Russian Superleague 2006/07 – Ventesima giornata

di Alessandro Seren Rosso

Tra lunedì e martedì si sono disputate le partite valide per la ventesima giornata della RSL. In testa alla classifica, come ormai è consuetudine, troviamo l’Ak Bars Kazan, in questa giornata a riposo. Al secondo posto l’Avangard, che si aggiudica il match di cartello della giornata contro il Khimik in trasferta, per 4-2. I siberiani passano subito in vantaggio con Ryabykin in superiorità numerica e poi allungano con Rosa e Kuryanov. A questo punto il Khimik si sveglia e si riporta in partita con i gol di Bykov e Leschev e prova il tutto per tutto togliendo il portiere in favore di un uomo di movimento ma il secondo gol della serata di Rosa chiude i conti definitivamente.
Al terzo posto si trova ancora il Sibir che a Chelyabinsk vince contro il Traktor non senza affanni: la squadra di Novosibirk passa in vantaggio con Loginov e Karpovtsev, ma poi nel terzo tempo si rilassa troppo e si lascia raggiungere dai padroni di casa con i gol di Utkin e Vorontsov. A questo punto il Sibir accelera e si porta a casa la partita con i gol di Krivchenkov, Kopeikin e Posnov, quest’ultimo in inferiorità numerica.
In quarta posizione continua il sorprendente campionato del Salavat, che si sbarazza del Severstal Cherepovets con il perentorio risultato di 5-1. A segno per la squadra di casa due volte Sidyakin, Tarasov, Zhurikov e Dmitri Zyuzin, fratello di Andrei Zyuzin difensore dei Calgary Flames. Per gli ospiti entra a referto Polygalov.
Quinta piazza per il Khimik, battuto in casa dall’Avangard, sesta posizione per l’HC MVD, che batte l’Amur a Khabarovsk per 1-2 in rimonta con le reti di Savin e Subbotin dopo il momentaneo vantaggio dei padroni di casa ad opera di Gutov. In settima posizione il CSKA, vittorioso lunedì contro il Vityaz.
Ottavo posto, in risalita, per la Dinamo, che batte il Krylja Sovetov in trasferta con il punteggio di 3-6. La partita è stata divertente e il Krylja ha giocato per vincere subendo però il maggior tasso tecnico degli avversari che sono passati in vantaggio subito al secondo minuto con Mirnov, ma subisce il pareggio di Gubin, uno dei giovani del Krylja che sta giocando meglio (anche se non è più giovanissimo, 25 anni). Nel secondo periodo la Dinamo schiaccia l’acceleratore e si porta in vantaggio di due reti con Krivokrasov e Shakraichuk, ma in chiusura di secondo periodo il navigato Kvartalnov riapre il match con la rete del 2-3. Nel terzo periodo però sale in cattedra David Ling che con una doppietta porta i suoi sul 2-5, che diventa 2-6 con il sesto gol stagionale di Evgeny Fedorov. In chiusura di partita Pchelyakov fissa il risultato sul 3-6.
Al nono posto il Lokomotiv, di cui abbiamo già parlato nell’articolo relativo alle gare del weekend, mentre al decimo posto troviamo un Metallurg in netta crescita che batte gli omonimi di Novokuznetsk con il punteggio di 1-0, risultato decisamente bugiardo in quanto il Metallurg di Magnitogorsk ha dominato la partita in lungo e in largo mancando però di concretezza davanti alla porta, nello specifico Velichkin e Tertyshny hanno mancato due opportunità piuttosto facili.
Undicesimo posto per il Neftekhimik, che ha espugnato lunedì l’Arena 2000 di Yaroslavl, gara di cui abbiamo già parlato nell’ultimo articolo. Dodicesimo posto in classifica per il Severstal Cherepovets, come detto prima bastonato dal Salavat in trasferta. Al tredicesimo posto un SKA S.Pietroburgo che non riesce ad uscire dalla crisi ma che strappa un punto prezioso a Togliatti contro il Lada dopo essere stato in svantaggio per 2-0 dopo i gol di Vorobiev e Buturlin. Per l’SKA a segno Polischuk e Akifev. Al quattordicesimo posto troviamo proprio il lada, mentre la quindicesima piazza è occupata dal Vityaz. Seguono in sedicesima e diciassettesima posizione Traktor e Metallurg Novokuznetsk mentre in coda troviamo come al solito Amur e Krylja Sovetov ancora una volta sconfitte.

Tags: