Donne: USA-Finlandia 7-3

di Francesco Seren Rosso

Terza partita del girone B che vede sfidarsi le due capoliste. Pronti via e la Finlandia è già in vantaggio: le americane sbagliano a liberare e la Rantamaki può servire la Pehkonen che batte il goalie americano con un preciso tiro al sette. La Finlandia tra il 3′ e il 5′ usufruisce addirittura di un doppio powerplay ma non riesce a concretizzarlo, così si arriva all’8′ quando, in situazone di powerplay, gli USA giungono al pareggio grazie ad una otrtima azione manovrata che libera la Parsons davanti alla porta avversaria. Ma la Finlandia ripassa in avanti all’11’ sempr ein powerplay grazie alla splendida discesa della Tuominen che serve alla Laaksonen un disco che basta spingere in rete. Sul finale di tempo si segnala solo una mischia davanti alla gabbia delle finniche col il disco che non vuole entrare.

Nel secondo tmpo la partita si conferma puttosto spezzettata dalle troppe penalità ed un po’ monotona, tant’è che a metà partita i tiri complessivi sono solo 17 (8 per la Finandia, 9 per gli USA), tuttavia sono ancora le scandinave a passare al 32′ con la sventola dalla media distanza della Kovalainen, gol che arriva in situazione di 5vs3. Sul finale di tempo ancora la Parsons riapre la partita anche lei con un un gran tiro dalla media distanza.
Terzo tempo senza storia con le statunitensi che fanno a segno ben 5 volte, pareggiando subito con la King. Particolarmente belli i gol di Angela Ruggiero (4-3) che batte il goalie scandinavo con uno splendido slap in diagonale perfetto per potenza e precisione e quello di Krissy Wendell (6-3) che salta un difensore avversario prima di aggirare i portiere depositando po comodamente il disco nella gabbia, nel mezzo era arrivato il gol in powerplay della Darwitz. Nel finale arrivano il secondo gol della Ruggero che fissa il punteggio e regala agli USA il primo posto del girone.