Il punto

di Francesco Seren Rosso

La stagione della AHL è cominciata come come quella 2005/06 si era interrotta, ovvero con il dominio degli Hershey Bears, che guidano la East Division con quattro vittorie in altrettante partite. Particolarmente impressionanti i numeri dell’attacco, il migliore della lega con 21 goal all’attivo: i Bears hanno segnato almeno un goal in tutti i peridodi di giocor eccetto uno e ben venti giocatori hanno messo a segno almeno un punto, mentre i primi sono a parimerito Joey Tenute, Eric Fehr e Lawrence Nycholat con cinque punti. Ma se l’attacco è eccezionale, la difesa non è da meno, in quanto i Bears sono anche la squadra che subisce in media più tiri, ben 38 a gara, costringendo Frederic Cassivi agli straordinari, con appena 10 reti subite.
Per quanto riguarda le stats individuali, in vetta alla classifica dei punti troviamo un gruppetto di 5 giocatori, ma per effetto dei goal segnati il primo in classifica è Mathieu Darche dei Worcester Sharks con sette reti, mentre negli assist il capoclassifica è il rookie Blake Comeau dei Bridgeport Sound Tigers a quota sette.

Tra i portieri, il primo per la percentuale di parate è Rejean Beauchemin dei Philadelphia Phantoms che in due partite ha parato con il 96,4%, mentre nei gola subiti comanda Curtis McElhinney degli Omaha Ak-Sar-Ben Knights con 1,00 anche se ha disputato solo una partita.
Il rimo giocatore della settimana della nuova stagione è stato Alexander Radulov dei Milwaukee Admirals, di cui ha stabilito il record di punti segnati in una singola partita con cinque, con un goal e quattro assist, nella partita persa contro Chicago. Nelle altre due partite da lui disputate, ha realizzato altri due gol portando così il suo score a sette punti in tre partite.