Dolomitencup: Ginevra supera gli Augsburger Panthers e vola in finale contro i Lions Francoforte

Sarà Lions Francoforte – Servette Ginevra la finale della prima edizione della “Dolomiten Cup”, in programma domani (domenica), ore 20.30, alla Meranarena di Merano.
Nella seconda semifinale il Servette Ginevra ha superato meritatamente, anche se con qualche brivido nei minuti conclusivi di una partita per gran parte condotta, gli Augsburger Panther, raggiungendo così in finale i Lions Francoforte, che nel match di venerdì avevano superato l’Egna Selection per 5-1.
In pista e sulla panchina dell’Augsburg due “ex” del nostro campionato: l’allenatore canadese Paulin Bordeleau e l’attaccante italo-canadese dei Panthers Giulio Scandella (doppietta), entrambi con un passato più o meno recente nell’Asiago Hockey. Nella retroguardia del Servette, invece, assente quel John Gobbi, che indossò la maglia del Bolzano nella parte conclusiva della stagione 2002/03. Tra gli elvetici, inoltre, si registrano le assenze di Treille, Horak, Savary e Trachsler; mentre i tedeschi devono fare a meno del canadese Bolibruck.

Il Servette ha una settimana di ghiaccio in più nelle gambe e si vede. Gli elvetici, più brillanti, riescono ad “uccidere” un paio di penalità senza problemi e senza concedere occasioni agli avversari. Alla prima opportunità con l’uomo in più, invece, il Servette non sbaglia: il vantaggio è firmato dall’ex Atlanta Trashers Serge Aubin (per lui anche 3 assists), che finalizza una combinazione con Law e Wright (0-1). Al 12’ il Servette gioca in doppia superiorità numerica, sfiorando il raddoppio a più riprese con “i soliti” Law e Wright. In un paio di circostanze, comunque, il portiere svedese dell’Augsburg si supera per evitare la rete. Scampato il pericolo, i tedeschi, finalmente, concretizzano una superiorità numerica complice una deviazione un po’ fortunosa di Scandella, ben appostato nei pressi della porta (1-1). L’equilibrio, però, dura poco e nemmeno 2’ più tardi gli svizzeri si riportano meritatamente in vantaggio con Keller, puntuale nell’inserimento e preciso nel trafiggere Wanhainen in mezzo ai gambali (1-2).
Il secondo tempo si apre con le scintille tra Goran Bezina (2’+2’+2’+10’) e Mark Murphy (2’+2’+10’), mandati a sbollire per un po’ in panca puniti. Non accade granché ed il Servette controlla agevolmente, sfiorando la rete al 26’, complice un’uscita avventata di Wanhainen su Law, e quindi, al 28’, con Deruns, che si presenta a tu per tu con il goalie svedese, bravo a respingere. Al 31’, però, l’Augsburg rimedia due penalità in rapida successione. Mc Sorley chiama time out, organizza i suoi e, dopo un’occasionissima sprecata da Wright, lo stesso attaccante canadese si fa perdonare l’errore, realizzando d’astuzia, e con la decisiva complicità di Wanhainen, la rete che vale l’allungo (1-3). Nel finale Augsburg nuovamente con l’uomo in più: Brigley si divora il goal da pochi passi; poi amnesia delle “pantere” in zona neutra e Grosek se ne va tutto solo verso Wanhainen, salvato dalla traversa.
Il match, comunque, si riapre dopo una manciata di secondi dall’inizio dell’ultimo periodo. Augsburg “graffia” con un perfetto inserimento del difensore lettone Rekis, che raccoglie l’assist di Darby e fulmina Mona (2-3). Le speranze degli uomini di Bordeleau, comunque, durano appena 3’, perché, con Vozar in panca puniti, Kirby Law, top scorer dell’ultima regular season in AHL, riceve l’assist di Aubin e non dà scampo al portiere avversario (2-4). Al 46’, al rientro da una penalità, Meunier scatta in contropiede, Wanhainen argina in un primo tempo; poi, dopo un batti e ribatti sotto porta, Cadieux trova il pertugio vincente (2-5). Il Servette a questo punto rallenta, un po’ troppo, consentendo agli avversari di riavvicinarsi pericolosamente nel breve volgere di 60” (reti di Mayr e Scandella). Nel finale, giocato senza portiere, Mona compie un paio di interventi decisivi su Henderson e Brigley.
Al termine dell’incontro assegnati i premi per i migliori giocatori: Jamie Wright per il Servette e Arvids Rekis per l’Augsburg.

AUGSBURGER PANTHER – SERVETTE GINEVRA 4 – 5 ( 1-2 / 0-1 / 3-2 )

AUGSBURGER PANTHER: Wanhainen, Morczinietz, Damgaard, Rekis, Tölzer, Fendt, Lavallee, Schuster, Frenzel, Mayr, Dube, Scandella, Brigley, Henderson, Darby, Murphy, Suchan, Kofler, Menauer, Buzas, Schönberger, Vozar.
All. Bordeleau

SERVETTE GINEVRA: Mona, Tobler, Keller, Mercier, Breitbach, Bezina G., Schilt, Rytz, Moser, Bezina T., Cadieux, Meunier, Aubin, Law, Grosek, Knoepfli, Wright, Rivera, Deruns, Fedulov, Le Moine, Bonnet, Boillat.
All. Mc Sorley

Arbitri: Pichler, Waldthaler e Benvegnù.

Reti. Primo tempo: 9’08” Aubin (S – Wright, Law – PP1), 13’53” Scandella (A – Frenzel – PP1), 15’21” Keller (S – Law, Aubin). Secondo tempo: 12’40” Wright (S – Aubin, Keller – PP2). Terzo tempo: 0’25” Rekis (A – Darby – PP1), 3’27” Law (S – Aubin, Bezina G. – PP1), 6’48” Cadieux (S – Meunier, Rytz), 15’23” Mayr (A – Frenzel, Kofler), 16’23” Scandella (A – Murphy, Frenzel).

Dolomiten Cup.

Il programma degli incontri.

Venerdì 11.08.06
Semifinale Egna Selection – Lions Francoforte 1 – 5

Sabato 12.08.06
Semifinale Augsburger Panther – Servette Ginevra 4 – 5

Domenica 13.08.06 ore 17.00 @ Merano
Finale 3° posto Egna Selection – Augsburger Panther

Domenica 13.08.06 ore 20.30 @ Merano
Finale 1° posto Lions Francoforte – Servette Ginevra

Biglietti. Il biglietto per ogni singola partita ha un costo di 10 Euro (8 Euro per gli abbonati del quotidiano Dolomiten).
Per la giornata conclusiva di domenica, con due partite in programma, il prezzo è di 15 Euro (12 Euro per gli abbonati del quotidiano Dolomiten); mentre chi volesse assistere a tutti gli incontri della manifestazione potrà acquistare un tagliando unico al costo di 25 Euro (22 Euro per gli abbonati del quotidiano Dolomiten).
Per i ragazzi nati dal 01.01.1991 in poi l’ingresso sarà gratuito.
I biglietti potranno essere acquistati direttamente alla biglietteria della Meranarena a partire da un’ora prima dell’inizio della partita in programma.

Accrediti stampa. I giornalisti e gli operatori media potranno ritirare il loro “pass” d’accesso presso la cassa accrediti della Meranarena.

Web – Real Time. Il torneo sarà seguito con aggiornamenti in tempo reale sul sito www.dolomitencup.com.