Lotta a due

di Davide:

se un giocatore dovesse immaginare un modo migliore per entrare da subito nel cuore dei tifosi, probabilmente non potrebbe inventare niente di meglio di quanto fatto da Pierre Dagenais, nuovo straniero dello Jokerit. Il canadese, arrivato mercoledì sera a Helsinki proveniente dagli Hamilton Bulldogs (AHL), è stato subito "battezzato" con la più dura delle prove: il derby di giovedì sera con l’HIFK, terzo stagionale, giocato davanti a 8.200 tifosi: partita spettacolare con le due squadre che hanno giocato a viso aperto e rimasto sul 3-3 fino al minuto 52, quando proprio il nuovo arrivato ha messo a segno la rete del decisivo 3-4 su servizio di un Petri Pakaslahti nominato poi MVP del match.
Lo Jokerit risponde così alla vittoria del Karpat, sempre secondo a tre punti, che la sera prima aveva battuto solo ai rigori l’JYP, rete decisiva di Kalle Sahlstedt.

Sempre nei piani alti della graduatoria da registrare la vittoria dei Pelicans all’overtime con il SaiPa – goal decisivo di Karo Koivunen – ma i "pellicani" avevano lasciato l’intera posta la sera prima a Espoo, battutti 4-2 dai Blues – il successo per 5-2 del Tappara nell’altro derby di giornata, quello di Tampere contro l’Ilves, e il mezzo passo falso dell’HPK, sempre terzo in classifica, che si fa battere in casa dal Lukko, con il solito punteggio di 5-6, ormai il risultato più comune per la squadra di Rauma, riscattato la sera dopo dalla vittoria ai rigori a Tampere contro l’Ilves