Amichevole Valpusteria-Merano: 5-1

Ultimo test amichevole prima della partenza del campionato per il Valpusteria che venerdi sera si è incontrato sul ghiaccio locale con il Merano (A2). Nel Valpusteria è assente Moger (squalificato per la rissa nell’ultima amichevole a Renon) e Erlacher (ancora infortunato) mentre il Merano è al gran completo.
Partita abbastanza confusa e bruttina nel primo periodo, dove solo il solito Erikson (in linea con i due giovanotti Trenker e Platter) riesce a dare un paio di impulsi al gioco pusterese, mentre il Merano è abbastanza innoquo. Infine a un minuto dalla prima pausa i gialloneri riescono a finalizzare in rete una delle poche belle azioni partita dal furetto Bona, che mette in mezzo un disco d’oro che Turunen deve solo appoggiare in rete.
Da notare che verso la fine del I periodo Max Oberrauch esce dal campo per precauzione (piccolo strappo ai adduttori; non è grave, però il suo impiego martedi a Bolzano è in forse.

Anche nel II periodo la musica non cambia; la partita rimane parecchio confusa, con il Merano che si difende bene ed il Valpusteria non riesce ad impostare il suo gioco. Cosi è il Merano che, in una delle poche belle azioni, riesce ad andare a segno con Zöschg che, servito ottimamente da dietro la porta da parte di Timpone, non ha difficoltà a trafiggere per la prima volta l’icolpevole Ottoson. Passa solo un minuto e mezzo ed il Valpusteria raggiunge il nuovo vantaggio grazie alla solita discesa in velocità di Bona, che scappa ai difensori meranesi, mette in mezzo dove trova ancora una volta Turunen, che è lesto a mettere il disco in rete. Subito dopo il Merano ha la grande possibilità di arrivare al pareggio, giocando per ben 4 minuti in 5 contro 3, ma la difesa del Valpusteria regge bene.
Si va al III periodo e nelle file meranesi c’è un cambio in porta: Commisso entra in porta al posto di Rizzi, che ha sicuramente fatto una buona partita. Adesso finalmente il Valpusteria riesce ad impostare meglio il suo gioco ed a raccimolare un paio di belle azioni. Però i gol arrivano solo verso la metà del periodo, quando il Valpusteria va in rete su contropiede per ben 2 volte entro 37 secondi (entrambi i gol in inferiorità di Erikson e Bona) mettendo fine alla partita. Il promettente giovane Trenker mette il sigillo finale: in superiorità numerica riesce a deviare in rete un tiro dalla blu di Mair.
Per concludere si può dire che il risultato è un po’ troppo pesante per il Merano, che in difesa ha tenuto bene, però in attacco è stato troppo innoquo. Per il Valpusteria si può dire che la difesa ha fatto un’egregia partita, mentre in avanti si deve sicuramente migliorare per essere all’altezza nelle partite del campionato.