HC Valpellice: intervista al presidente Ferrando

di Paolo Vola:

H.T. Allora presidente Ferrando, come spiega questa Valpe protagonista del mercato?

Ferrando: E’ un atto dovuto, in omaggio ai nostri 70 anni di storia, alla memoria del presidentissimo e fondatore avvocato Cotta Morandini (a cui verrà dedicato il nostro Stadio) ed ai nostri incredibili tifosi. L’anno scorso è stato di transizione, la Dirigenza era nuova, c’era l’incertezza sull’agibilità del nuovo Stadio Olimpico, abbiamo fatto i miracoli per disputare un campionato comunque decoroso dove abbiamo sfiorato i playoff e
dove ci siamo agevolmente salvati. Quest’anno possiamo e dobbiamo essere più ambiziosi.

H.T. Allora parliamo delle strategie per la nuova stagione…

Ferrando: anzitutto, essendo io più un Amministratore che un Presidente, voglio una Società solida economicamente, il bilancio è comunque la fotografia di un’azienda che, seppur piccola e guidata da "volontari", deve essere prima seria e poi, se possibile, vincente. Secondo: il potenziamento

del settore giovanile; non possiamo permetterci di rifondare ex novo la squadra ogni anno, bisogna investire nel vivaio. In questo senso c’è un programma serio di "avviamento" all’hockey, specie nelle scuole, sono state diminuite le quote a carico dei genitori e sono stati nominati un nuovo
Responsabile del settore, Luca Viglianco, e un supervisore tecnico di tutte le categorie, l’ex giocatore ed allenatore Luca Rivoira. Ci presenteremo al via in tutti i campionati a partire dalla Under 8 e, per le categorie Under 16 ed Under 19, abbiamo sottoscritto un accordo con il Real Torino del
presidente Traversa, che ringrazio, per esprimere un settore giovanile piemontese altamente competitivo. Da ultimo… costruire una buona squadra senior.

H.T. E veniamo allora alla nuova Valpe, cosa sia aspetta per il prossimo Campionato?

Ferrando: La Valpe 2006/2007 nasce nel segno di Massimo Da Rin, una persona ed un allenatore che stimo molto e che conosce benissimo l’ambiente di Torre Pellice. So che predilige un certo tipo di gioco e, con l’insostituibile
supporto del D.S. Fausto Barale, stà costruendo un roster adatto alle sue caratteristiche. L’accordo di Farm Team con i Campioni d’Italia dei Mialno Vipers ci onora e ci consentirà di portare allo Stadio Olimpico giocatori di
categoria superiore. Ci tengo tuttavia a ringraziare l’Asiago, ed in particolare il presidente Mantovani, per la disponibilità ed il supporto datotoci lo scorso anno.

H.T. Potrebbe sbilanciarsi un pò di più… Grossi, Meneghetti & C. fanno sognare i tifosi!

Ferrando: Sicuramente gli acquisti sinora fatti sono di grande prestigio, Dino Grossi potrebbe diventare il trascinatore della squadra, Demetz e Di Stefano danno qualità, Meneghetti e Tremolaterra tanta sostanza… senza
dimenticare la riconferma di Alex Silva, Laine e Petrov che lo scorso anno erano apprezzati da tutti gli addetti ai lavori. Ci mancano ancora alcuni tasselli importanti, specie in difesa, ma ho massima fiducia nell’operato del mio Direttore Sportivo. Pur non sapendo ancora come sarà strutturato il campionato mi sbilancio… siamo sicuramente da metà classifica con un occhio all’insù!

H.T. E poi ci sono la Coppa Italie ed i Mondiali Under 20…

Ferrando: Esatto! La Coppa Italia allargata alle squadre di A2 è un’ottima iniziativa, spero di poter organizzare a Torre Pellice almeno il turno preliminare; poi, si andasse avanti, sarebbe un bel premio per la nostra passionale tifoseria poter vedere dal vivo squadre di altissimo livello.
L’assegnazione fatta dalla Federazione all’H.C. Valpellice
dell’organizzazione dei Mondiali Under 20 è per noi un’occasione straordinaria ed una "vetrina" irripetibile ; ci aspetta un duro lavoro, in sinergia con le Istituzioni locali, perchè l’evento funzioni alla perfezione. Abbiamo l’esperienza di precedenti manifestazioni a livello
giovanile e dell’organizzazione delle amichevoli pre olimpiche femminili… ho una "squadra" di collaboratori entusiasti e infaticabili… ce la faremo!

Si ringrazia il presidente Ferrando per la disponibilità