La nuova stagione

di Francesco Seren Rosso

Come avevamo annunciato, la ECHL ha annunciato il nuovo formato delle Conference e dei playoff per la Kelly Cup. La riforma delle Conference si è resa necessaria per via del ritorno nella lega di Cincinnati e Texas, che sono state piazzate rispettivametne nella North e South Division della American Conference, e della chiusura dei Greenville Grrrowl per problemi finanziari. Vediamo la composizione delle singole division, con l’asterisco (*) sono indicate le squadre che giocano in una division diversa rispetto alla scorsa stagione.

American Conference (15 squadre)

North Division (7 squadre) – Cincinnati Cyclones*, Dayton Bombers, Johnstown Chiefs, Reading Royals, Toledo Storm, Trenton Titans, Wheeling Nailers

South Division (8 squadre) – Augusta Lynx, Charlotte Checkers, Columbia Inferno, Florida Everblades, Gwinnett Gladiators, Pensacola Ice Pilots, South Carolina Stigrays, Texas Wildcatters*

National Conference (10 squadre)

West Division (5 squadre) – Alaska Aces, Idaho Steelheads, Phoenix Roadrunners, Utah Grizzlies, Victoria Salmon Kings

Pacific Division (5 squadre) – Bakersfield Condors, Fresno Falcons, Las Vegas Wranglers*, Long Beach Ice Dogs, Stockton Thunder

Cambia la formula dei playoff, che però come la scorsa stagione avranno diverso formato nelle due conference. Nella National COnference, accederanno ai playoff le prime due di ogni division e le migliori sei piazzate in classifiche che saranno classificate in base ai punti ottenuti dalla terza alla sesta posizione. Al termine del primo turno, gli accoppiamenti per le semifinali di conference verranno stabiliti sempre in base alla classifica al termine della regular season. Tutte le serie di playoff, finale di conference compresa, sono al meglio delle sette partite.
Passiamo alla American Conference: nelle due division, saranno ammesse ai playoff le prime cinque squadre al termine della stagione regolare. La quarta e la quinta classificata disputeranno una serie, le Division Quarterfinals, ale meglio delle tre; la vincitrice sfiderà nel turno successivo la prima classificata, mentre ovviamente la seconda sfiderà la terza; serie al meglio delle cinque gare. Le squadre vincitrici si sfideranno nella finale di division, al meglio delle sette, e la squadra che prevarrà andrà a disputarsi la finale di conference, serie best-of-seven, contro i vincitori dell’altra division.
I campioni delle due conference si sfideranno per la serie finale, sempre al meglio delle sette, ed i vincitori si aggiudicheranno la Kelly Cup.

Sembra essersi definitivamente chiusa la lunga telenovela che aveva visto protagonisti i Gulf Coast Swords e la ECHL. Gli Swords avrebbero dovuto esordire nella lega due stagioni fa, ma a causa degli enormi ritardi accumulati nella costruzione dello stadio del ghiaccio, la Lakewood Arena, a Bradenton, Florida dovuti a problemi economici e tecnici della ditta costruttrice, la DVA Sports, la ECHL ha deciso di terminare la membership della franchigia che cessa così di esisterà senza mai aver disputato neppure una partita.

Chiudiamo con due piccole variazioni regolamentari approvate dal Board of Governors: un giocatore che tirerà deliberatamente il disco fuori dalla pista non sarà più penalizzato per ritardo di gioco, ma la sua squadra non potrà effettuare il cambio di linea. Inoltre, come già deciso per la NHL ed AHL,la massima curvatura ammessa delle spatole dei giocatori, aumenta da 0,5 pollici (1,27cm) a 0,75 pollici (1,905cm).

Tags: