Italia ko con l’Ucraina, la salvezza passa per il Relegation Round

Niente da fare per il team azzuro che ora deve combattere nel gironi di relegazione per cercare di mantenere aperte le speranze di rimanere nel gruppo delle nazionali più forti.

Bellissima partita invece quella disputata dalla selezione russa contro la Slovacchia finita 4-3 per i russi dopo una partenza a razzo dei ragazzi di Hossa.

I risultati del pomeriggio:
Italia – Ukraina: 2-4 (0-1;1-1;1-2)
Russia – Slovacchia: 4-3 (2-2;1-1;0-1)

_____________________

ITALIA-UCRAINA 2-4 (0-1; 1-1; 1-2)
ITALIA: Muzzatti (Tragust); Strazzabosco-Ramoser; Helfer-Borgatello; Trevisani-Lorenzi; Egger; Iob-Parco-De Bettin; A. Molteni-Cirone-Busillo; Margoni-De Toni-Ansoldi; Fontanive-Felicetti-Bustreo; Chelodi. Coach: Michel Goulet.
UCRAINA: Simchuk (Karpenko); Gunko, Klymentiev, Polonytskiy, Isayenko, Sryubko, Navarenko, Ostroushko, Zavalniuk; Oletskyy, Shakhraychuk, Lytvynenko, Bobrobnikov, Dyachenko, Materukhin, Salnikov, Shafarenko, Kasianchuk, Semenchenko, Mikhnov, Protsenko. Coach: Oleksandr Seukand
MARCATORI: 1 t. 14’54” Kasianchuk PP1 (Shakhraychuk, Ostroushko); 2 t. 1’08“ Salnikov PP1 (Bobrobnikov, Dyachenko), 12’25” Busillo (Trevisani); 3 t. 11’11” Gunko (Lytvynenko), 15’38” Borgatello PP1 (A. Molteni), 17’56” Dyachenko EN (Gunko)

Penalità: Italia 52’ (4’+10’+38’) – Ucraina 32’ (6’+6’+20’)
Tiri in porta: Italia 21 (8+6+7) – Ucraina 27 (8+13+6)

(Ufficio Stampa FISG – Settore Hockey, MICHELE BOLOGNINI) – RIGA – Terza sconfitta consecutiva in altrettante partite per l’Italia ai Mondiali Gruppo A. Il ko maturato con l’Ucraina, 2-4 il risultato finale, è anche il più amaro, visto che condanna gli azzurri al Relegation Round tra le ultime classificate dei quattro gironi. Il mini-torneo che mette in palio due posti-salvezza, prenderà il via venerdì alle 12.15 locali (le 11.15 in Italia) contro la perdente di Bielorussia-Kazakhstan. Altre avversarie della nostra nazionale saranno la Danimarca (sabato alle 16.15) e la Slovenia (lunedì alle 16.15).
Nel match-verità con l’Ucraina gli azzurri partono bene, e nei primi dieci minuti tengono in pugno il pallino del gioco sfiorando il gol con Margoni, Ansoldi, Fontanive e Felicetti. Esaurito il forcing iniziale, l’Italia comincia a segnare il passo, e la pressione degli ucraini, squadra decisamente più attrezzata dal punto di vista fisico, si fa crescente. Al primo power-play gli ex-sovietici passano in vantaggio con una rasoiata in diagonale di Kasianchuk che non lascia scampo a Muzzatti.
Gli azzurri accusano il colpo, si fanno schiacciare nel proprio terzo di difesa, e in avvio di seconda frazione vedono raddoppiare le reti di svantaggio. Il gol, questa volta, porta la firma di Salnikov, che risolve una mischia sottoporta. L’Italia non riesce ad abbozzare una reazione degna di questo nome, almeno sino al dodicesimo, quando capitan Busillo trova il rebound vincente su tiro di Trevisani dalla blu. Il gol ridà forza agli azzurri, che tornano a farsi vedere dalle parti di Simchuk. L’Ucraina rischia di chiudere la partita al diciottesimo, con Salnikov che colpisce in pieno il palo, e Borgatello che salva sulla linea di porta.
Italia vicina al pareggio in apertura di terzo tempo con una deviazione di Molteni e un tentativo di Trevisani, ma all’undicesimo arriva il gol di Gunko (ma l’ultima deviazione pare essere di Trevisani) che mette la parola fine alle speranze azzurre. La rete in power-play di Borgatello, con un tiro dalla blu nel traffico, invita Goulet a tentare la carta del sesto uomo di movimento, ma l’empty net goal di Dyachenko rimanda l’Italia al tappeto. Il finale è carico di nervosismo, con una rissa che vede Iob, Shakhraychuk e Klymentiev protagonisti sia sul ghiaccio che negli spogliatoi, dove la zuffa prosegue. Il capoarbitro Savage punisce Iob, Shakhraychuk (2’+2’+10’ per entrambi), Helfer e Strazzabosco (10’), e ora l’attesa è tutta per le eventuali sanzioni disciplinari.
Per l’Italia la strada si fa dunque in salita: per poter rimanere nell’elite dell’hockey mondiale occorrono almeno due risultati positivi sulle tre partite che restano da giocare nel Relegation Round.

Girone Qualificazione – Gruppo B

Risultati:
Svizzera-Italia 3-1
Ucraina-Svezia 2-4
Svizzera-Ucraina 1-2
Italia-Svezia 0-4
Italia-Ucraina 2-4
Svezia-Svizzera

Classifica:
Svezia punti 6, Svizzera 4, Ucraina 2, Italia 0

Relegation Round
Italia – Danimarca – Slovenia – Kazakhstan o Bielorussia