Karpat all’inseguimento

di Davide:

settimana molto intensa in SM-Liiga con ben tre turni di campionato, che hanno visto protagonista il Karpat, vittorioso ben tre volte, e arrivato alle spalle di un Jokerit che ha dovuto cedere una partita in casa, la sconfitta più dolorosa, quella nel secondo derby stagionale con l’HIFK che ha rimontato dallo 0-2 con un grande Kimmo Kuhta. Come da copione, dopo una settimana di provocazioni a mezzo stampa, c’è stata la rissa tra Pasi Nielikäinen e Ryan Vandenbussche, un confronto un po’ troppo sospettoamente preannunciato, tanto è vero che la magistratura ha aperto un’inchiesta per aggressione.
Ha festeggiato ben poco l’HIFK, perchè 48 ore dopo è stato travolto a Oulu per 8-2 con la coppia giallo-nera Jari Viuhkola – Mika Pyörälä in grande evidenza.

Perdono qualche colpo i Pelicans, che espugnano Jyvaskyla all’overtime, ma poi cedono netto a Tampere, sconfitti 4-1 da un positivo Tappara, che si rifa dell’1-4 subito a Helsinki il giorno prima. Grande festa a Turku per il ritorno sul ghiaccio di Jani Hurme, con conseguente taglio del pur positivo Tomas Duba. Il portierone, fermato per lungo tempo da un infortunio, si ripresenta davanti ai suoi tifosi firmando subito uno shout-out nel facile 6-0, doppietta di Jussi Makkonen, sul KalPa. Gli stessi bianco-neri hanno annunciato l’acquisto del canadese Kent McDonell, già visto a Duisburg 2 anni orsono, dai Grand Rapid Griffins in AHL.
Tristemente penultimo l’Assat vice-campione….la favola è davvero finita.