La partita delle partite di A2 la vince il Merano per 6 reti a 3 contro il Vipiteno

di Frana

MERANO – VIPITENO 6-3(2:2)(2:1)(2:0)

Inizia la partita con un Vipiteno in attacco in superiorità e Russo che fa un bell’intervento. Vipiteno che al sesto minuto passa in vantaggio grazie a Gschliesser. Il 2 a 0 arriva dopo quattro minuti e qualche secondo dal giocatore Sparber. Il Merano deve aspettare il quindicesimo minuto per segnare la prima rete grazie a un Tambijevs in ottima forma. Un minuto più tardi il Merano pareggia con il gol di Timpone. Da qui alla fine del primo tempo non succede niente di veramente emozionante.
Il secondo tempo inizia nella confusione più totale. Al minuto 1’01 il Vipiteno va in gol con Michael Sparber tra le proteste dei giocatori meranesi. Minuti interminabili di discussioni davanti alla postazione cronometristi con Scanacapra che infine annulla il gol, azzerando anche il tempo trascorso per errore tecnico (errore di scadenza penalità nel box Merano).

Inizia il vero secondo tempo con il Merano davanti e con il gol dei bianconeri dopo sei minuti grazie a un tiro di Gallace. Da qui in poi il Merano domina la partita ma è il Vipiteno con Blaha al 12’ ad andare in gol con un tiro imparabile per Adam Russo. La squadra di casa continua ad attaccare e e si riporta in avanti al 13’ grazie nuovamente a Tambijevs. Da qui alla fine più che tiri non tanto pericolosi da entrambi i fronti non ci sono.
Inizia il terzo tempo con il Vipiteno che reagisce e si porta in attacco, ma il Merano fa buona guardia e riesce a ripartire in contropiede con Tambijevs il cui tiro finale non riesce a superare il bravo portiere Leinonen. Dal 18’ il Vipiteno, dopo aver chiesto il time-out, gioca senza portiere e nonostante i sei giocatori in attacco subiscono un altro gol dal fuoriclasse lettone Tambijevs. E per chiudere in bellezza arriva la sesta rete (a porta vuota) ad opera di Gallace ad otto secondi della fine.
Partita molto bella ma anche molto sentita. Un Merano che gioca sempre meglio e un Tambijevs che più che mai dimostra di essere un fenomeno in campo. Un Vipiteno che ci ha provato in tutti i modi a segnare ma alla fine non è mai riuscita a passare Adam Russo.

Il tabellino:

HC Merano – WSV Vipiteno 6:3 (2:2; 2:1; 2:0)

HC Merano: Adam Russo (Martin Rizzi); Christian Alderucci “A”, Steven Gallace, Andreas Huber “A”, Mike Knight, Hannes Oberdörfer, Lorenz Von Pföstl; Massimo Ansoldi “C”, Massimiliano Gallo, Manuel Lo Presti, Thomas Mitterer, Andreas Palla, Stefan Palla, Thomas Pirpamer, Christian Pixner, Adrian Saul, Leonids Tambijevs, Christian Timpone, Juha-Matti Vanhanen, Thomas Zöschg
Coach: Bruno Aegerter

WSV Vipiteno: Marko Leinonen (Martin Profanter); Dominik Steinmann, Roland Hofer, Joni Petrell, Chris Peyton, Philipp Profanter, Christian Rainer “A”, Luca Scardoni, Christian Sparber; Milan Blaha, Markus Gander, Alexander Gschliesser “C”, Martin Haller, Thomas Pichler, Amadeus Schifferle, Christian Sottsass, Michael Sparber “A”, Hannes Stofner, David Stricker, Florian Wieser;

Arbitri: Scanacapra (Chiodo – Gastaldelli)

Reti:
1. tempo: 0:1 – 6’17 Gschliesser (V – Wieser, Blaha ); 0:2 – 10’28 Sparber (V – Rainer ); 1:2 – 15’33 Tambijevs (M – unassisted ); 2:2 – 17’41 Timpone (M – Pixner, Ansoldi );
2. tempo: 3:2 – 6’51 Gallace (M – Saul ); 3:3 – 12’46 Blaha (V – Petrell ); 4:3 – 13’08 Tambijevs (M – Alderucci );
3. tempo: 5:3 – 19’03 Tambijevs (M – Gallace ); 6:3 – 19’52 Gallace (M – unassisted – ENG);

Tiri in porta: Merano 55 – Vipiteno 50
Penalità: Merano 24 – Vipiteno 6 + 10′ cattiva condotta Michael Sparber