8ª giornata: Berna a valanga, Zurigo in crisi

di gio

Nell’ottava giornata spiccano il rotondo successo del Berna ai danni del Kloten e la vittoria del Langnau a Zurigo. Il Lugano, dal canto suo, batte a fatica il Friborgo mentre l’Ambrì ha ragione facilmente del Basilea. Lo Zugo si diverte e batte il Servette all’overtime mentre il Davos va a violare per la prima volta la rinnovata pista di Rapperswil.

Lugano-Friborgo Gottéron 5-4 (1-1;3-1;1-2)

1-0 01:07 Andy Näser
1-1 12:24 Jozef Balej
1-2 21:57 Gil Montandon
2-2 32:07 Jukka Hentunen
3-2 35:17 Rickard Wallin
4-2 37:21 Sebastien Reuille
4-3 48:18 Thibaut Monnet
4-4 48:56 Krisjanis Redlihs
5-4 49:36 Rickard Wallin

Faticano più del previsto i bianconeri per avere la meglio su di un Friborgo non trascendentale ma molto combattivo. Eppure l’incontro inizia nel migliore dei modi per la squadra di Zanatta che passa immediatamente in vantaggio. Il Lugano però non chiude l’incontro e il Friborgo pareggia, prima di portarsi in vantaggio ad inizio del periodo centrale. A questo punto si sveglia il Lugano che allunga fin sul 4-2. La partita sembra chiusa, ma i bianconeri si fanno sorprendere in meno di un minuto subendo due reti. Ci pensa poi Wallin, autore di una doppietta, a togliere le castagne dal fuoco per la squadra bianconera permettendo al Lugano di incamerare tre preziosissimi punti. Da notare l’ottima prova del portiere del Friborgo Munro, autore di pregevoli interventi.

Ambri Piotta-Basilea 6-3 (2-2;3-0;1-1)

1-0 01:51 Alain Demuth
2-0 03:14 Jean-Guy Trudel
2-1 07:37 Mark Astley
2-2 14:30 Thomas Nüssli
3-2 20:47 Jean-Guy Trudel
4-2 23:53 Luca Cereda
5-2 28:19 Benoit Pont
5-3 46:12 Eric Landry
6-3 54:37 Martin Hoehener

Con un ottimo secondo periodo i leventinesi si sbarazzano del Basilea. Un Basilea che è solo lontano parente di quello visto all’opera nella passata stagione. Un Ambrì che non ha accusato la tanto temuta stanchezza dovuta alla trasferta del giorno prima a Ginevra e che ha meritatamente vinto un incontro temuto alla vigiglia.

Berna-Kloten Flyers 9-4 (3-1;4-1;2-2)

1-0 06:19 Christian Dubé
2-0 10:53 Sébastien Bordeleau
2-1 11:26 Cyrill Bühler
3-1 12:19 Christian Dubé
4-1 23:06 Sébastien Bordeleau
4-2 24:10 Cyrill Bühler
5-2 25:54 Christian Dubé
6-2 28:01 Thomas Ziegler
7-2 29:50 Dominic Meier
7-3 44:34 Domenico Pittis
8-3 51:46 Patrik Bärtschi
9-3 54:58 Dominic Meier
9-4 56:21 Kimmo Rintanen

Dopo il 7-0 rifilato al Langnau nel derby, il Berna "bastona" anche il Kloten. Partita dominata in lungo ed in largo dagli orsi che vendicano lo smacco degli scorsi playoffs, quando gli zurighesi riuscirono nell’impresa di eliminare i bernesi.

Rapperswil/Jona Lakers-Davos 1-3 (1-0;0-2;0-1)

1-0 17:25 Tom Koivisto
1-1 23:55 Michel Riesen
1-2 26:13 Vaclav Varada
1-3 44:35 Loic Burkhalter

Nonostante l’ottimo primo periodo, il Rapperswil vede violata per al prima volta la Diners Club Arena da parte di un Davos praticamente perfetto che nonostante le numerose penalità ricevute ha saputo mantenere ermetica la sua difesa.

Zugo-Ginevra/Servette 6-5 dts (2-0;2-1;1-4;1-0)

1-0 02:54 Paul Di Pietro
2-0 13:58 Duri Camichel
3-0 27:45 Paul Di Pietro
4-0 29:49 Oleg Petrov
4-1 39:40 Serge Aubin
4-2 40:36 Laurent Meunier
4-3 46:09 Yorick Treille
5-3 57:46 Corsin Casutt
5-4 58:24 Goran Bezina
5-5 59:47 Serge Aubin
6-5 61:17 Björn Christen

Come la sera precedente la partita con in pista lo Zugo è una partita pazza. I padroni di casa passano sul 4-0 e lo mantengono fino a venti secondi dalla seconda sirena. A quel punto si sveglia no gli ospiti che in 6 minuti si riportano sotto. Allungano di nuovo i padroni di casa con Camichel quando mancano poco più di due minuti al termine. Partita finita? Nemmeno per sogno perché il Servette trova dapprima la rete del 5-4 a un minuto e mezzo dal termine e poi la rete del pareggio quando alla sirena mancano tredici secondi. Decisione rinviata all’overtime dove però questa sera si impone lo Zugo.

Zurigo Lions-Langnau Tigers 0-2 (0-0;0-1;0-1)

0-1 37:04 Lee Jinman
0-2 59:40 Brad Fast

Con una rete in superiorità numerica nel secondo periodo, il Langnau tiene in scacco una Zurigo la cui crisi a questo punto non può più essere nascosta. Il Langnau fa un’ottima partita e permette a Weber di "vendicare" il licenziamento dello scorso campionato da parte dei leoni. A Zurigo ora si parla con insistenza per un avvicendamento in panchina, ma, secondo me, il problema dello Zurigo non è l’allenatore.

Tags: