Playoffs: tre matchball per Lugano e Davos

Il Lugano si impone a Kloten e giovedì alla Resega potrà cercare di sfruttare il primo dei tre matchball a sua disposizione. Nell’altra sfida, il Davos, seppur facendosi dominare dal Rapperswil riesce anch’esso a ottenere il terzo successo nella serie.

Kloten Flyers-Lugano 2-3 (1-0;1-1;0-2)

1-0 04:30 Kimmo Rintanen
1-1 37:17 Jukka Hentunen
2-1 38:35 Frederic Rothen
2-2 51:35 Steve Hirschi
2-3 58:04 Sandy Jeannin

Primo periodo con un ritmo indiavolato quello della Schlüefweg con i padroni di casa a giocare con 4 linee offensive e i centri che si alternano nella quinta(!) per mantenere il ritmo elevato e cercare di mettere in difficoltà i bianconeri. Gli aviatori passano in vantaggio praticamente alla prima vera conclusione con Rintanen. Il gioco prosegue molto veloce con occasioni per entrambe e con il Lugano che non approfitta delle insicurezze di Stephan per pareggiare. Il Kloten comunque non sta a guardare e si rende pericoloso a sua volta ma il primo periodo si chiude sull’1-0 in favore dei padroni di casa. Il secondo periodo vede i padroni di casa farsi più pericolosi alla ricerca del punto del raddoppio che gli aviatori sfiorano a diverse riprese. Il ritmo rimane indiavolato e anche il Lugano si crea le sue belle occasioni. Il Lugano ottiene la sua prima rete con Hentunen, abile a partire in contropiede e a fiondare Stephan con un tiro tanto potente quanto preciso. Il Kloten non ci sta e poco più di un minuto più tardi si riporta avanti grazie ad uno spunto di Rothen. Il Kloten pare in grado di triplicare ma Jenni non trova di meglio che caricare il portiere bianconero e finire sulla panchina dei penalizzati. Il Lugano inizia il periodo conclusivo in superiorità numerica ma non riesce ad approfittarne. Sono gli aviatori a farsi pericolosi in contropiede con il Lugano che inizia a scoprirsi per trovare la rete del pareggio. La partita si fa sempre più fisica ma resta comunque molto spettacolare e viene giocata costantemente ad un ritmo molto elevato. Col passare dei minuti Stephan si rassicura, ma nulla può contro la STUPENDA discesa di Hirschi che prende il puck sulla linea blu, si beve l’intera difesa del Kloten e infila il portiere Stephan in backhand. Siamo ora a poco più di otto minuti dal termine con le squadre inchiodate sul punteggio di parità. Le due squadre non danno l’impressione di mollare, e continuano ad attaccare con il Kloten che si rende pericolosissimo colpendo anche un palo e creando il panico nella difesa del Lugano che in contropiede, con Peltonen potrebbe a sua volta portarsi in vantaggio. Si continua con rapidi capovolgimenti di fronte fino al 58.04 con Jeannin che beffa Stephan sul suo palo nonostante il portiere del Kloten sposti forbescamente la gabbia. Lugano in vantaggio quindi a poco meno di due minuti dal termine di questa bellissima partita. Ad un minuto dal termine del periodo, il Kloten tenta il tutto per tutto togliendo in portiere per schierare un uomo di movimento in più. Gli aviatori non si rendono pericolosi più di tanto e il Lugano vince una partita tra le più belle viste negli ultimi anni in Svizzera. Migliori in pista i due portieri che nonostante i numerosi tiri indirizzati verso la loro porta hanno mantenuto il punteggio molto basso.

Rapperswil/Jona Lakers-Davos 1-3 (0-0:1-2:0-1)

1-0 33:42 Cyrill Geyer
1-1 36:47 Sandro Rizzi
1-2 39:48 Michel Riesen
1-3 55:23 Patrik Juhlin

Il primo periodo viene dominato dai padroni di casa che però non riescono a battere l’ottimo Hiller che salva a diverse riprese il risultato. Il Davos si limita a controllare il gioco cercando di colpire in contropiede e rendendosi pericoloso a sua volta ma il risultato in si sblocca. Nel secondo periodo continua il dominio territoriale dei padroni di casa che dopo aver fallito un rigore con Berglund passano in vantaggio con Geyer quando le due squadre giocavano con quattro uomini per parte. Il Rapperswil ha ancora qualche occasione in doppia o in semplice superiorità numerica per raddoppiare ma la difesa del Davos fa buona guardia. Sono anzi i grigionesi in inferiorità numerica ad ottenere la rete del pareggio con Rizzi che approfitta di un errore del portiere Streit che si lascia sfuggire alle spalle il puck dopo un intervento difettoso. Il Rapperswil non si da per vinto e continua ad attaccare ma subisce a pochi secondi dal termine del periodo centrale la seconda rete degli ospiti ad opera di Riesen. Contro l’andamento del gioco, il Davos chiude il periodo centrale in vantaggio. La partita resta comunque in bilico e l’incontro verrà deciso nel periodo conclusivo. Nel terzo periodo il Rapperswil appare molto provato sia fisicamente che moralmente e non riesce a rendersi pericoloso come nei due precedenti periodi dando la possibilità agli ospiti di controllare il gioco fino ad ottenere la rete del tre a uno con Juhlin, che a meno di cinque minuti dal termine sembra chiudere la partita. Il Rapperswil può beneficiare un attimo dopo di una superiorità numerica e l’allenatore Gilligan chiede il time-out per istruire i suoi nel disperato tentativo di raddrizzare l’incontro. Il tecnico del Rapperswil toglie il portiere a due minuti dal termine ma la mossa viene resa vana da una penalità subita dai suoi. Non cambia più nulla e il Davos conquista la terza vittoria nella serie. Un Rapperswil che non meritava la sconfitta per quello che ha fatto nei primi due periodi dominando l’avversario.

Tags: