Il Renon beffato al 58’01

di Christopher

RITTEN SPORT HOCKEY – HC JUNIOR MILANO VIPERS 3:3 (1:0)(2:1)(0:2)

Bella partita alla Arena Ritten nel match clou della giornata tra Renon e Vipers Milano. I padroni di casa dominano per quasi tutta la gara ma alla fine è arrivata l’insperata rimonta del Milano, complice anche il capo arbitro Metelka in giornata assai negativa. L’incontro dove le occasioni da gol certo non sono mancate inizia bene per i padroni di casa che subito si portano all’attacco con Kachur ma il portiere meneghino attento respinge bene. Al secondo minuto scontro a centro pista tra Spinell e Mantovani dove il giovane bolzanino in forza ai Vipers si infortuna, lite tra Spinell e Helfer, entrambi sotto doccia con 5 + 20 dopo appena due minuti. Al 13’ prima Kachur – Tudin e poi Bustreo – Rasom hanno le più ghiotte occasioni per portare in vantaggio i Rittner Buam. Due minunti dopo il capocannoniere del campionato Brett Lysak si trova a tu per tu con Robinson che solo all’ultimo istante riesce a parare. Poco dopo la prima linea dei bianco-azzurri composta da Tudin-Scelfo-Kachur s’avvicina al vantaggio, ma l’estremo meneghino para miracolosamente. Il vantaggio dei Vice Campioni d' Italia arriva al 15’17"; Tudin s’invola verso la porta beffando Eriksson con un preciso rasoterra, 1-0. Allo scadere del tempo Daccordo e Kachur sono ancora pericolosi sotto porta, ma la frazione si conclude col vantaggio dei padroni di casa.

Nel secondo tempo il Milano scende più convinto sul ghiaccio, il pareggio arriva al terzo minuto, Rottensteiner in panca dei puniti ed Evans non trova difficoltà a beffare Robinson, 1-1. La risposta arriva dalla stecca di Gruber che però sotto porta sbaglia il vantaggio solo di pochissimo che comunque arriva al 30’36"; contropiede di Hafner e Tudin che insacca da due passi, 2-1. Il terzo gol poco dopo, Dagenais in superiorità mette in mezzo per Kachur che davanti alla porta "buca" Eriksson col gol più bello della serata, 3-1. Verso la fine della frazione centrale il Renon supera bene tre situazioni di inferiorità, la chance più ghiotta la trova Borgatello ma Robinson attento si dimostra preparato deviando bene, dopo 40’.

Nella terza ed ultima frazione i Rittner Buam cerchano il quarto gol ma Kaye prima e Tudin dopo non trovano l’angolo giusto. Il Milano accorcia con Lysak con un rasoterra che Robinson non riesce a parare, 3-2.
Verso la fine dell’incontro il capoarbitro Metelka si trova in evidente imbarazzo. In un’azione del Milano conclusa con un tiro, il portiere sdraiato per terra para e l’arbitro fischia ma il disco entra in rete, Metelka prima convalida, poi dopo le proteste annulla giustamente. Il pareggio a due minuti dalla fine porta la firma di Brett Lysak, beffando il Renon. Il Milano si porta a casa un punto d’oro e insperato dove la squadra di casa recrimina parecchio.

Tabellino:

Arbitri: METELKA K – GAMPER D – SORAPERRA L

15'17" – 1:0 Tudin (Egger,Gruber); 23'00" – 1:1 – Evans PP1 (Iannone, Mc Carthy); 30'36" – 2:1 Tudin (Scelfo,Hafner); 31'39" – 3:1 Kachur PP1 (Dagenais,Scelfo); 51'53" – 3:2 Lysak (Evans); 58'01" – 3:3 Lysak (Mc Carthy, Christie);

Penalita': Renon 8, 5 + 20 a Spinell, Milano 12, 5 + 20 a Helfer.

I migliori in campo: Dan Tudin e John Kachur-Renon, Brett Lysak e Blake Evans- Milano-
Il peggiore: Capoarbitro Karel Metelka.

Tags: