Pasut Aquile-FVG Pontebba – Tegola Canadese Alleghe: 6 – 4

di Cristian Pascottini.

Pontebba – Alleghe 6-4 (1:2)(3:2)(2:0)

Il volo delle Aquile friulane nel massimo campionato italiano di hockey su ghiaccio parte dal proprio nido con subito degli avversari di valore come le Civette dell’Alleghe.

L’incontro inizia con gli uomini di Vasiliev subito a doversi difendere in doppia inferiorità a causa delle penalità combianate a Margoni prima e dopo pochi secondi a Lutz e Carlsson. Forte dell’esperienza dei suoi giocatori l’Alleghe non si fa sfuggire l’occasione di passare in vantaggio e lo fa con il nuovo acquisto Sundblad. Il Pontebba sente il colpo ed è incapace di sfuttare la successiva occasione di power-play che gli capita al 5:30 (Ryman in panca puniti); passano tre minuti ed arriva il raddoppio delle Civette: Harder manovra dietro alla porta e serve un comodo disco a Bilotto che arriva dalle retrovie ed infila sotto la traversa di Carpano.

A metà periodo si assiste ad un accenno di rissa tra il friulano Donati e il bellunese Nicola Fontanive: i due vengono mandati per quattro minuti in panca puniti. Questo fatto scuote gli uomini di Vasiliev che si rendono pericolosi al tredicesimo con un bel tiro di Armani servito da Margoni sceso sull’ala; anche Carpano si fa sentire quando pinza una conclusione improvvisa di Sundblad. Al 18:47 Gorman recupera un disco nel terzo alleghese lo scambia con Eronen che serve il compagno Francesco DeFrenza con l’italo canadese che firma il primo gol nella storia delle Aquile in Serie A1.

Il secondo periodo inizia con l’Alleghe che subito allunga sul 3 a 1: uscendo dal proprio terzo Stefanka perde un disco sul quale piomba Nicola Fontanive che fredda Carpano. Passa un minuto e su un azione analoga Carpano è costretto ad atterrare Veggiato lanciato a rete con l’arbitro che assegna una penalità scontata da Romano. Nell’uscita Andrea Carpano si infortuna e viene sostituito dal suo secondo Dell’Olio. A questo punto l’Alleghe avrebbe la possibilità di chiudere l’incontro usufruendo di una doppia superiorità ma Dell’Olio compie due interventi che hanno del miracoloso. Ci prova Zbontar a rianimare i suoi scendendo in profondità ma viene atterrato al momento del tiro dal difensore alleghese Jacobsen; sul successivo power-play Forsberg non trattiene un tiro dalla e Carlsson è lesto ad impossessarsi del rimbalzo ed accorciare nuovamente le distanze (2 a 3 all’8:50).
Il Pontebba acquista fiducia: Lutz lancia in verticale DeFrenza il cui tiro viene bloccato dall’estremo svedese dell’Alleghe sulla linea. Passa meno di un minuto ed è ancora Lutz che si rende protagonista col gol del pareggio: gran tiro dalla blu e disco che si infila fra i gambali di Forsberg. Tredici secondi dopo l’Alleghe si riporta subito in vantaggio sempre con Nicola Fontanive che si beve la difesa e batte Dell’Olio sul secondo palo (2 a 4). Replica immediata delle Aquile con Carlsson che trova un tiro insidioso non trattenuto da Forsberg; lo svedese si rimpossessa del disco e serve Jankovych che solo davanti alla gabbia firma il 4 a 4 facendo esplodere i circa 400 spettatori del "Claudio Vuerich".

Terzo periodo che vede sul ghiaccio un Alleghe maggiormente convinto ma la foga iniziale si spegne quando il Pontebba si porta per la prima volta in vantaggio: vinto un ingaggio in zona d’attacco il disco arriva al ceco Filip Stefanka che trafigge dalla distanza un impreparato Forsberg portando il punteggio sul 5 a 4. 15 secondi ed è Busa che sfiora la rete con una bella azione insistita. Si sbilanciano le Civette alla ricerca del pareggioe ci vanno vicine quando Harder intercetta un disco giocato male da Jankovych.
L’allenatore degli ospiti Lusth capisce che è il momento di tentare il tutto per tutto e chiama il TimeOut per toglie il portiere inserendo l’uomo di movimento in più: gran pressione degli attaccanti alleghesi nel terzo del Pontebba ma Johan Carlsson conquista un disco ed insacca dalla propria area a porta vuota (insolito assist da parte del poritere Jean Baptiste Dell’Olio). Nel minuto conclusivo si assiste ad una rissa generale con i giocatori dell’Alleghe, su tutti Bilotto, innervositi dal una sconfitta inaspettata per come si erano messe le cose nella prima parte di gara.

Non poteva esserci esordio migliore per le Aquile di Pontebba che c’hanno creduto fino in fondo ed hanno saputo sfruttare gli attuali limiti di un’avversario che resta pur sempre tra le squadre migliori del campionato.

Il tabellino:
0-1 04:25 Sundblad (Bilotto, Harder) [PP]
0-2 08:30 Bilotto (Harder, Veggiato)
1-2 18:47 DeFrenza (Gorman, Eronen)

1-3 21:44 Fontanive N.(Chaulk, DaTos)
2-3 28:50 Carlsson (Eronen) [PP]
3-3 33:13 Lutz (Jankovych)
3-4 33:26 Fontanive N.
4-4 36:00 DeFrenza (Jankovych, Carlsson)

5-4 48:45 Stefanka (Margoni)
6-4 58:42 Carlsson (Dell’Olio) [porta vuota]

Penalità: 20 minuti per il Pontebba, 12 minuti per l’Alleghe.