Asiago: esordio vincente

di Davide Trevisan

Asiago – Fassa 6-3 (3:1)(1:1)(2:1)

Esordio positivo quello della nuova compagine di coach Sacilotto che sconfigge il Fassa 6 a 3 tra le mura amiche dello stadio Odegar. Asiago che ipoteca il risultato nella prima frazione contenendo bene la reazione ospite nei successivi due tempi.
Per il Fassa che scende in pista al completo da segnalare la presenza degli ex Laurila e Tomasello mentre Ciresa è l’ex di lusso tra le fila asiaghesi.
Il match nei minuti iniziali stenta a decollare con il Fassa che esercita uno sterile predominio territoriale; al 5° primi due minuti di penalità della partita ai danni di Iori e powerplay per l’Asiago ma non accade nulla. Al 8.23 è letale la superiorità fassana (fuori Iannetta) con Dechatelets che in mischia realizza l’1 a 0.
La rete fassana ha l’effetto di sbloccare i leoni giallorossi che in due minuti ribaltano il risultato: al 9° Parco se ne va sulla sinistra e tira, Jensen respinge, e Ciresa deposita in rete il disco del pareggio, due minuti dopo capitan Parco porta in vantaggio gli stellati con un bel diagonale. Al 15° contropiede di Ciresa che dalla blu colpisce in pieno il palo; un minuto dopo Laurila si vede infliggere due minuti più due di penalità per eccessiva durezza, ma dopo alcuni secondi un guasto ai riflettori spedisce le squadre anzitempo negli spogliatoi prolungando cosi la durata del secondo tempo. Al 19.27° Iannetta in powerplay realizza dalla blu la terza rete asiaghese freddando Jensen tra i gambali.

La seconda frazione è ancora un monologo asiaghese e al 22° arriva il poker con una pregevole conclusione al volo di Darcy Robinson. A questo punto coach Molin chiama time-out e schiera Baur al posto di Jensen; ma è ancora Asiago, al 23° Forster ben assistito da Mosele scheggia il palo alla sinistra del goalie pusterese, al 30° è ancora Mosele a fare un numerissimo saltando due difensori ma non trovando il pertugio giusto. Al 36° il Fassa accorcia le distanze in cinque contro 3 (fuori Vellar e Robinson) grazie a Iori, abile a deviare in maniera vincente uno slap dalla blu di un terzino. La frazione si chiude con Pittis che ruba disco dietro la porta e serve Ciresa che si fa parare la conclusione.
Il terzo tempo vede il Fassa proteso in avanti alla ricerca di riaprire il match: al 41° è prodigioso D’Alessandro a opporsi alla conclusione ospite ma nulla può poco dopo sulla fiondata nel sette di Bohac. L’Asiago subisce il contraccolpo psicologico andando vicinissimo a subire la rete del pareggio ma a risvegliare la squadra ci pensa Damian Surma che al 43° scarta due difensori e fa secco Baur. Il Fassa continua a premere ma non trova il pertugio giusto neanche al 57° quando coach Molin decide di togliere il portiere per il sesto uomo di movimento in più. E’ così John Parco a chiudere la partita con la rete a porta vuota del 6 a 3 finale.

ASIAGO HOCKEY AS:
D’Alessandro, Lobbia; Ambrosi, Forster, Iannetta, Leinweber, Robinson, Rossi, Testa, Vellar; Benetti, Cipruss, Ciresa, Mosele, Parco, Pittis, Rodeghiero, Roffo, Surma, Tessari M, Tessari N.

SHC FASSA SRL ASD:
Baur, Jensen; Dantone, Ganz, Kuznik, Laurila, Marchetti, Vanhoof, Zandegiacomo; Bohac, Costantino, Demetz, Deschatelets, Felicetti, Iori, Locatin, Piffer, Planchesteiner, Russel, Stevanoni, Tomasello.

ARBITRI: Colcuc con Gamper e Waldthaler