Protagonisti gli attaccanti

di Davide:

..ma si potrebbe anche dire: le difese, naturalmente in negativo. Tutte le prime della classe vincono con grappoli di goals, concedendo però anche molte reti agli avversari.
Hanno dato il via ai fuochi d’artificio Jokerit e Karpat negli anticipi di mercoledì: mentre i gialloneri maltrattavano l’Assat per 7-2 con doppietta di Teemu Normio, la capolista ingaggiava un duello di reti a Rauma, contro il modesto Lukko, che si portava però in vantaggio sul 3-1, prima di un secondo periodo con 3 reti per parte ed un terzo in cui lo Jokerit piazzava le due reti decisive con gli uomini migliori della serata: Petri Pakaslahti Petri e Matti Järventie per il 5-6 finale.
Si prosegue in questo trend anche mercoledì sera, con i Blues che sconfiggono il Tappara per 5-1, due reti di Ville Viitaluoma, il SaiPa, trascinato da Kimmo Koskenkorva (2 reti) e dal solito goalie Rob Zepp, avere la meglio su un opaco HIFK per 4-2. Ma è sulle altre due piste che piovono le reti: a Kuopio i campioni dell’HPK rafddrizzano una gara problematica contro gli ultimi in classifica avanti 2 volte – a segno per il 2-1 l’ex Bolzano Mikko Purontakanen – ma raggiunti e superati a 9 dalla fine da Jani Hassinen per il 3-4 conclusivo. Ancora meglio a Lahti, protagonisti i Pelicans ed ancora il Lukko, perdente anche questa volta ma capace di rimontare dal 4-0 e cedere solo ai rigori grazie al centro decisivo del solito Marko Jantunen per il secondo 6-5 in due giorni.

Pelicans che cambiano il goalie – Antti Niemi per Tommi Satosaari – la sera dopo a Turku, ma con risultati di certo peggiori: sconfitta netta per 4-1 con doppietta tra i padroni di casa dell’eterno Kai Nurminen.