Pontebba – Merano 3:4

di Cristian

Il big match della trentesima giornata vede di fronte le prime due squadre della serie cadetta, ovvero le Aquile FVG di Pontebba e le aquile sud tirolesi di Merano.
I giocatori sentono subito l’importanza dell’incontro, tanto che dopo un minuto di gioco vengono fischiati 5 minuti di penalità a Carlsson (più penalità partita) e 2 a Fraser per cattiva condotta. Il Merano dunque usufruisce della prima superiorità numerica e dopo una manovra avvolgente, su passaggio millimetrico di Ian Fraser, Road Hinks libero davanti allo slot trova un tiro di prima intenzione che si insacca nella porta difesa da Canei. La prima metà del primo tempo vede un dominio del Merano e il Pontebba è costretto ad attuare un gioco falloso per arginare gli attaccanti avversai, ma proprio in una situazione di inferiorità numerica le Aquile si rendono pericolose con un contropiede di Matt Gorman. Dopo questa occasione i padroni di casa prendono coraggio e alla prima occasione in superiorità numerica (all’11:42 viene fischiata un’ostruzione ad Andreas Huber) trovano la via del pareggio con un gran tiro dalla blu di Joni Petrell. Il buon momento dei friulani continua con un altro tiro di Tremolaterra ottimamente parato da Gunther Aufderklamm (Thomas Tragust assente perché influenzato). Sul finire del primo periodo, sulla stecca di Fraser capita una ghiotta occasione da rete in contropiede ma il canadese temporeggia troppo e l’estremo dalle Aquile riesce a chiudere tutti gli spazi.

Anche l’inizio del secondo tempo vede una predominanza del Merano che dopo 3 minuti trova il nuovo vantaggio, con Steven Kaye, nato da un’azione in velocità fatta di passaggi di prima intenzione che hanno messo in crisi la retroguardia friulana. Al sesto minuto Ian Fraser sciupa un’altra ghiotta occasione da rete. Il Pontebba non si perde d’animo e sempre da un’occasione di superiorità numerica riesce a pareggiare con Sasha Meneghetti che devia sottomisura un tiro dalla blu di Alnered. La partita si rende spettacolare quando Gorman scatta in contropiede ma il suo tiro viene neutralizzato dal portiere del Merano, e dopo un minuto, per la terza volta, Fraser sempre solo davanti a Canei non riesce a concretizzare. Sul finire del secondo periodo vendono fischiate due penalita (prima a Kaye per ostruzione poi a Hinks per una brutta carica in balaustra) così il Merano si troverà a giocare in doppia inferiorità numerica anche all’inizio del terzo tempo.
Ed è proprio in questa occasione che le Aquile FVG trovano il loro primo vantaggio (dopo 38 secondi) con un gran tiro dalla blu di un’incontenibile Joni Petrell su assist di Meneghetti ed Eriksson. Il gol galvanizza sia il pubblico di casa ma soprattutto i giocatori che sembrano poter chiudere l’incontro in più occasioni fino al dodicesimo minuto quando gli arbitri annullano un gol per fallo sul portiere. Ed è proprio questa occasione a scuotere i fuoriclasse canadesi del Merano che iniziano a farsi pericolosi e al 11:58 Canei, dopo ottimi interventi, concede un rimbalzo e non può fare nulla sulla ribattuta di Lo Presti che pareggia i conti: i mille sostenitori friulani rimangono ammutoliti proprio nel momento di maggior bisogno della squadra locale. Passano tre minuti e in un palaghiaccio Vuerich che sembra vuoto, Steven Gallace trova un disco in una mischia davanti alla porta portando il Merano sul definitivo 4 a 3 (al 16:48). L’assalto finale del Pontebba (che giocano l’ultimo minuto con l’uomo di movimento in più dopo l’uscita dai pali di Canei) alla ricerca del pareggio non va a buon fine e le aquile del Merano festeggiano così una vittoria dal perso specifico elevato.
Da segnalare che il Merano era privo di Christian Pixner e Massimo Ansoldi causa infortunio, mentre il Pontebba schierava per la prima volta il nuovo acquisto Roberto Ciprian.

Alla fine dell’incontro abbiamo fatto qualche domanda a quello che avrebbe potuto essere l’eroe della serata, ovvero il finlandese Joni Petrell.
HT: Ciao Joni, cosa ci puoi raccontare di questa partita? Due gol per te stasera…
JP: Stasera oltre a trovarci di fronte ad una squadra molto forte, siamo stati costretti a rincorrere per gran parte della partita e alla fine eravamo stanchi infatti gli ultimi due gol sono venuti da delle situazioni di mischia vicino alla porta dove noi non abbiamo avuto la lucidità di liberare il disco dall’area. Poi siamo stati puniti da dei giocatori che hanno militato anche in NHL e sono abituati a giocare sotto pressione.
HT: Comunque avete giocato alla pari contro la squadra più forte del campionato.
JP: No, la squadra più forte siamo noi! Il Merano è la squadra più forte contro cui abbiamo giocato quest’anno e siamo riusciti a vincere due volte in casa loro, però purtroppo anche loro hanno vinto due volte qua.
HT: Rimangono poche partite alla fine, ma voi ne avete una da recuperare: come vedi questo finale di stagione?
JP: Non dobbiamo assolutamente pensare alla partita che dobbiamo recuperare, ma dobbiamo solo concentrarci sul nostro gioco e lavorare duro agli allenamenti.
HT: Cosa ne dici di questo pubblico?
JP: WOW! I fan sono davvero grandissimi! Quando giochiamo a Pontebba ci sembra di essere in sei sul ghiaccio.

Si ringrazia Joni Petrell e la società Aquile FVG Pontebba per la disponibilità.