A&O Asiago: nuovo acquisto

La Supermercati A&O Asiago annuncia che il quinto straniero della stagione 2006/07
sarà il difensore Canadese Nathan Forster.

Il giocatore è nato il 2 Luglio 1980 a Victoria (British Columbia, Canada) è alto
1.85m e pesa 90kg.

Spende i primi anni della sua carriera hockeyistica, iniziata nel 1996 a soli 16
anni, giocando in WHL per i Seattle Thunderbirds con i quali mette a referto, nel
corso di quattro stagioni, 83 punti (17 reti e 66 assists) subendo 513 minuti di
penalità in 232 partite mentre a livello di squadra il traguardo più importante è
rappresentato dalla finale, risalente al 1996/97, persa contro i Lethbridge per 4 a
0 nella serie. Nel 1998, proprio nel cuore della sua esperienza di hockey giovanile,
viene draftato dai Washington Capitals al 7° giro come 179a scelta assoluta.

Il raggiungimento dell’età massima per poter giocare in Canadian Hockey League
coincide con l’approdo in ECHL: Infatti, la prima parte della stagione 2000/01 vede

Forster impegnato a difendere i colori dei Richmond Renegades per i quali segna 2
reti e 7 assists con 55 minuti di penalità in 30 partite mentre in seguito viene
richiamato dai Portland Pirates nella AHL dove mette a referto 2 assist e subendo 25
minuti di penalità in 30 partite.

Stesso destino nel 2001/02: 9 punti (3+6) e 60 minuti di penalità in 24 partite a
Richmond e 2 punti (1+1) con 26 minuti di penalità in 27 partite a Portland.

Nella stagione 2002/03, complice delle ottime prestazioni degli anni precedenti,
viene richiamato in pianta stabile nei Portland Pirates ma dopo 14 partite e 3 punti
subisce un grave infortunio che ne preclude il proseguimento del campionato e anche
della stagione successiva in quanto, ancora vittima di dolori, decide di prendere
una pausa dall’hockey giocato cercando di guarire dai malanni fisici.

Una chiamata di Greg Betters, allenatore dei neonati Victoria Salmon Kings (squadra
con sede nel suo paese di nascita) gli fa tornare la voglia di scendere sul
ghiaccio.

La stagione 2004/05 lo rivede in pista proprio difendendo i colori dei Salmon Kings:
il ritorno è meno traumatico del previsto in quanto il giocatore mette a segno 5
reti e 11 assist con 73 minuti di penalità in 53 partite nella prima stagione e 20
punti (6+14) con 66 minuti di penalità in 58 partite nell’ultima annata in ordine
cronologico.

Difensore roccioso e dotato di buon fisico, non segna molte reti ma potrà tornare
molto utile in fase prettamente difensiva e nelle uscite di zona.