Italia – Lettonia: il commento

di Tony Puma

Italia – Lettonia 5-4 (2-2; 1-0; 2-2)

Per la seconda amichevole preolimpica l’Italia incontra la Lettonia, altra Nazionale di scuola sovietica. Ancora indisponibile Giulio Scandella sostituito da Nicola Fontanive e per scelta tecnica fuori Christian Borgatello il cui posto è preso da Carlo Lorenzi; a difesa della gabbia c’è Gunther Hell. La prima parte della gara è condotta dai lettoni che costruiscono le azioni più pericolose, smorzando sul nascere quelle italiane. Dopo un minuto e sedici secondi a Carter Trevisani è fischiata una penalità per sgambetto e gli ospiti, in power play, all’1.38, passano in vantaggio con un tiro dalla blu di Georgijs Pujacs, assistito da Vladimirs Mamonovs. La Lettonia continua a spingere e al 2.01 altro tiro di Armands Berzins che non ha fortuna. Al 7.33 il raddoppio lettone: scambio dietro la gabbia tra Grigorijs Pantelejevs e Aigars Cipruss, quest’ultimo passa il puck a Martins Cipulis che, posizionato davanti allo slot, batte il portiere azzurro. Sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi in contropiede al 10.06 con Martins Cipulis, ma Gunther Hell respinge coi gambali. La prima rete azzurra arriva al 12.40 con Giorgio De Bettin che, davanti allo slot, devia un tiro di André Signoretti. La partita vive diversi capovolgimenti di fronte, con l’Italia che prende coraggio e risponde alle offensive avversarie. Al 18.15 Aleksandrs Semjonovs si deve accomodare nel penalty box e 40 secondi più tardi John Parco, dopo una mischia davanti alla gabbia lettone, devia un tiro di Robert Nardella che vale il momentaneo pareggio. Dopo il contropiede di Grigorijs Pantelejevs, al 19.26, che non sortisce nessun effetto, il primo periodo si chiude con un tiro dalla zona neutra di Michele Strazzabosco, in penalty killing per uno sgambetto di Carter Trevisani, che il portiere ospite para.

Anche nellla frazione centrale le due squadre si affrontano senza risparmiarsi colpi; parte la Lettonia al 21.53 con Leonids Tambijevs che s’invola verso la porta azzurra, ma il suo tiro è impreciso e finisce in niente, ma al 22.44 Giuseppe Busillo parte dalla zona neutra, cede il disco a Mario Chitarroni che lo passa a Luca Ansoldi che, alla destra del portier ospite, lascia partire un tiro che annichilisce Sergejs Naumovs. 3-2 per l’Italia. Dopo una fase interlocutoria, c’è il ritorno degli ospiti al 29.25 con uno scambio Herberts Vasiljevs-Girts Ankipans, il tiro di quest’ultimo è fermato coi gambali da Günther Hell e al 29.41 il portiere azzurro blocca con la pinza l’iniziativa di Arvids Rekis. L’Italia risponde all’31.30 con Robert Nardella che passa il disco a Lucio Topatigh appostato davanti alla porta ospite, ma il suo tiro è respinto dal goalie lettone senza problemi. Le squadre non risparmiano energie continuando ad annullarsi vicendevolmente; al 36.02 Rodrigo Lavins tira verso Günther Hell che blocca e al 38.04 un tiro dalla blu di Agris Saviels è bloccato. Al 38.20 discesa di Manuel De Toni che tira, il goalie lettone devia il disco che attraversa tutto lo specchio della gabbia senza che nessuno degli italiani sia in grado di deviarlo in rete. Al 38.40 Mikelis Redlihs si porta verso Günther Hell quasi indisturbato, ma il portiere azzurro è bravo a non farsi sorprendere. Nell’ultimo minuto di gioco André Signoretti è costretto ad accomodarsi in panca puniti per ostruzione e Günther Hell blocca con il guanto un tiro di Aleksandr Semjonovs.
Nell’ultima frazione di gioco Arturs Irbe prende il posto di Sergejs Naumovs; la partenza è al fulmicotone. Al 41.17 Atvars Tribuncovs tira dalla blu, il goalie azzurro respinge coi gambali, ma Leonids Tambijevs è lesto a raccogliere e ad insaccare il disco. Al 42.03 contropiede lettone con Girts Ankipans e Vladimirs Mamonovs che si conclude con la rete del 4-3 di Herberts Vasiljevs.
L’Italia reagisce immediatamente e al 42.29 Manuel De Toni, assistito da Lucio Topatigh, al termine di una mischia davanti alla gabbia avversaria pareggia i conti. Passano poco più di trenta secondi e gli azzurri sono nuovamente in vantaggio per merito di Luca Ansoldi al termine di uno scambio con Giuseppe Busillo. L’Italia insiste e al 44.52 Armin Helfer intercetta un passaggio di Rodrigo Lavins lasciando partire un tiro che Arturs Irbe para. Al 47.41 un gol segnato da Vladimirs Mamonovs è annullato per bastone alto e da questo momento parte l’assedio bianco-amaranto con gli italiani che rispondono in contropiede e l’azione più pericolosa si registra al 57.42 grazie a John Parco che s’invola verso il goalie ospite, ma è ostruito da Maris Ziedins al 57.45 a cui vengono assegnati due minuti di penalità. Nei minuti finali, in situazione d’inferiorità, la Lettonia cerca il pareggio costringendo gli azzurri a stare nel proprio terzo difensivo, ma non riuscendo a trovare la via del gol.
La Nazionale ha mostrato carattere e, dopo i primi minuti di gioco, non si è lasciata intimorire dagli avversari neanche ad inizio terzo tempo. Si può affermare, senza ombra di dubbio, che gli azzurri sono pronti per le Olimpiadi. Forza ragazzi, fateci sognare!!!

Italia: Günther Hell (Jason Muzzatti) – Michele Strazzabosco – Florian Ramoser – André Signoretti – Carter Trevisani – Robert Nardella – Carlo Lorenzi – Armin Helfer – Athony Iob – Nicola Fontanive – Jason Cirone – John Parco – Giorgio De Bettin – Anthony Tuzzolino – Mario Chitarroni – Giuseppe Busillo – Luca Ansoldi – Lucio Topatigh – Manuel De Toni – Stefano Margoni – Stefan Zisser. Coach: Michel Goulet.

Lettonia: Sergejs Naumovs (Arturs Irbe) – Rodrigo Lavins– Arvids Rekis – Agris Saviels – Igors Bondarevs – Pujacs Georgijs – Atvars Tribuncovs – Girts Ankipans – Vladimirs Mamonovs – Herberts Vasiljevs – Grigorijs Patelejevs – Leonids Tambijevs – Maris Ziedins – Aleksandrs Nizivijs – Armands Berzins – Mikelis Redlihs – Alexandrs Semjonovs – Aigars Cipruss – Martins Cipulis. Coach: Leonids Beresnevs.

Arbitro: Glauco Colcuc (Italia) Linesmen: Luca Zatta (Italia) e Andrea Benvegnù (Italia)

Marcatori: 0-1 1.38 Georgijs Pujacs (Vladimirs Mamonovs) PP; 0-2 7.35 Martins Cipulis (Aigars Cipruss – Grigorijs Pantelejevs); 1-2 12.40 Giorgio De Bettin (André Signoretti); 2-2 18.55 John Parco (Robert Nardella) PP; 3-2 22.44 Luca Ansoldi (Giuseppe Busillo – Mario Chitarroni); 3-3 41.17 Leonids Tambijevs (Atvars Tribuncovs); 3-4 42.03 Herberts Vasiljevs (Girts Ankipans – Vladimirs Mamonovs); 4-4 42.29 Manuel De Toni (Lucio Topatigh); 5-4 43.11 Giuseppe Busillo (Luca Ansoldi).