Valpellice 2 – Appiano 1

Alessandro Daniel Morra
HC Valpellice Bulldogs
Responsabile Sito Ufficiale

Con una grandissima partita di cuore, tensione e carattere la Valpe batte l’Appiano per 2 a 1 e risale in classifica.
I biancorossi partono con Grossi-Di Stefano-Pozzi; Petrov-Silva-Meneghetti; Coco-Covolo-Mazzacane in attacco e con le consuete coppie difensive Lyness-Laine;
Babic-Tremolaterra e Moro a cui si affianca De Zordo.
L’inizio è tuttavia di chiara marca ospite; l’Appiano dimostra ottima organizzazione di gioco e conquista facilmente ghiaccio rendendosi subito pericoloso dalle parti di Demetz. Ma il porterione valligiano è in gran serata e chiude fin da subito lo slot anche durante le inferiorità numeriche.
Piano piano la Valpe prende le misure e, da metà tempo, si rende a sua volta pericolosa davanti a Kelleher.
C’è bisogno di una magia di Alex Silva, assolutamente il migliore in pista, per sbloccare il risultato al 18.39; assist sontuoso di Sasha Meneghetti (non refertato!) e il bomber varesino con freddezza fa sedere Kelleher facendo esultare il Cotta Morandini.

Il secondo tempo è ancora di marca ospite; complice una penalità a capitan Grossi (2 + 2) è Jeff Neufeld a pareggiare a 27.02.
Demetz sempre sugli scudi, la difesa regge malgrado gli assalti condotti da Cavanagh e Palmicsno ben supportati da dietro da Likit Andersson; solito super lavoro dello
special team difensivo Valpe con Lyness, Babic e Laine a chiudere dappertutto con un Petrov in grande sacrificio per la squadra ed il solito Grossi ad esaltarsi nelle
difficoltà.
Il terzo tempo è bellissimo per emozione e tensione agonistica; la Valpe parte subito in 3 contro 5 ma resiste; il capo arbitro Virgillito (causa rinuncia di
Scannacapra) dispensa penalità su ambo i fronti; le terze linee non entrano più e si assiste ad un batti e ribatti con occasionissime a ripetizione che esaltano la bravura dei due goalie.
Il match si decide a 53.54 quando, con Pichler in panca puniti, Di Stefano conquista il terzo offensivo ed offre a Lyness un disco che, magistralmente girato da Petrov,
libera Dinone Grossi davanti a Kelleher; il capitano questa volta non tira subito ma scarta il portiere e gonfia la rete.
Poi è la solita grande bolgia di calore e rumore biancorosso; gli ospiti feriti si gettano nell’ultimo disperato assalto; i 2 minuti di Lyness in panca puniti sembrano un’eternità ma Virgillitto ci grazia a 2 minuti dalla fine penalizzando Pichler per un fallo veniale.
I biancorossi riescono quindi a gestire con calma gli ultimi secondi e alla sirena, complici i risultati maturati sulle altra piste, volano al 5° posto in classifica.
Detto di un ottimo Appiano c’è tuttavia da evidenziare la forza ed il carattere di questa Valpe che ha strappato una vittoria fondamentaale per dare continuità alla rimonta in vista della duraa trasferta di Vipiteno, antipasto dell’attesissimo derby di giovedì prossimo.
Tutti i valligiani sugli scudi, magari non esplosivi in fase realizzativa (vedi Di Stefano) ma tutti meritevoli per aver dato il 100%; una parola in più per due protagonisti della serata: Alex Silva, ancora non al meglio per i problemi al ginocchio, ha dato concretezza ed equilibrio a tutto l’attacco gestendo dischi preziosi ed intelligenti e lottando con grinta e malizia. Poi Marc Demetz, per chi ancora non ci credeva, si è dimostrato portiere di categoria superiore fermando 37 dei 38 tiri ospiti inchiodandoli alla sconfitta.
Un’altra grande serata di hockey che ha premiato il solito migliaio di fedelissimi supporter biancorossi; nota di colore, da statistica recente siamo il 3° pubblico
d’Italia dopo Val Pusteria e Pontebba di A1.

VALPELLICE – APPIANO 2 -1 (1 – 0; 0 – 1; 1 – 0)
H.C. VALPELLICE BULLDOGS
Demetz, Platè, Babic, Laine, Tremolaterra, Moro, Lyness, De Zordo, Mondon Marin, Di
Stefano, Grossi, Petrov, Meneghetti, Pozzi, Covolo, Coco, Viglianco, Mazzacane,
Silva
H.C. APPIANO INTERNORM
Kelleher, Gansbacher, Andersson, Gorfer, Pichler A., Shatzer, Schmid, Hofer k.,
Martini, Neufeld, Palmicsno, Cavanagh, Roggl, Holzl p., Holzl H., Malfertheiner,
Hofer H., Pichler C.
RETI:
18.39 Silva
27.02 Neufeld
53.54 Grossi (Petrov, Lyness)
TIRI VALPE 29 – TIRI APPIANO 38
PENALITA’ VALPE 22 MN – APPIANO 20 MN