Euro Hockey Tour – Fase Svedese – Prima giornata

di Alessandro Seren Rosso

Le partite da disputare nella prima giornata di Euro Hockey Tour sono Svezia – Repubblica Ceca e Russia – Finlandia.
La prima gara che prenderemo in esame sarà Russia – Finlandia.
I portieri titolari sono Sokolov per la Russia e Backstrom per la Finlandia. Krikunov decide di non schierare la classica linea Sushinsky – Malkin – Kharitonov e inserisce Sushinsky e Kharitonov con Emeleev, mentre Malkin fa il centro in seconda linea con ai suoi fianchi Mozyakin e Grigorenko.
Dopo poco più di un minuto di gara la Finlandia è in superiorità numerica per una penalità fischiata contro Atyushov ma la Russia si difende molto bene e annulla l’attacco finnico. Nei primi minuti di gara la Finlandia controlla il match senza però rendersi troppo pericolosa in avanti. La prima occasione vera è propria è per la Russia dopo sei minuti con una bella combinazione Sushinsky – Kharitonov il cui tiro è però troppo sul portiere. Dopo meno di un minuti si accende una piccola scaramuccia per un fallo su Malkin e vengono così mandati in panca puniti due giocatori, Atyushov e Personen, e le squadre sono così in quattro contro quattro. In questa situazione la Finlandia gioca bene e si crea un’occasione che viene però ben parata da Sokolov. Sull’ingaggio conseguente ancora gran parata di Sokolov sulla stella dei Chicago Blackhawks Tuomo Ruutu. Si arriva così al decimo minuto quando è Mikhnov a seminare il panico nel terzo difensivo della Finlandia con una discesa al fulmicotone con un tiro però non all’altezza della preparazione. Per quattro minuti succede poco con le squadre ancora a lungo in quattro contro quattro ma in regolare parità numerica la Finlandia si rende ancora pericolosissima con Viukhola che però viene chiuso bene da Sokolov.

In apertura di secondo periodo la Russia passa in vantaggio: ottima apertura di Kharitonov per Koltsov che con un wrister di precisione chirurgica infila Backstrom. Poco dopo il gol Sokolov è costretto ad uscire per un infortunio al menisco, al suo posto entra Aleksandr Fomichev, portiere del CSKA Mosca. Al 4’50" due minuti al luganese Nummelin e la Russia ne approfitta per andare a un passso dal raddoppio con una grande azione di Semin però ben bloccato da Backstrom, poi è ancora Semin protagonista con un gran passaggio non sfruttato a dovere da Nikulin. La sfida tra Semin e Backstrom si ripete poco più tardi quando il giovane attaccante promessosi ai Washington Capitals si trova a tu per tu con il goalie avversario che riesce però ad avere la meglio. In mezzo alle due occasioni per la Russia si era reso pericoloso Rita con una bella discesa in velocità con deviazione di Fomichev oltre le balaustre. Al sedicesimo è ancora Rita a spingersi in avanti senza esito e il secondo periodo si chiude con le squadre ancora in quattro contro quattro.
Il terzo periodo si apre con il raddoppio della Russia firmato da Emeleev che ha beffato la Finlandia in contropiede a causa di un disco perso malamente nella zona offensiva. La terza frazione scorre senza troppe emozioni fino al sedicesimo quando la partita si riapre: in situazione di superiorità numerica per una penalità fischiata contro Kulemin, la Finlandia accorcia le distanze con un tiro ravvicinato di Riku Hahl. Questo gol però fa sì che i finnici cerchino ancora di più il terzo offensivo lasciando troppi buchi dietro infatti la Russia trova in questo modo il terzo gol con Grigorenko ben servito da Mozyakin dopo una bella azione sulla destra. Vittoria meritata per la Russia, Finlandia troppo poco concreta.
Nell’altra partita della giornata Svezia batte Repubblica Ceca per 3-0 grazie alla doppietta di Emwall e all’acuto di Mertensson nel finale.
Questi risultati qualificano matematicamente Russia e Svezia alle finali assolute dell’Euro Hockey Tour in programma a Stoccolma il primo maggio.