Supermercati A&O Asiago AS:intervista telefonica ad Andrea Rodeghiero

di Filippo Restelli

HOCKEYTIME:"Partiamo dal match di martedì:probabilmente con quel parziale di 4 a 0 iniziale il Milano ha ucciso la partita:merito loro o anche demeriti vostri?"

ANDREA RODEGHIERO:" Sicuramente il Milano è forte, ma anche noi abbiamo un pò risentito del weekend di Coppa Italia, che peraltro hanno fatto anche loro…Dobbiamo migliorare sicuramente in difesa e nell’approccio alla gara, e sono tutti aspetti che con l’allenatore stiamo cercando di migliorare."

HT:"Quest’anno l’Asiago ha puntato sui giovani, attuando una specie di rivoluzione che, pur non puntando su risultati magari nell’immediato potrà avere effetti positivi nei prossimi anni:sei d’accordo con questa linea?"

AR:"Assolutamente si. La Società ha puntato molto su questo progetto, e noi stessi ci crediamo molto, ci stiamo impegnando molto per questo. Sono contento anche perchè i nuovi arrivati, anche gli stranieri, si sono immediatamente calati in questo progetto. Siamo tutti molto motivati."

HT:"Si dice che Lucio Topatigh abbia ripreso ad allenarsi con voi…ritornerà? E potrà esservi d’aiuto?"

AR:"Si, si allena con noi da qualche giorno e credo ritornerà in campo..beh, il nome parla per lui, Lucio può insegnare a tutti noi giovani, mi ci metto anch’io a 24 anni tra i giovani, e noi dovremo cercare di imparare da lui il più possibile, il suo bagaglio di esperienza è uan risorsa da sfruttare."

HT:"Hai già pensato al tuo futuro? Pensi di trascorrere la tua carriera ad Asiago o cercherai nuove strade?"

AR:"Per ora penso all’immediato. Ora sto cercando di adattarmi al mio nuovo ruolo di centro, e mi da una carica in più il fatto di essere stato nominato assistente del capitano. Per il futuro poi si vedrà, potranno accadere tante cose, io per ora non me ne interesso, penso solo a far bene qui ad Asiago."

HT:"Per lo scudetto vedi già delle favorite o è ancora troppo presto?"

AR:"Direi che sicuramente a giocarsi il titolo ci saranno Milano e Cortina, hanno un organico un gradino sopra le altre. saranno sicuramente tra le protagoniste."

HT:"Per concludere, tra i nuovi stranieri te ne ha impressionato uno in particolare?"

AR:"No, ma nel senso che tutti si sono calati nel progetto della società con volonta’. Credo siano stati scelti apposta stranieri che non fossero delle "star" ma che ben si adattassero allo spirito di quest’anno, per poter creare una base per il futuro. E’ una cosa che apprezzo e mi piace molto. Ci vorrà del tempo, ma potremo costruire un ottimo futuro."

Si ringraziano la Supermercati A&O Asiago AS ed il giocatore per la disponiblità.