Superliga 2005/2006: terza e quarta partita ottavi di finale

di Alessandro Seren Rosso

Nelle giornate di giovedì e venerdì si sono disputate le terze e le quarte partite degli ottavi di finale dei playoffs della RSL 2005/2006. Vediamo le sfide nel dettaglio:

– Metallurg Magnitogorsk – Metallurg Novokuznetsk Situazione 3-0

Come previsto facile vittoria del Metallurg Magnitogorsk sui parinome di Novokuznetsk volenterosi ma troppo inferiori tecnicamente. La terza e decisiva partita, giocata a Novokuznetsk, si conclude sul punteggio di 2-3 grazie ai gol di Kapush e Shtajger per i padroni di casa, e di Gusmanov, Seluyanov e Bojkov per gli ospiti. Il Metallurg ha fatto il suo dovere ed è soddisfatto di aver chiuso subito la serie per presentarsi al prossimo turno freschi. Anche il Novokuznetsk ha fatto il possibile per evitare l’eliminazione in tre gare ma il tasso tecnico degli avversari ha giocato pienamente il suo ruolo.
Miglior giocatore della serie: Evgeny Malkin (Metallurg Magnitogorsk)

– Ak Bars Kazan – HK MVD Tver Situazione 3-1

I Leopardi a differenza del Metallurg hanno dovuto concedere una partita ai propri avversari prima di chiudere i conti. In gara tre a Tver infatti la squadra di casa ha alzato il ritmo e ha approfittato della serataccia di Brathwaite per portarsi avanti di tre reti con Gorbunov, Subbotin e Osipov. La reazione dell’Ak Bars è stata veemente ma tardiva e la doppietta di Vorobiev è stata inutile ai fini del risultato finale. Anche in gara quattro il Tver ha fatto il possibile e ha messo in difficoltà l’Ak Bars ancora una volta trovandosi in vantaggio prima per 2-0 e poi per 3-1. Eremenko, schierato in porta al posto di Brathwaite, non ha giocato la sua miglior partita concedendo due gol nel primo periodo a Babenko e Gribko. Nel secondo periodo Schadilov accorcia le distanze ma il Tver si riporta avanti con Kokorev. A questo punto il Kazan capisce che è ora di chiudere i conti e con i suoi giocatori più rappresentativi, Morozov e Zinoviev, pareggia la partita. Nel supplementare nessuna delle due squadre riesce a imporsi e si va così ai rigori: il Tver sbaglia sempre mentre l’Ak Bars non commette errori grazie ai gol di Vorobiev, Zinoviev e Morozov. Anche in questa serie vale il commento fatto per la precedente: l’Ak Bars ha dimostrato di essere una squadra molto forte e il Tver si è impegnato onorando al massimo l’impegno. Inoltre queste partite hanno dimostrato una certa leggerezza della squadra di Kazan nella fase difensiva che dovrà essere risolta per impegni più difficili.
Miglior giocatore della serie: Aleksej Morozov (Ak Bars Kazan)

– Lokomotiv Yaroslavl – Sibir Novosibirsk Situazione 3-1

Termina con il punteggio di tre partite a una anche la serie del Lokomotiv. In gara tre il Sibir disputa forse la miglior partita della stagione, battendo il Lokomotiv per 3-1 per effetto dei gol di Golovin che approfitta di un grande passaggio di Rinat Khasanov, di Subbotin che batte Valiquette in contropiede, e di Kochetkov che realizza un gol di pregevole fattura con un tiro di prima intenzione scaturito dal passaggio di Subbotin dopo la discesa sulla destra. Il gol della bandiera per il Lokomotiv è segnato da But dopo una bella azione dietro la gabbia di Vlasenkov.
In gara quattro però l’incantesimo si spezza e il Lokomotiv si porta nel giro di mezz’ora avanti di quattro marcature: nel primo periodo doppietta di Mikhnov che prima in powerplay devia un tiro di Davydov, poi in velocità infila Vyukhin nell’occasione piazzato malissimo davanti alla gabbia. Nel secondo periodo le altre due marcature degli ospiti: il terzo gol è l’effetto di un’azione in contropiede conclusa da Vlasenkov che ribadisce in rete un tiro di Schastlivy ribattuto da Vyukhin, mentre la quarta marcatura è una grande azione personale di Rudenko che prima si libera di un difensore fintando un passaggio e poi fa sdraiare Vyukhin con una finta rapida di corpo e va a segno appena sotto la traversa. Nel terzo periodo il Sibir rialza la testa e va a segno due volte con Golovin dalla distanza e con il ceco Guren dalla sinistra ma il punteggio della partita nella sostanza non cambia e il Lokomotiv passa il turno comunque non senza affanni.
Nel corso delle quattro partite non hanno giocato molto bene i portieri del Lokomotiv: sia Valiquette che Podomatsky hanno commesso errori evitabili che in una serie più difficile potrebbero costare molto cari.
Miglior giocatore della serie: Petr Schastlivy (Lokomotiv Yaroslavl)

– Avangard Omsk – SKA San Pietroburgo Situazione 3-0

Serie davvero senza storia tra Avangard e SKA che si conclude sul 3-0 senza che la squadra di San Pietroburgo sia mai entrata in partita. Per l’SKA buona difesa ma attacco a dir poco sterile: soltanto due gol segnati in tre partite!
Gara – 3 si è conclusa sul punteggio di 1-3 con i gol di Gusev, Svitov e Popov per l’Avangard e di Emeleev per l’SKA.
L’SKA ha decisamente giocato una brutta serie: mai in partita, la squadra di San Pietroburgo deve assolutamente cambiare qualcosa in avanti per andare a segno con più frequenza e l’ingaggio di Sokolov si è dimostrato insufficiente per soddisfare le ambizioni del presidente del club Boris Vinokurov. Per l’Avangard invece una serie decisamente buona sia in attacco che in difesa grazie soprattutto a Maracle.
Miglior giocatore della serie: Norm Maracle (Avangard Omsk)

– CSKA Mosca – Severstal Cherepovets Situazione 3-1

La serie CSKA – Severstal si è confermata una bellissima serie, in cui alla fine è stata la squadra moscovita a prevalere. La terza partita è stata una gara incredibilmente tirata che si è conclusa sul risultato di 0-1 grazie a un gol su rigore di Mozyakin che batte Lamothe sulla destra. Nella quarta partita il Severstal si gioca il tutto per tutto ma è il CSKA a portarsi avanti prima con Erofeev, bravissimo a oltrepassare Lamothe proteso in tuffo, poi con Nemirovsky che realizza un gran gol: Mozyakin irrompe nel terzo offensivo e passa il disco a Nemirovsky che corregge il passaggio con il pattino prima di infilare il disco in rete con un tiro che si infila tra traversa e portiere. Il Severstal si butta in avanti e in chiusura di secondo periodo riesce a segnare il 2-1 con Malov che sfrutta una mischia sottoporta, ma sulla sua strada trova uno Skudra in giornata di grazia che non lascia passare più nulla e fa aggiudicare alla sua squadra partita e serie. Nei quarti di finale il CSKA affronterà l’Avangard Omsk per una serie che si preannuncia molto interessante. Per il Severstal il rimpianto di aver perso la serie perdendo nettamente soltanto una partita, mentre per il CSKA è una vittoria molto importante perchè arriva contro una squadra forte e ben organizzata. Mozyakin ha giocato una serie strepitosa ed è risultato probabilmente il miglior giocatore dell’intero primo turno.
Miglior giocatore della serie: Sergej Mozyakin (CSKA Mosca)

– Khimik Moskovskaja Oblast – Neftekhimik Nizhnekamsk Situazione 2-2

La serie Khimik – Neftekhimik è l’unica serie ancora viva e si deciderà a Mytischi il 19 marzo. In gara 3 vittoria esterna del Khimik a Nizhnekamsk grazie ai gol di Sergej Sevostyanov e di Maksim Semenov e allo shut out di Salficky. Il Khimik però non sfrutta il match-point e in gara 4 si fa rimontare per ben due volte: ai gol di Glukhov e Prokopiev rispondono Pestushko e Mirnov. La partita è poi decisa da un gol di Konkov al trentaduesimo minuto.
Sarà interessante vedere chi riuscirà a spuntarla in gara-5.

– Salavat Yulajev Ufa – Spartak Mosca Situazione 3-0

Clamorosa eliminazione dello Spartak Mosca per mano del Salavat Yulajev Ufa. Chi, come il sottoscritto, si aspettava una sterzata nella serie è stato deluso: in gara-3 lo Spartak è riuscito ad andare in rete come non ha fatto nelle prime due partite però la difesa, in particolar modo Zimakov e Moss, ha giocato una partita imbarazzante determinando così l’uscita di scena dello Spartak che aveva disputato un buon finale di regular season. Per quanto riguarda la partita, il Salavat infila Moss tre volte in un quarto d’ora con Sidyakin, Volkov e Makarov e a questo punto Bragin è costretto a togliere Moss, davvero brutta la sua prestazione, in favore di Barulin incomprensibilmente lasciato fuori dopo aver giocato decisamente bene in gara – 2. Nel secondo periodo lo Spartak rientra in partita andando a segno con Ling ma Sidyakin riporta il Salavat avanti di tre. A questo punto lo Spartak spinge ancora e si rifà sotto nuovamente con Ling, ben assistito da Zubov, e con Yunkov, con ancora Zubov a referto come assist-man. Il quinto gol del Salavat, segnato da Zavarukhin, spegne però ogni altra illusione dello Spartak che riesce ad accorciare ulteriormente le distanze con Litvinenko prima di esaurire il tempo necessario per segnare il quinto gol.
Davvero una grande delusione quella dello Spartak che dopo aver giocato un’ottima regular season considerando lo spessore e l’età media del roster si trova eliminata in tre gare da una squadra non più forte ma che comunque non ha demeritato. Per lo Spartak molto molto bene Ilja Zubov che ha messo a segno quattro punti in tre partite. E’ davvero un ottimo segno che un giocatore così giovane riesca a esprimere il suo talento in questo modo in una serie di playoffs. Molto bene anche David Ling.
Miglior giocatore della serie: Dmitrij Makarov (Salavat Yulajev Ufa)

Dinamo Mosca – Lada Togliatti Situazione 1-3

Escono clamorosamente al primo turno anche i campioni d’Europa in carica! Il Lada Togliatti riesce a mettere sotto la più forte ed accreditata Dynamo con un ottimo gioco difensivo e a un’ottima prestazione di Vasilij Koshechkin, forse in questo momento il miglior portiere della Russian Superleague. In gara – 3 c’è stata finalmente l’attesissima reazione della Dinamo che ha battuto il Lada a casa sua per 2-0 con marcature di Loginov e Kharitonov, ma è stato un fuoco di paglia: in gara – 4 la Dinamo ha sì perso ai rigori, ma non ha assolutamente giocato come ci si aspetta dalla squadra campione in carica, cosa che peraltro è successa sistematicamente da dicembre in avanti. Per la cronaca, la partita decisiva è finita nei tempi regolamentari con il punteggio di 2-2 in virtù dei gol messi a segno da Yass, Kazionov, Mikhailov e Ketov, che andrà a segnare una mezz’oretta dopo il rigore decisivo.
L’eliminazione della Dinamo comunque non è una grossa sorpresa e per il prossimo anno ci si aspetta probabilmente una nuova rivoluzione nella squadra. Per il Lada davvero un risultato straordinario questo dopo lo smantellamento della squadra di novembre.
Miglior giocatore della serie: Vasilij Koshechkin (Lada Togliatti)

Tags: