Presentazione Mondiali di Riga 2006

di Alessandro Seren Rosso

Ai Mondiali di Riga parteciperanno le rappresentative nazionali di Canada, Stati Uniti, Russia, Kazakistan, Svezia, Finlandia, Danimarca, Ucraina, Slovacchia, Repubblica Ceca, Bielorussia, Norvegia, Svizzera, Italia e i padroni di casa della Lettonia. La partita inaugurale sarà giocata venerdì 5 Maggio alla Skonto Arena tra gli Stati Uniti e la Norvegia, e la fase preliminare continuerà fino al 10 (ultima gara Svezia – Svizzera). Una volta conclusa la fase preliminare le prime tre squadre di ogni girone avanzeranno alla fase di qualificazione mentre le ultime quattro si sfideranno per evitare la retrocessione in prima divisione che sarà "conquistata" dalle ultime due squadre classificate. La fase ad eliminazione diretta inizierà il 17 Maggio con i quarti di finale, poi il 20 saranno giocate le semifinali e le finali per il primo e il terzo posto verranno disputate domenica 21 maggio.

I gironi sono così composti:

Girone A: Repubblica Ceca, Slovenia, Lettonia, Finlandia
Non ci saranno problemi per la Repubblica Ceca e la Finlandia nel passare il turno, Slovenia e Lettonia lotteranno con il coltello tra i denti per evitare il girone retrocessione, con questi ultimi favoriti sia dalla maggior qualità del roster sia dalla possibilità di giocare in casa.

Girone B: Canada, Stati Uniti, Danimarca, Norvegia
Nel Girone B vale quanto detto prima: Canada e Stati Uniti non dovrebbero faticare troppo per passare il turno anche se gli Stati Uniti si presenteranno ai nastri di partenza con un roster un po’ indebolito rispetto alle ultime prestazioni.

Girone C: Svezia, Svizzera, Ucraina, Italia
Nel girone dell’Italia sicuramente la Svezia sarà la squadra da battere e probabilmente concluderà il gironcino imbattuta. L’Italia dovrà dare tutto per evitare il quarto posto, cercando di battere almeno l’Ucraina.

Girone D: Russia, Bielorussia, Kazakistan, Slovacchia
Questo girone potrebbe essere facile per Russia e Slovacchia ma Bielorussia e Kazakistan potrebbero dare problemi se presi sottogamba. Per quanto riguarda la lotta per evitare la retrocessione il Kazakistan ha sicuramente qualcosa in più ma difficilmente l’ultimo dei classificati di questo girone sarà relegato in prima divisione.