Il Valpusteria agguanta il pareggio in extremis

di Ivan

Valpusteria – Fassa 2-2 (0:1)(0:0)(2:1)

Dopo la deludente prestazione di sabato a Pontebba il Valpusteria si appresta ad affrontare nella 7 giornata del campionato il Fassa. Nelle file del Valpusteria ancora assente Marchiori, mentre nel Fassa mancano Soracreppa e Tomasello. In porta del Fassa gioca Jensen, il quale è stato preferito da mister Molin al posto del ex “Baur”.
Si parte e dopo appena 30 secondi il Valpusteria ha subito l’occasione per portarsi in vantaggio, grazie ad una superiorità, però la difesa del Fassa regge bene. Si vede subito che i lupi gialloneri son scesi sul ghiaccio amico per portare a casa i due punti. Però ecco qua la doccia fredda: su un capovolgimento di fronte il Fassa al 3:20 passa in vantaggio grazie ad un tiro abbastanza innocuo di Zandegiacomo, che Ottosson non riesce a prendere con la pinza. Ma il Valpusteria non demorde e ritorna alla carica della gabbia fassana, sembra di nuovo essere una di quelle serate storte, quando su un bel assist di Bona Eriksson fallisce da 30 cm mettendo il disco sulla traversa. In campo c’è solo una squadra ed il Fassa si limita a difendere e fare qualche timido contropiede.

Anche nel 2°periodo la musica non cambia: il Valpusteria cerca in tutti i modi di arrivare al pareggio, anche se parecchie volte le azione offensive non sono ben congeniate e così la difesa del Fassa ha vita abbastanza facile a bloccare gli avanti brunicensi.
Al 8° di nuovo una bella azione con Turunen che da dietro la porta serve Welling che solo davanti a Jensen riesce nell’impresa di farsi parare la conclusione. Due minuti dopo è Bona a sprecare una buona occasione, ma Jensen mostra di che pasta è fatto.
Così i minuti se ne vanno ed il 2 periodo si conclude con il Fassa sempre in vantaggio per 1-0.
Si va al 3 periodo ed il Valpusteria si butta in avanti per agguantare il pareggio. Al 8:32 però Laurila gela il Lungo Rienza, quando in superiorità numerica fa partire un tiro dalla blu che si infila alle spalle di Ottosson, che non accenna neanche ad una reazione (veramente opaca la prestazione del goalie pusterese). Sembra che il pubblico per la seconda partita consecutiva non riesca a vedere neanche un gol dei suoi beniamini. Il Valpusteria ci prova in tutte le maniere, ma o ci mette una pezza Jensen o gli avanti pusteresi non azzeccano la mira.
Serve proprio un colpo di fortuna per raddrizzare la partita, ed ecco che al 51:04 arriva: Turunen butta davanti alla porta un disco che Moger devia involontariamente col ginocchio facendo passare il disco tra i gambali di un incredulo Jensen.
Mancano 9 minuti ed il Valpusteria ci crede e mette sotto assedio la difesa fassana, che però non ha intenzione di mollare il piccolo vantaggio. Cosi ci vuole un colpo di genio del solito grande Eriksson, che conquista il disco in una mischia alla balaustra, gira verso la porta e passa il disco all’indietro dove si trova Moger che fa partire un bolide che si insacca sotto la traversa, finalmente il Valpusteria è riuscito a raggiungere ol pareggio. Il Valpusteria prova a vincere la partita ma manca solo 1:42 alla fine ed il Fassa è bravo a controllare il disco e cosi la partita finisce sul 2:2
Partita di medio livello con il Valpusteria che ha espresso sicuramente il gioco migliore, ma che ha sciupato troppe occasioni. Molin ha messo in campo un Fassa molto difensivo e attendista, e quasi questa tattica gli permetteva di portare a casa i due punti. Da notare anche la buona prestazione della terna arbitrale “Cassol-Biacoli-Zatta” che però sono stati aiutati anche dalle due squadre, che si sono comportate in modo corretto.

Marcature:
0-1 = Zandegiacomo (Russell)
0-2 = Laurila (Locatin, Bohac; PP)
1-2 = Moger (Turunen, Johnson)
2-2 = Moger (Eriksson, Mair)

Penalità: Valpusteria 8 – Fassa 10

Spettatori: ca 1000