Euro Hockey Tour: la Russia vince la Karjala Cup

di Davide:

fermi tutti i maggiori campionati, il weekend ha vissuto molti appuntamenti internazionali di hockey, tra i quali spiccava la Karjala Cup di Helsinki, seconda tappa dell’Euro Hockey Tour, quello che viene considerato informalmente il campionato europeo.
Dopo la vittoria di settembre nella Ceska Pojistovna Cup, la Russia si ripete e sbanca anche l’Hartwaal Arena di Helsinki con tre vittorie in tre incontri aggiudicandosi per la prima volta questo torneo e interrompendo una serie di 8 vittorie consecutive della Finlandia.
Nella prima giornata i russi soffrono contro i padroni di casa, che recuperano da 0-2 a 2-2 sfruttando magistralmente il power play, ma sbattono poi contro un ottimo Vasily Koshechkin (27 saves per lui), prima che la Russia trovi il punto del 3-2 finale con Petr Schastilivy. Brutto episodio nel corso del match quando una durissima entrata di Artyukhin polverizza il ginocchio di Jari Viuhkola, una delle stelle del Kärpät, che deve chiudere anticipatamente la stagione e che fa dire a coach Erkka Westerlund: "In occasioni come queste la squalifica per il giocatore dovrebbe essere lunga almeno quanto il periodo di lontananza dal ghiacchio di chi ha subito l’infortunio".

Nell’altra gara di giornata, giocata a Praga, grande spettacolo tra i cechi e la Svezia, con i padroni di casa avanti 5-2 davanti a 12.000 spettatori, ma che subiscono due reti nell’ultimo minuto per il 5-4 finale ed i cechi che devono ringraziare la giornata di grazia di Cechmanek (42 saves!).
Seconda giornata con i cechi sconfitti un po’ a sorpresa dalla Finlandia in cui brilla il "disoccupato" Sean Bergenheim, appena scaricato dal Lokomotiv Yaroslav, ma che vive il suo clou nello spettacolare 5-4 con cui la Russia supera la Svezia dopo averla rimontata dallo 0-2, con doppietta di Petr Schastlivy, ma trascinata da un Timofei Shishkanov formato NHL, che lascia il suo marchio sulla sfida con una rete e due assists.
Si arriva alla giornata conclusiva con la Russia che fa suo il torneo battendo, in un altro match spettacolare, la Repubblica Ceca di un ottimo Petr Caslava ai rigori, dsopo che il solito Schastlivy aveva recuperato il 2-2 a meno di due minuti dal termine. Nell’altro match, il derby tra Svezia e Finlandia, rivincita della finale olimpica, sono ancora le Tre Corone ad avere la meglio, realizzando con Johan Davidsson su assist (di pattino) di Dick Tärnström l’unica rete del match, ma con una ottima prova di Jörgen Jönsson, nominato MVP del match.

Con questa seconda vittoria la Russia si porta a 16 punti nella classifica del’Euro Hockey Tour ed ha già in tasca mezzo titolo, visto che, con due appuntamenti ancora da giocare, ha ben 9 punti di vantaggio su Svezia e Finlandia, seconde a 7 punti. Prossimo impegno a Mosca dal 14 al 17 dicembre per la Rosno Cup