All Stars Piemonte-Egna 4-2

di Francesco Seren Rosso

Come è ormai consuetudine degli ultimi anni, la stagione hockeystica delle squadre torinesi, causa cronica carenza di impianti disponibili, inizia a Torre Pellice, al Cotta Morandini; di scena sono l’All Stars Piemonte, team esordiente in serie A2, contro l’Egna Wild Goose che festeggia quest’anno i 40 anni di attività.
La prima emozione del match arriva dopo un minuto, quando Sacratini, capitano dei torinesi, si deve sedere in panca puniti, ma la pressione dell’Egna non produce ocasioni da gol. Gli ospiti hanno un’altra possibilità di giocare con l’uomo in più al 3’ ma anche questa volta lo special team dell’All Stars si chiude bene. La prima conlusione di una certa pericolosità arriva al 6’con tiro dalla blu di Kudrna deviato dallo scudo di Canei.

L’All Stars usufruisce del primo powerplay della serata al 8’48", ma dopo trenta secondi diventa un quattro contro quattro a causa di un fallo di Marchetti. Nella nuova parità numerica, è ancora l’Egna a farsi vedere dalle parti della porta avversaria con un tiro di Bertignoll "pinzato" ottimamente da Canei, che al 15’55", complice un’uscita avventurosa dietro porta, si vede assegnare due minuti di penalità per trattenuta del bastone. L’unica azione degna di nota del powerplay, nonchè l’ultima del primo tempo, è un tiro di Stimpfl che il portiere di casa para.
Nel secondo tempo cambia radicalmente la partita: i padroni di casa possono usufruire di una doppia superiorità numerica ed al 2’16" passano in vantaggio grazie a Casale, che servito da Hadzi fulmina De Rouville tra i gambali.
Dopo un paio di minuti anche l’Egna può godere di una doppia superiorità numerica per via delle penalità a Pomponio ed Hadzi, ma è l’All Stars ad andare vicinissimo al raddoppio con un breakaway su cui l’intervento di De Rouville in tuffo ha del miracoloso; subito dopo ancora Bertignoll impegna Canei. Al’8’20" la squadra di casa raddoppia grazie ad un azione personale di Hadzi che si libera di un difensore avversario e batte De Rouville. L’All Stars triplica il vantaggio al 16’49" con Caletti che, servito da dietro porta da Hadzi, supera il portiere avversario con un preciso tiro nel sette. Si chiude così un secondo periodo giocato decisamente meglio da parte delle due formazioni che però ha visto i padroni di casa più concreti.
Nel terzo e conclusivo periodo l’Egna cerca di riaprie clamorosamente la partia ed infatti realizza il suo primo gol con Bertignoll, che, lasciato colpevolemente solo dalla difesa avversaria, mette in rete da due passi a porta sguarnita un preciso assist di Zanotti. L’Egna ci crede ed il centro del gioco si sposta nel terzo dei padroni di casa con la difesa in affanno. L’All Stars si affida ai contropiedi come quello concluso da Casale al sesto ben parato da De Rouville che si ripete un minuto dopo su una conclusione centrale di Hadzi, che però al 9’59" va di nuovo in gol imbeccato da uno splendido assist di Casale. A questo punto l’All Stars iniza a giocare col freno a mano tirato, complice anche la mancanza di allenamenti, e gli ospiti si riaffacciano in avanti impegnando più volte Canei fino a trovare la seconda marcatura in powerplay al 15’25" con un tiro di Bortot deviato da Marchetti che mette fuori causa Canei. Al 17’50" Sacratini ha l’opportunità di portare a cinque i gol dei torinesi, ma De Rouville non si fa superare. Termina in pratica così la partita che vede l’All Stars Piemonte imporsi sull’Egna nonostante i pochi giorni di preparazione e la mancanza dei due difensori canadesi Crouch e Lizotte per problemi di visto.