campionato già deciso?

di Davide:

l’Extraliga aggiunge altri tre turni al suo cammino e davvero non si capisce chi possa fermare lo Slovan, che vince tre volte di cui due su piste teoricamente insidiose come Kosice e Nitra. Dietro dà segni di risveglio lo Zvolen, 3 vittorie di file tra cui il buon 5-3 contro il Martin e che accoglie il figliol prodigo Igor Majesky, sbandierato in estate come il super acquisto dal Poprad, ma già tagliato dopo un mese di campionato,mentre tutte le altre squadre alternano vittorie e sconfitte, senza mai dare l’impressione di costituire una valida alternativa allo Slovan. Il Kosice, una delle protagoniste annunciate, continua il suo torneo anonimo e la dirigenza ha minacciato di fare piazza pulita sia nel roster che in panca, così la vittoria di domenica contro lo Zlina è servita soprattutto a evitare terremoti. Piazza pulita fatta invece dallo Skalica che ha licenziato il coach e ben 6 giocatori, sostituendoli con giovani della juniores: prima partita del nuovo corso e sconfitta 7-1 con lo Slovan: stessa musica ma almeno la dirigenza risparmia sugli stipendi.

Se le piste non riservano sorprese, qualchje botto arriva dal mercato: detto di Majesky, il Poprad mette a segno due buoni colpi, ingaggiando il nazionale lettone Aleksandrs Jerofejevs dall’Ilves Tampere ed ottenendo in prestito dallo Slovan un altro dei colpi dell’estate che ha invece deluso: quel René Jarolin letteralmente scatenato l’anno passato con lo Skalica, trascinato ai playoffs dalle sue reti, ma deludente allo Slovan.
Proprio la capolista continua a mettere mano alla rosa e dopo l’arrivo di Kukumberg, che in pratica è costato il posto a Jarolin, cambia ancora l’attacco tagliando il lettone Kaspars Astashenko, in verità un po’ a sorpresa, e firmando il difensore, nazionale junior, Milan Hruska dal Nitra, la punta Juraj Gracik, sempre dal Nitra che lo aveva richiamato dagli USA e soprattutto l’interessantissimo difensore Michal Sersen, 21 anni draftato da Pittsburgh, che ha letteralmente spopolato la scorsa stagione in QMJHL con i Quebec Remparts, 22 reti e 57 (!!) assists e la nomina nell’All Star team della più prestigiosa lega giovanile del mondo. E adesso davvero: chi fermerà lo Slovan?

Tags: