Pardubice, ci vuole un miracolo

di Davide:

A 60 minuti dalla fine della stagione regolare un solo verdetto è ancora in sospeso: chi sarà l’ultima squadra ad accedere ai playoffs? La risposta potrebbe avere del clamoroso perchè la maggior indi ziata ad essere esclusa è il Pardubice campione in carica.
Ma vediamo il quadro della situazione:
in coda è tutto già deciso da tempo con la retrocessione di una delle squadre simbolo dell’hockey ceco, il Vsetin, lontanissimo dal team che a metà degli anni novanta ha stradominato l’Extraliga vincendo campionati in serie, protagonista di un declino continuo negli ultimi anni: titolo nel 2001, poi 9°,6°,13°,12° fino all’ultimo posto di questa stagione, già prenotato dalle primissime giornate di campionato. Una retrocessione che porta con sè moltissime incognite sul futuro dei gialloverdi, attualmente proprietà di una società russa che difficilmente resterà anche in prima lega.
Capitolo playoffs, già qualificate matematicamente: Liberec, Slavia, Zlin, Vitkovice, Znojmo e Ceske Budejovice, quest’ultima squadra una neo-promossa; Sparta praticamente già sicuro della postseason. Manca dunque solo un posto ed a contenderselo a distanza saranno Trinec (74 punti) e Pardubice (72 punti). L’ultimo turno, giovedì prossimo, vedrà impegnati i biancorossi campioni 2005 in casa contro lo Zlin, mentre il Trinec se la vedrà a domicilio, con due risultati a disposizione, con il Vítkovice. Avversari di alta classifica per entrambe ma già qualificate, in più al Pardubice non basterà vincere, ma deve sperare unicamente in una sconfitta dei rivali, qualsiasi altro risultato significherebbe una clamorosa eliminazione dei campioni, che non mancano dalla postseason dalla stagione 94-95, e che hanno risentito in modo pesantissimo della mancanza degli NHLers che la scorsa stagione avevano rinforzato il team, soprattutto Jan Bulis e Milan Hejduk. Simbolo di questa differenza di rendimento è Michal Mikeska, top scorer della Extraliga l’anno passato e appena 7 reti quest’anno.

Dall’altro lato il Trinec ha naturalmente molta meno pressione su di sè e, come detto, due risultati su tre a disposizione: nell’ultimo turno però ha perso nettamente a Karlovy Vary (0-4) contro una squadra già eliminata, mentre il Pardubice ha pareggiato 2-2 con lo Slavia a Praga. L’anno scorso i “draghi” hanno copncluso al 13 posto, per cui i playoffs già saranno un notevole balzo in avanti, mancarli non di certo una tragedia come a Pardubice.