Le gare del weekend

di Davide:

l’Extraliga volge ormai al termine della sua stagione regolare, si sono giocati 44 turni su 52, ed alcune squadre ormai escluse dai giochi sono ormai con la testa già in vacanza: è il caso del Plzen, del Kladno, del Karlovy Vary, del Litvinov, compagini a cui l’il campionato non potrà più dire molto. Nella stessa situazione è anche il Vsetin, ormai da mesi fanalino di coda, che gioca con la spensieratezza di chi si sente già in Prima Divisione e per questo i gialloverdi possono togliersi qualche soddisfazione: venerdì hanno battuto nettamente un Pardubice in crisi nera (domenica ha perso addirittura 7-1 a Liberec) e poi domenica ha vinto a Kladno all’overtime. Anche in cima alla graduatoria i giochi per le prime posizioni sembrano decise, con Slavia (4-1 allo Zlin e 7-2 al Vitkovice) e Liberec (preso a sberle il Pardubice., come detto e successo in rimonta, 3-1, sullo Znojmo) che si danno appuntamento per una serie finale che tutti gli pronosticano già.

Alle loro spalle vivacchiano, scambiandosi di volta in volta le posizioni lo Zlin, il Vitkovice e lo Znojmo.
Piena bagarre per gli ultimi tre posti per i playoffs tra Pardubice, i campioni rischiano di non qualificarsi nemmeno per la seconda fase, Ceské Budejovice, che dall’inizio del campionato alterna i risultati, Trinec e Sparta Praha, che nel weekend ha vinto due scontri diretti con Ceské Budejovice, battuto fuori casa 3-4 e Trinec, superato con un eloquente 4-0 domenica. Oltre al già annunciato acquisto di Hlinka, i praghesi potranno finalmente fare esordirte anche il difensore Karel Pilar, ex Maple Leafs, fermo da inizio stagione per problemi cardiaci e che finalmente ha avuto l’ok dei medici.