I Moskito … hanno punto fino alla fine ma …

Nel fine settimana che ha visto andare in scena i frombolieri dell’aria – all’air show di Lodrino – e il primo derby hockeistico della stagione – all’Electro-oli Trophy di Lugano, con l’Ambrì Piotta a bissare il successo dello scorso anno – alla pista della Valascia si è svolta la 13esima edizione dell’omonimo Trofeo, riservato ai campioni di domani della categoria Moskito.

Lo spirito con il quale le otto compagini presenti si sono affrontate ha dato vita ad uno spettacolo coinvolgente.
Il pubblico e gli addetti ai lavori presenti, che hanno privilegiato questa manifestazione alle più blasonate citate in epigrafe, non hanno sicuramente motivo di rimpianto.

Si tratta di un torneo di preparazione, finalizzato a misurare lo stato fisico, tecnico e tattico delle squadre – ad un mese circa dall’inizio del campionato – che come consuetudine ha visto la presenza dei padroni di casa dell’HCAP e dei suoi partner team (Chiasso, Ascona, Bellinzona e Lucerna), accompagnati in questa edizione dai cugini del Lugano e da altre due squadre d’oltre Gottardo (Zugo e Winterthur).

I leventinesi non sono riusciti a difendere il trofeo conquistato eroicamente nella passata edizione, ma si sono gagliardamente battuti, arrendendosi in semifinale al Winterthur, che risulterà il vincitore finale, e nella finalina cedendo nella lotteria dei rigori al cospetto del partner team Lucerna.

Come detta la vittoria del torneo è arrisa al Winterthur, che in una combattutissima e intensa finale ha avuto la meglio sul Bellinzona.

Alla panchina dei Mosk…ettieri leventinesi abbiamo ritrovato uno scudiero di tante battaglie passate della prima squadra dell’HCAP, colui che è stato il primo svizzero a calcare le piste della prestigiosa NHL, in due parole Pauli Jaks, condottiero dei Top nella stagione entrante,

A lui abbiamo chiesto le impressioni sul torneo:

E’ stato un torneo di buon livello con otto buone squadre. Si è visto chi si allena già da tanto tempo e chi da meno, chi ha la possibilità di avere ghiaccio e chi meno. Sono contento di questi due giorni ad Ambrì; abbiamo visto buone cose e possiamo solo migliorare.

e sulla sua squadra:

La squadra ha risposto bene. Dopo la sconfitta di un tempo contro i GDT Bellinzona erano tutti un po’ delusi, ma nella partita di domenica mattina contro lo Zugo, che valeva l’accesso alle semifinali, la squadra ha reagito molto molto bene. Poi immediatamente la semifinale con il Winterthur, due partite molto intense. Sono contento della squadra, buonissimo gruppo dove si lavora bene ed i ragazzi ascoltano.

Infine, come continua la preparazione:

Cercheremo di migliorare gli errori fatti in questo torneo, durante gli allenamenti in settimana e nelle prossime partite di preparazione, Entro fine settembre inizio ottobre verrà definita la rosa di chi giocherà nei Moskito Top, mentre chi purtroppo rimarrà escluso dovrà pazientare ancora un attimo e lavorare per ambire ad un posto in questa formazione.

Il successo della manifestazione è stato anche quest’anno la convivenza amichevole e relazionale tra i ragazzi, gli allenatori, gli accompagnatori, i genitori e il pubblico e la condivisione del vissuto di questa due giorni.

Il settore giovanile dell’HCAP ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione e rinnova già sin d’ora l’appuntamento per l’edizione numero 14.

Tags: