga ricerca da parte del Ciue del partner per la coppia Grossi – Di Stefano; alla fine giocherà quasi sempre Coco.
La seconda è la linea di check: Meneghetti, Petrov e Silva; dietro girano i soliti Lyness – Laine, Babic – Tremolaterra e Moro – Mondon.
Primo tempo di studio; predominio territoriale All Stars, Valpe che sembra in generale poco lucida e determinata; poca spinta da Babic e Lyness e davanti nessuno che trova il guizzo vincente.
Si salva la terza linea, unica ad impensierire Canei.
Si spera nel secondo ed invece comincia la falcidia di penalità che a metà tempo costringono la Valpe anche ad un prolungato PK in tre contro 5.
Ma è al 32.45 che succede l’episodio che cambia la partita.
Prolungata azione di Petrov che non conclude, disco che esce dal terzo e sembra in controllo da parte di Lyness, Couch che esce dalla panca puniti e gli soffia il disco, appoggio a Sacratini, finta su Demetz ed appoggio ad Hadzj che segna a porta spalancata!
Sul Cotta Morandini scende il gelo; la Valpe riparte ma non morde, i torinesi sono una gran bella squadra; organizzati ed aggressivi in difesa, ripartono con ordine e geometria in controfuga. Sacratini è ovunque e soprattutto non esce praticamente mai!
Quando in powerplay per quattro volte di fila i valligiani centrano la porta è Canei a guadagnarsi la pagnotta.
Terzo tempo, la Valpe spinta dai tifosi prova a fare "la Valpe" ma tutti gli attacchi sono sterili; a cinque minuti dalla fine Ciue tenta il tutto per tutto e mette Petrov in prima linea; dai e dai si arriva a 58.24 e proprio sull’asse Petrov – Grossi è SuperMike Di Stefano a trovare sottoporta la via del pareggio.
Ora si tenta il miracolo che, quasi, arriva a pochi secondi dalla fine con Silva che non riesce per un pelo a beffare Canei.
Alla sirena si festeggia ed il rimpianto per un occasione perduta è evidente sul volto dei torinesi che già pregustavano il colpaccio.
In sintesi non una grande Valpe ma, onore al merito a coach Mansi, un All Stars nettamente cresciuta rispetto al derby d’andata; squadra assolutamente da evitare in un primo turno di playoff!
In merito ai singoli è da rimarcare la prestazione di Marc Demetz, ormai "La Muraia", di un sempre impeccabile e preciso Laine, di Valerione Mondon in forte crescita e di un ragazzino con il numero 33 che Torre Pellice ha conosciuto ieri sera: si tratta di Uto Traversa, proviene come Moro (anche ieri mototopo perpetuo) da Torino e, al debutto davanti a 2.000 persone, si è conquistato nel corso della partita la fiducia di Da Rin e dei compagni finendo praticamente a giocare in prima linea con i "mostri sacri".
Un sicuro talento che compensa, con velocità personalità e tecnica individuale, un fisico non certo alla Tremolone.
Ora si parte per la 3 giorni altoatesina, non a vedere i Mercatini di Natale ma ad affrontare l’Egna ed il Merano con l’obiettivo di consolidare il quarto posto in classifica.

Tiri Valpe 27 – All Stars 33
Penalità Valpe 22 mn – All Stars 20.
Arbitri Soraperra con Scanacapra e Costa
Spettatori 1.980