News dalla lega

di Francesco Seren Rosso

Si è svolto recentemente ad Henderson, Nevada, l’annuale Board of Governors della ECHL che ha come sempre preso delle decisione riguardanti il futuro della lega stessa.
Per prima cosa, è stato eletto il presidente del Board, dopo che Craig Brush, dei Florida Everblades, non si è più ripresentato per il mandato. La scelta, unanime, è caduta su Steve Chapman dei Gwinnett Gladiators, due volte consecutive Executive dell’anno.

Due squadre passano di mano, si tratta dei Charlotte Checkers e dei Long Beach Ice Dogs. I Checkers passano dalla proprietà della S&F Sports, LLC alla MAK Sports, LLC. MAKSports, presieduta da Michael Kahn. Carl Scheer e Felix Sabates, i due ormai ex proprietari della franchigia che avevano acquistato nel 2002, resteranno comunque nell’organigramma della società.
Gli Ice Dogs vengono acquistatati dalla Power Play Entertainment, LLC. i cui soci sono Steven Bash, Isaac Bash e Ted Foxman.

Dopo i celebri disastri causati dall’uragano Katrina, i Mississippi Sea Wolves torneranno nella ECHL nella stagione 2007-2008, ovvero quando sarà completata la ricostruzione del Mississippi Coast Coliseum and Convention Center; la squadra già entro il prossimo settembre conta di aver già assunto lo staff tecnico necessario e di avere i primi contratti di sponsorizzazione.
Per quanto riguarda le franchigie di espansione perviste dalla lega, ovvero i Myrtle Beach Thunderboltz, Gulf Coast Swords e Reno Raiders giungono novità: i Thunderboltz dovrebbero esordire nel 2007-08 e giocheranno al campus Coastal Carolina University a Conway, Sud Carolina; per gli Swords la situazione è più complicata: i lavori per lo stadio sono in ritardo, così il Board ha concesso una proroga per permettere al gruppo di proprietari di completare i dettagli per la costruzione dell’arena; mentre con ogni probabilità finalmente nel 2008-09 vedremo in pista Reno, alla quale la franchigia è stata assegnata nel 2002, poi ritirata e successivamente riassegnata.

Cessano invece le operazioni i Greenville Grrrowl, che non hanno trovato i 350.000$ necessari alla sopravvivenza della franchigia. La decisione ha effetto immediato e tutti i giocatori dei Grrrowl diventano automaticamente free agents.

Anche i San Diego Gulls, con una lettera inviata alla ECHL, hanno deciso di rinunciare alla prossima stagione dopo il disimpegno degli sponsor. Per la lega si tratta di una grave perdita vista la storia ed il seguito della franchigia. Anche in questo caso, tutti i giocatori diventano automaticamente free agents.

E’ invece fresca la notizia dellos cioglimento dell’affiliazione dei Columbia Inferno con i Vancouver Canucks (NHL) ed i Manitoba Moose (AHL). Gli Inferno sono stati per 5 anni farm team dei Moose ed hanno visto tra le loro fila giocatori come Alex Auld ed Alex Burrows, attualmente entrambi in NHL.

Tags: